Inzaghi: “C’è amarezza. Se Leiva avesse segnato sarebbe cambiata la partita”

Inzaghi: “C’è amarezza. Se Leiva avesse segnato sarebbe cambiata la partita”

Le parole del tecnico biancoceleste al termine della partita con la Roma: “Dovevamo essere più cattivi”

di Redazione, @forzaroma

Roma e Lazio vanno alla sosta con un punto a testa: il derby della seconda giornata di campionato finisce 1-1 con i gol di Kolarov e Luis Alberto. A fine partita ha parlato il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi. Ecco le sue parole.

INZAGHI A SKY

Occasione persa.
E’ normale, vedendo la gara c’è un po’ d’amarezza. Abbiamo fatto 21 tiri a 7, con 4 pali, l’occasione di Lazzari e Correa. C’è rammarico perché bisogna vincere certe partite. C’è amarezza in me, nello staff e nei giocatori ma dobbiamo andare avanti. Abbiamo fatto un ottimo calcio tenendo bene il campo. Se all’inizio fosse entrato il gol di Leiva sarebbe cambiata la partita. Poi dopo il gol del rigore la Roma si è abbassata. I numeri e il possesso lasciano il tempo che trovano, dovevamo avere più cattiveria. Ad eccezione di Leiva le altre sono state occasioni sbagliate.

Perché Lazzari è stato poco coinvolto nel primo tempo?
Perché non siamo stati bravi a fare determinate cose come i cambi di gioco, Kluivert rientrava di più rispetto a Under e abbiamo trovato più spazio lì. Dovevamo coinvolgerlo di più, ma dovevamo essere più precisi. Ora avremo questi 14 giorni per lavorare meglio, avremmo dovuto portare 6 punti in queste partite e invece ne abbiamo portati 4 quindi c’è da lavorare.

INZAGHI IN CONFERENZA STAMPA

Sulla partita.
“C’è amarezza per il risultato. Con il loro vantaggio si sono abbassati e siamo stati bravi a reagire. Un derby con 4 pali non lo ricordo”

Perché il cambio di Milinkovic.
“Cambio tattico. Parolo ha fatto bene, ha preso una traversa e ha fatto tanto. Alla fine ci siamo salutati senza problemi. Finché c’è un allenatore che decide si dice poi se il cambio è stato fatto bene o no. Ci deve essere del rammarico per oggi. Non sono felice. Lo si dice quando non si vince, ma io volevo portare a casa la vittoria”.

Una prova così aumenta l’autostima del gruppo?
“Sono due prove che danno autostima. Dovevamo avere sei punti e stare in testa alla classifica. Difficilmente ho visto Fonseca far abbassare la sua squadra, ma come ha detto lui è stato merito nostro. Forse avremmo potuto usare più Lazzari”

Sul rigore.
“Secondo me è stato cercato e trovato. Ci dobbiamo adeguare e dobbiamo capire che con un cross in area non possiamo stare con le braccia aperte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy