Gran Galà del Calcio, Alisson eletto miglior portiere: “La Roma mi manca, devo solo ringraziarla”

Gran Galà del Calcio, Alisson eletto miglior portiere: “La Roma mi manca, devo solo ringraziarla”

Il portiere brasiliano: “Olsen sta facendo benissimo, io sono contento del cambio professionale che ho fatto”

di Redazione, @forzaroma

Al Gran Galà del Calcio 2018 in corso a Milano c’è spazio anche per Alisson Becker. L’ex portiere della Roma, ora al Liverpool, è stato eletto come miglior portiere della scorsa stagione: un’annata incredibile per il brasiliano, culminata con la semifinale di Champions League e il trasferimento storico ai Reds. Il classe ’92 è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “Sono venuto perché è una festa importante per tutti noi. Per me, che ho fatto una bella stagione, è un piacere essere qui”, le parole dell’estremo difensore del Liverpool.

Alla Roma manchi tanto.

Olsen sta facendo benissimo, seguo quello che posso delle partite della Roma. Quasi sempre quando gioca la Roma sono in campo ma il mio tifo c’è sempre. Mi manca tanto ma sto bene e sono molto contento per il cambio professionale che ho fatto, è stato molto importante per me e per la mia famiglia.

Sul derby di ieri deciso da una papera del portiere dell’Everton.

Quando c’è un errore così grande di un portiere non riesco tanto a festeggiare ma ieri era diverso perché era un derby. Non era giusto il pareggio, la vittoria era troppo importante per il campionato.

Sul Napoli.
Conosco la loro forza, ci abbiamo giocato contro all’andata. Dobbiamo lavorare forte per conquistare il risultato di cui abbiamo bisogno. Non sarà facile ma abbiamo fiducia nella nostra qualità. Abbiamo tante partite importanti in campionato prima, dobbiamo lavorare forte su tutte le partite.

Hai letto il libro di Totti?

Lo devo ancora comprare.

Alisson ha poi parlato anche ai cronisti: “È un grandissimo piacere ritrovare i miei compagni, grazie alla Roma che mi ha portato qui, a mister Savorani che mi ha fatto diventare ciò che sono oggi. Nella prima stagione non giocavo tanto perché c’era un altro grande portiere: Szczęsny. L’Italia manca tanto anche alla mia famiglia, magari un giorno tornerò. Liverpool? Mi trovo bene, la Premier è un grandissimo campionato. Per me professionalmente parlando è stato uno step importante. Tutti i grandi portieri brasiliani sono però passati dall’Italia. È stato determinante anche per me”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy