Il Viktoria Plzen: “Contro la Roma chiusi due settori dello stadio per motivi di razzismo”

La società ceca ha comunicato la decisione della commissione disciplinare dell’Uefa: “Prenderemo misure preventive contro il razzismo e il lancio di oggetti in campo”

di Redazione, @forzaroma

Si preannuncia un settembre di fuoco per la Roma, che dopo la sosta per le nazionali è attesa dal match con la Samp dell’11 settembre. A seguire l’esordio in Europa League in casa del Viktoria Plzen il 15 settembre alle 19. In occasione del match del ‘Mesta Plzne’ parte dello stadio però sarà chiuso: a comunicarlo è la stessa società ceca sul proprio sito ufficiale. Le informazioni che abbiamo ricevuto dalla commissione disciplinare della UEFA – dichiara il portavoce del club Vaclav Hanzlikparlano di motivi legati al razzismo e al lancio di oggetti sul terreno di gioco durante la partita con il Ludogorets”. Il direttore generale Adolf Sadek aggiunge: “Tutta la società esprime tolleranza zero per qualsiasi espressione di razzismo o offensiva, combatteremo senza compromessi”.

In particolare, nel match contro la Roma saranno chiusi i settori P2 e P3, che ospitano la parte più calda dei tifosi. “Per il nostro club rappresenta una perdita enorme a livello economico, ma anche a livello sociale. Rifiutiamo ogni manifestazione di razzismo, non solo negli stadi. Chiediamo a tutti i tifosi del Victoria di essere collaborativi. Un gran numero di loro durante la partita con il Ludogorets ha dato il suo chiaro dissenso contro questo tipo di espressioni razziste. La società avrà tolleranza zero”, continua Hanzlik.

A fargli eco ancora il dg Sadek: “Abbiamo intenzione di prendere misure preventive per evitare la ripetizione di questi fatti. Non vogliamo allo stadio tutti coloro che non intendono rispettare queste regole e quindi minacciano il club”
.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy