Gigi Riva: “Con Chiesa, Zaniolo e Barella l’Italia aprirà un grande ciclo”

Gigi Riva: “Con Chiesa, Zaniolo e Barella l’Italia aprirà un grande ciclo”

“Per costruire una nazionale competitiva serve tempo. E, soprattutto, non facciamo accostamenti inutili”

di Redazione, @forzaroma

L’ex calciatore Gigi Riva ha rilasciato un’intervista al quotidiano “La Gazzetta dello Sport”. Questa una parte delle sue dichiarazioni su Barella e i giovani talenti chiamati da Mancini in nazionale: “Barella è nato nella scuola calcio che porta il mio nome. Fin da bambino mostrava qualità e tecnica superiori alla media. Sì, aveva anche furbizia e voglia di emergere. Voleva sempre vincere e non tollerava che potesse perdere un contrasto o sbagliare un passaggio. Ricordo di averlo seguito, anche di nascosto, da bordo campo. Mi aveva colpito anche per come calciava. Adesso è pronto per volare”.

 

Il tricolore però non sventola solo per Barella.
Sì, oltre a Nicolò penso anche a Zaniolo, Chiesa, Tonali e gli altri chiamati di recente. Mancini sta lavorando con scrupolo. Sta aprendo un ciclo dopo la mancata qualificazione al Mondiale dell’anno scorso. Ma si deve avere pazienza. “Per costruire una nazionale competitiva serve tempo. E, soprattutto, non facciamo accostamenti inutili”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy