Gli errori arbitrali non fermeranno la Roma, i tifosi reagiscono e rispondono presente!

di finconsadmin

(di Chiara Montalbano). Il Torino riesce a bloccare la corsa della Roma, anzi a riuscirci è Banti che prima spezza l’incantesimo della Roma, poi se la ride con Ventura.

 

POLEMICHE ARBITRALI. Banti di Livorno passerà alla storia come l’arbitro che ha interrotto la striscia record giallorossa ingiustamente e di questo neanche se ne pente visto che viene avvistato qualche ora dopo a cena nello stesso ristorante in cui la squadra del Torino accompagnata dall’allenatore Ventura si trova a mangiare. Finita la cena, Banti e gli assistenti si siedono accanto a Ventura per scambiare quattro chiacchiere, di sicuro l’allenatore non si è potuto lamentare di nulla: il gol di Cerci è viziato da un precedente fallo di Meggiorini su Benatia e il fallo di Darmian su Pjanic non si discute, è rigore, inoltre anche il contatto successivo tra Bellomo e Maicon avviene fuori area ma non è arrivato alcun fischio. Il campionato si merita questi arbitri, che guadagnano 3.000 euro al mese più un cachet di 4.500 euro a partita, sbagliando tanto.Con il sistema attuale, un giovane promettente che dirige le gare in B non può essere designato per la serie maggiore, mentre chi sbaglia, male che gli va, fa il giudice di porta.

«Sarebbe interessante vedere la classifica senza errori arbitrali»  ha detto Garcia domenica sera; la squadra di Benitez potrebbe tranquillamente avere otto punti in meno e la Juve ne ha almeno quattro in più se si pensa al gol regolare annullato al Chievo sull’1-1 e a quello segnato da Tevez in fuorigioco nel derby.

I dirigenti della Roma per ora tacciono e lasciano parlare Garcia e i giocatori.

 

Cesari. Anche l’ex giudice sportivo Graziano Cesari, intervenuto nella Radio capitolina Rete Sport, esprime la sua idea riguardo la cena nel post partita di Torino-Roma che ha coinvolto Banti, i suoi assistenti, Ventura e qualche giocatore granata:

“L’unico consiglio che si può dare era che si poteva andare a mangiare da un’altra parte; ci sono tanti ristoranti io per esempio non andavo mai in quel ristorante perchè sapevo che il Torino andava li; siccome l’arbitro sa benissimo se ha arbitrato bene o male deve avere un po’ di accortezza”.

Riguardo l’episodio di Pjanic:
“Non voglio neanche commentarlo. Non scherziamo, è questo l’episodio da analizzare perché Pjanic è in possesso del pallone e l’avversario entra in scivolata. L’intervento di Darmian ha lo scopo di interrompere la corsa del bosniaco ma il difensore granata alza troppo la gamba. Mi sembra evidente il fallo.”

 

A questo riguardo anche i tifosi tirano fuori le unghie agendo prima che sia troppo tardi, ossia prima che l’errore di una partita diventino gli errori di più incontri; è per questo che su facebook dicono la loro:

“Siamo stanchi di vedere la nostra squadra vessata dagli arbitri mandati dal ‘Palazzo’. Fermiamoli ora prima che sia troppo tardi!”.

Questa la motivazione che spingera’ i tifosi della Roma a scendere in piazza sabato prossimo per un sit-in di protesta pacifico davanti alla sede della Federcalcio, in via Allegri. L’appuntamento e’ stato fissato tramite un post pubblicato su Facebook dal gruppo “Qui AS Roma Libera” dopo il pareggio di domenica sera in casa del Torino che ha interrotto la striscia di vittorie consecutive in avvio di campionato.

 

ROMA-SASSUOLO. E’ fissato per domenica 10 novembre alle ore 15,00 l’incontro che vedrà come antagoniste le difese opposte; la migliore, quella della Roma con solo 2 reti subite (Biabiany e Cerci) contro la peggior retroguardia (27 centri) del campionato; una partita che appare scontata ma che scontata non è per tanti frangenti. I giallorossi fin quì hanno lasciato per strada solo 2 punti, ed è accaduto nella sfida di due giorni fa con il Torino dopo ben 10 vittorie consecutive. Ma come ci insegna il calcio tutto può accadere: a vantaggio della squadra di Garcia abbiamo che il Sassuolo è una squadra che lascia ampi spazi e lascia giocare al contrario delle ultime partite affrontate dai giallorossi ma le assenze continuano a influenzare il gioco della Roma. Senza Totti e Gervinho è  meno veloce e meno fantasiosa e potente in avanti. Meno prolifica: lo dicono i numeri delle ultime tre giornate: 3 gol fatti, 1 subito nelle tre gare senza il capitano; 24 fatti e 1 subito nelle prime 8 partite con Totti in campo. Cifre inequivocabili ma anche confortate da quanto si vede e si svolge in campo.

Ma purtroppo il rientro di entrambi pare allontanarsi:

Totti: anche se dopo l’ecografia, le condizioni di Totti sono rassicuranti, decifrare i comunicati medici è sempre abbastanza complicato. Fatto sta che anche se il capitano della Roma è passato da un “miglioramento della lesione” a “condizioni rassicuranti”  non vuol dire automaticamente accorciare i tempi del ritorno che rimangono inalterati. Anzi il rientro slitterà di almeno 1-2 settimane; Totti vorrebbe esserci a San Siro il 16 dicembre contro il Milan, ma, ad oggi, non è per nulla scontato che questo accada.

Gervinho: l’’ivoriano ha continuato ad effettuare terapie durante il weekend e non vede l’ora di mettersi nuovamente a disposizione di Garcia. Lo staff medico, però, sta adottando tutte le cautele del caso visto che una lesione al retto femorale è soggetta a facili ricadute. L’ex Arsenal oggi e domani continuerà nel programma di recupero per poi provare a riaggregarsi al gruppo entro venerdì.

Destro:  in mezzo a quest’ospedale da campo si dimentica spesso che nascosto da qualche parte c’è un altro riservista che la squadra ha tutte le intenzioni di richiamare. Bisogna soltanto attendere che l’addestramento sia completato. Mattia Destro è li che aspetta di essere spedito nell’arena; nei prossimi giorni Destro si riunirà ai compagni di squadra sani, in un programma di allenamento che prevede due doppie sedute di preparazione per le giornate di domani e dopodomani.

 

LA REPLICA DEI TIFOSI. I supporters della squadra capitolina non si fanno attendere e già da inizio settimana hanno esaurito la curva Nord e distinti sud come riferito dal profilo Twitter ufficiale della Roma. Ecco il post del club giallorosso:

“Roma-Sassuolo: Distinti Sud e Curva Nord SOLD OUT!

Considerato che mancano ancora sei giorni pieni alla partita, sarà stracciato il primato stagionale di presenze che al momento è di Roma- Napoli con 45.913 spettatori; si prevedono infatti minimo 50.000 tifosi a sostegno della squadra giallorossa, poichè ,in aggiunta ai tifosi di sempre ,giocando di domenica alle 15 si permette anche alle famiglia di partecipare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy