Inter, bufera Nainggolan: sospeso per motivi disciplinari

Inter, bufera Nainggolan: sospeso per motivi disciplinari

Quasi un anno dopo il video di Capodanno, ecco una nuova sospensione per il centrocampista. Il belga paga il ritardo con il quale si è presentato all’allenamento di stamattina

di Redazione, @forzaroma

“L’Inter comunica che Radja Nainggolan è momentaneamente sospeso dall’attività agonistica per motivi disciplinari”. Con questo comunicato è cominciata ufficialmente la bufera intorno all’ex centrocampista della Roma. Nainggolan uscito ieri nel corso del secondo tempo del match giocato dai nerazzurri al Bentegodi contro il Chievo è stato sospeso: il belga paga il ritardo con il quale si è presentato all’allenamento di stamattina. Il giocatore si allenerà a parte e non giocherà il prossimo match di campionato della squadra di Spalletti contro il Napoli. 

CAPODANNO – Una sospensione arrivata quasi un anno dopo quella a Roma. Quella volta a scatenare la bufera sul belga il famoso video girato a Capodanno. Nainggolan aveva festeggiato in diretta sui social network l’inizio del nuovo anno, scatenando non poche polemiche per aver sfoggiato uno dietro l’altro tutti i suoi vizi su Instagram: sigarette e drink, tutto condito da bestemmie in diretta. Anche in quella occasione Nainggolan non venne convocato per la partita successiva della Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy