Inter, Spalletti: “Noi rivali della Juve? Prima preoccupiamoci di essere l’anti-Roma e Napoli”

Inter, Spalletti: “Noi rivali della Juve? Prima preoccupiamoci di essere l’anti-Roma e Napoli”

Il tecnico nerazzurro, reduce dal ko col Sassuolo: “Se poi le valutazioni vanno fatte dopo ogni giornata è chiaro che noi ora siamo l’anti-nessuno”

di Redazione, @forzaroma

L’esordio in campionato dell’Inter, eletta da molti regina del mercato italiano, non è stato decisamente all’altezza. I nerazzurri sono caduti in casa del Sassuolo a causa del rigore trasformato da Berardi e contro il Torino sono chiamati a una reazione immediata. Luciano Spalletti è intervenuto in conferenza stampa: “Siamo forti e abbiamo l’obbligo di fare un campionato importante. Non so se, come continuate a riportare, questo significa essere l’anti-Juve. Io intanto mi devo preoccupare di essere anti-Roma e anti-Napoli vista la differenza di punti dello scorso anno. Se poi le valutazioni vanno fatte dopo ogni giornata è chiaro che noi ora siamo l’anti-nessuno perché la partita è stata quella, non ha minato niente ma bisogna fare meglio”.

Come sta Nainggolan?
E’ convocato ma dobbiamo stare attenti anche perché c’è la supervisione dello staff medico del dottor Volpi, che è di assoluta qualità, e ha una valutazione in base all’infortunio e al modo di allenarsi per arrivare alla partita. Dei rischi ci sono, valuteremo domani e poi durante la partita.

Ci sono state subito polemiche arbitrali. Cosa pensa della Var e di un possibile ampiamento?
Rimango della stessa idea di sempre. Sono state apportate delle modifiche e tutto ciò che viene fatto è per avere una giustizia più obiettiva da parte di tutti. Si accettano le modifiche, bisogna conoscerle bene e comportarsi di conseguenza. Mi è un po’ dispiaciuto per la sanzione, che accetto allo stesso modo con grande rispetto ma ci sono rimasto male quando ho letto che avrei lanciato delle pesanti offese perché non è assolutamente vero. Magari anche su questo episodio ci sarebbe bisogno di rivedere la Var (sorride, ndr). Ho detto il mio punto di vista e probabilmente non è stato accettato. Mi è costato anche molto caro il punto di vista e anche più della sanzione, perché c’è un regolamento interno per cui chi viene sanzionato paga un’ulteriore multa. Immaginate chi ha fatto quel regolamento…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy