Il contratto del capitanissimo

di finconsadmin

(L?Archivista ? ForzaRoma.info) -?Il contratto che lega Totti alla Roma scade alla fine del prossimo anno, quando anche Prandelli, colto da improvvisa crisi mistica, si fermer? a pensare: Totti s? o no. A me pare che non debbano essere Italia e Roma a decidere il futuro del Capitano (ce n?? uno), ma il contrario. Mi spiego meglio: Totti ? al momento, un momento che dura da venti anni, il miglior calciatore italiano. Ogni stagione, mese, giorno e ora che passa, diventa pi? bravo. Non chiediamogli perch?. Merito degli spinaci? Zitto, non sono affari nostri. E? cos? e basta. Chiss? che combiner? nella prossima stagione e poi in quella successiva e nell?altra ancora, sino a quando non avr? ripreso per la coda, strattonandolo, il mitico Silvio.

 

 

Uno cos? deve aspettare una convocazione azzurra-giallorossa o decidere lui il giorno e l?ora in cui trattare il tema? Totti, se va in Nazionale, ? l?Italia. Totti ? da sempre la Roma. La nazionale vedremo. Sia la Roma adesso, prima possibile, a fargli sapere che cosa intende fare. Confermarlo va bene. Ma a quali condizioni? Come un vecchietto con le stampelle? O come il miglior calciatore della squadra, senza il quale ? anche inutile programmare amichevoli o cercare di vendere magliette?

 

 

?Vale, per quanto mi riguarda, la seconda opzione. Quindi niente gettoni di presenze o tagli d?ingaggio. Poi sar? Totti a decidere se regalare il danaro a qualche ospedale o adottare tutti i bambini poveri che incontra. I soldi gli vanno dati come una medaglia. E, detto tra noi, non ? neppure giusto, che ci sia in squadra chi guadagna molto di pi? offrendo un rendimento inferiore.

 

 

?Se la Roma prende tempo, vuol dire che non ha voglia di confermarlo. Se non ne ha voglia, non commette un reato, ma esprime un desiderio e manifesta un diritto. Cui si contrappone un dovere: far conoscere ai tifosi la propria legittima opinione. Cos? che possano sapere che non ? stato il capitano a scappare, ma il contrario. Totti a quel punto (ma non credo, in sincerit?, che ci si voglia arrivare), potrebbe far cadere il contratto da dirigente che ha in tasca e mettersi a giocare con una squadra qualsiasi o formarne una sua, tanto per portarla in alto e riempire il primo stadio (vecchio) che gli capita a tiro. Questa sarebbe una favola. Ma non giallorossa.

 

 

Ne preferiamo un?altra:la Roma lo chiama il luned? di Pasqua, gli offre altri due anni come gli attuali e lo fa capitanissimo, dimenticando il passato. E la tottiana regner? su Trigoria. Pace

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy