Intrigo Lamela, Roma vicina alla stella argentina. Per Stekelenburg si aspetta l'ufficialità

di Redazione, @forzaroma

(di Luca Parmigiani) Entra nel vivo il mercato della Roma, a una settimana dal raduno a Trigoria. La rosa a disposizione di Luis Enrique è ancora in fase di costruzione, molti giocatori saranno ceduti in modo da sfoltire l’organico e dare spazio ai calciatori già bloccati ma in attesa di essere ufficializzati.

 

MISTERO LAMELA Dopo esser sfumato Ricky Alvarez, centrocampista talentuoso del Velez passato all’Inter per 13 milioni circa, è tornato prepontemente alla ribalta il nome di Erik Lamela, gioiellino classe 1992 del River Plate retrocesso qualche settimana in Serie B.

A causa della retrocessione del club e della situazione economica poco florida dei Millionarios, domani il presidente Passerella sbarcherà in Italia per vendere la sua stella.

Durante la giornata si sono ricorse tante voci, alcune del tutto discordanti, che hanno generato solo un gran polverone e confusione.

Non solo Passerella, ma anche il papà e agente di Lamela sarebbe arrivato a Roma per mettere a punto gli ultimi dettagli dell’affare con il club giallorosso(in passato era circolata la voce di un accordo già trovato tra il procuratore dell’argentino e Sabatini per un contratto quinquennale).

In mattinata erano state diffuse le parole del ds Sabatini che estrometteva la Roma dalla corsa a Lamela; parole che sono state smentite dallo stesso dirigente giallorosso all’ora di pranzo, infittendo ancora di più il mistero.

La notizia di Lamela è stata trattata anche dalla stampa internazionale: l’edizione on line del quotidiano argentino Olè considerava quasi imminente il passaggio di Erik dal River Plate al club di Trigoria mentre il giornale francese L’Equipe azzardava addirittura il giorno delle visite mediche di Lamela, ossia mercoledì prossimo.

In questo tam tam di voci, hanno preso la parola anche due agenti di mercato, Durante e Alberti che hanno espresso i loro punti di vista su questa vicenda.

Il primo ha dichiarato: Penso che andrà alla Roma: ci sono già contatti con il club giallorosso e mi sembra un giocatore decisamente funzionale al gioco di Luis Enrique”.

Più dettagliato invece è stato il virgolettato di Josè Alberti, esperto di mercato sudamericano: “Un mese e mezzo fa Sabatini era andato in Argentina ed aveva chiesto notizie al River su di lui. Valeva 6-7 milioni. Poi le vicissitudini del River ha fatto sì che tutti fossero in apprensione per la situazione. Lui è un talento naturale, giovane ma con poca esperienza. Ma ha un grande futuro. Contratto da 12 milioni? So che Passarella sta per partire per Roma e si parla di una cifra di 20 milioni di euro. Io sono caduto dalle nuvole, è una cifra esagerata. Talento naturale ma ci vorrà tempo per adattarsi. La Roma comunque è l’unica società che in maniera ufficiosa (come mi hanno detto Passarella ed altri) è andata a chiedere del giocatore con Sabatini”.

Si parla molto del prezzo del gioiellino del River Plate, che dovrebbe essere di circa 12 milioni di euro(come dichiarato dal giornalista del Clarìn Finat) , considerando soprattutto la necessità del club argentino di fare cassa dopo la retrocessione in serie B.

Ad avvicinare Lamela alla Roma ci sono anche le parole di un dirigente argentino che prevede la chiusura dell’affare entro breve tempo: Il trasferimento è fatto all’80% e credo che non ci sarà nessun problema nel raggiungere un accordo definitivo”.

LA QUESTIONE PORTIERE Si dice che una grande squadra inizia dall’avere un grande portiere. In casa Roma, ormai è cosa nota, si sta cercando un nuovo portiere che possa garantire affidabilità e certezze. Sabatini da tempo ha individuato il nuovo numero uno, che sarà Marteen Stekelenburg, estremo difensore dell’Ajax.

Ci sono da limare gli ultimi dettagli con il club olandese, il costo del cartellino si aggirerà intorno ai 7 milioni di euro e Sabatini conta di chiudere l’affare entro questa settimana.

Stekelenburg nel frattempo non si sbilancia, aspettando solo il felice esito della trattativa(il suo agente Jansen ha già da tempo trovato l’accordo con la Roma): “Nulla è ancora deciso. So dell’interesse dei giallorossi ma bisogna andarci piano per definire già conclusa la trattativa”.

La conferma della volontà del gigante orange di giocare nella Capitale è arrivata anche dall’allenatore dei lancieri Frank De Boer:Ha ancora un anno di contratto e non è un segreto che lui vuole andare alla Roma. Posso solo immaginare che in questo momento le parti stiamo parlando, non so altro sinceramente”.

Per un portiere che arriverà, un altro che cercherà fortuna altrove. Stiamo parlando di Doni, tornato oggi in Italia e in attesa di firmare con il Liverpool. Ovidio Colucci, manager dell’ex numero 12 della Selecao, ha dichiarato che entro 36 ore si sapranno notizie definitive sul passaggio di Doni ai Reds.

Doni quindi chiuderà una parentesi di sei anni con la società giallorossa, fatti di trionfi ma anche di feroci contestazioni e probabilmente firmerà un biennale con il club inglese.

Potrebbe sbarcare in Inghilterra anche Julio Sergio, l’ex miglior terzo portiere del mondo finito in naftalina dopo l’arrivo di Montella in panchina al posto del dimissionario Ranieri.

Oltre al Siena e al Genoa, su Julio Sergio sembra ci sia l’interesse del West Bromwich.

LE ALTRE TRATTATIVE Javier Pastore potrebbe essere la ciliegina sulla torta del mercato della Roma. Sabatini sta studiando da tempo l’operazione e si è parlato anche di un inserimento di alcune contropartite tecniche per abbassare il costo del cartellino del Flaco(tesi smentita oggi dal vicepresidente dei siciliani Micchichè).

Zamparini non si muove dalla richiesta di 50 milioni; ovvio che a queste cifre la Roma non arriverà mai ma se Lamela sbarcasse nella Capitale non è escluso che venga girato ai rosanero per ottenere il trasferimento di Pastore alla corte di Luis Enrique.

Potrebbe profilarsi in futuro un asse tra la Roma e il Torino; ai granata interessa Stefano Guberti, tornato in giallorosso dopo l’esperienza alla Sampdoria e il ds piemontese Petrarchi, in esclusiva ai microfoni della nostra redazione, ha confermato l’interesse verso l’esterno.

Non è un mistero queste le sue dichiarazioni a ForzaRoma.info – che il ragazzo rientri tra i nostri potenziali obiettivi. Stiamo parlando con la Roma e siamo in attesa di futuri sviluppi, ma, ribadisco, non è realistico parlare di 48 ore di tempo per chiudere o meno la trattativa.”

Viceversa, radiomercato parla di un interessamento della Roma per Ogbonna, verso il quale il presidente Cairo avrebbe abbassato le pretese per il cartellino(si parla di 15 milioni di euro). Comunque troppi.

LA SOCIETA’ Comincia a prendere sempre più corpo la struttura dirigenziale dell’A.S.Roma. Dopo il mandato ad interim conferito a Roberto Cappelli che ricoprirà la carica di Presidente fino all’arrivo di Thomas DiBenedetto(Cappelli entra di conseguenza nell’elenco dei Presidenti giallorossi dal 1927 ad oggi), ieri è arrivata l’intesa, già annunciata da tempo, tra la Federazione Inglese e Franco Baldini. Il dg giallorosso da ottobre, alla fine delle qualificazioni per Euro2012, lavorerà part-time con la Football Association per dedicarsi a tempo pieno alla Roma, vista la parola data a Thomas DiBenedetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy