Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

I pazienti inglesi sono guariti: ora la Roma può volare

Getty Images

Mourinho è pronto a tentare la rimonta Champions con due inglesi ritrovati, ieri protagonisti e dominatori contro l'Atalanta

Francesco Iucca

“I believe I can fly". È una Roma dal forte sapore ‘british’ quella che ieri ha travolto l’Atalanta al Gewiss Stadium. Abraham e Smalling hanno dominato la partita in lungo e largo, lo dicono le statistiche ma la sensazione del campo è stata la stessa. I due inglesi hanno trascinato Mourinho a suon di gol e duelli vinti, soprattutto alzando il livello della prestazione a un piano superiore, totale. Abraham ha pareggiato i gol segnati in Conference League, sei, ma soprattutto quelli realizzati in tutto lo scorso campionato con la maglia del Chelsea. L’astinenza sembra finita per Tammy, che ha segnato tre gol nelle ultime quattro di campionato, dal 25 novembre sono invece sette le reti in sette partite tra Serie A e Conference. Il lungo digiuno, in cui sbagliava anche le occasioni più semplici, aveva dato il via a una specie di ‘malattia del gol’ per Abraham.

 Getty Images

Smalling e Abraham, Mourinho si affida ai due inglesi per la rimonta Champions

“Quelli arriveranno”, diceva Mourinho. E allora eccoli, puntuali, insieme alla prima doppietta in Serie A che è coincisa anche con il ritorno alla vittoria in un big match. Possiamo dirlo, il numero 9 è guarito e con lui anche l’altro paziente inglese rinato definitivamente a Bergamo. Smalling è stato out per settimane, già dallo scorso anno, quando sembrava a un passo dal rientro si fermava nuovamente. Era diventato un caso, Mourinho e la Roma lo hanno aspettato e adesso se lo godono. Il 21 novembre è rientrato per qualche minuto col Genoa, poi addirittura sei partite consecutive da titolare tra campionato ed Europa, con due gol all’attivo di fila (non gli era mai successo in carriera). Il suo ritorno si sente, ieri ha annullato Zapata, tra gli attaccanti più difficili da marcare in Serie A. Ha retto fisicamente, senza mai un calo, e mentalmente, chiudendo la partita con una zampata da bomber. E dando vita a un piccolo record: per la prima volta in Italia due giocatori inglesi differenti sono andati a segno nella stessa partita. Curioso, proprio nel campionato dopo la vittoria dell’Italia a Wembley contro l'Inghilterra.

 Getty Images

Invece la Roma degli azzurri Cristante, Mancini, Spinazzola, Zaniolo e Pellegrini si appoggia a due inglesi per tornare a volare e sognare ancora il quarto posto. Smalling è stato quello che ha sbagliato meno passaggi e perso meno palloni, fisicamente sta arrivando al top (e qui Mourinho toccherà ferro), Abraham ha surclassato tutti gli altri tra sponde - il doppio di Zapata -, duelli vinti e falli subiti. Con due gol su due tiri nello specchio: fantascienza fino a qualche settimana fa. Mourinho sembra aver trovato la quadra, l’equilibrio giusto tra il riferimento difensivo e quello offensivo, affiancato da un super partner come Zaniolo. Per chiudere l’anno alla grande è rimasta solo la Samp, sperando di rosicchiare qualche altro punto sul quarto posto, che era scivolato a 9 punti. E con due inglesi così, la Roma può diventare davvero Special.