Gervinho perde la fascia ed il web si scatena “Altro che Conte…”

L’episodio di domenica scorsa ha scatenato l’ironia su Twitter. Lui non ci pensa, almeno pubblicamente e fissa gli obbiettivi di questa stagione: “Scudetto e Coppa d’Africa”

di finconsadmin

Un inizio di stagione ad alti livelli con gol importanti per la Roma. Già a segno nella gara d’esordio di campionato contro la Fiorentina e, soprattutto, nella prima di Champions League contro il Cska Mosca, Gervinho continua a far parlare di se. Questa volta però a guadagnare le pagine dei giornali non sono solo le sue prestazioni, fin qui strepitose, ma il look sfoggiato per pochi attimi nel secondo tempo della partita di domenica scorsa, Roma-Cagliari.

La velocità di questo giocatore, ormai insostituibile per Rudi Garcia, mette in difficoltà le difese avversarie, ma questa volta gli ha creato un imbarazzante problema. Il suo look particolare non è una novità, tanto che appena arrivato in giallorosso fu subito soprannominato “Il tendina” per la sua fronte molto spaziosa e la fascia che cercava di coprirla. Ieri però nel corso della terza giornata di Serie A la “copertura” è volata via durante un contrasto di gioco, svelando ai tifosi sintonizzati davanti alla tv la vera portata della sua attaccatura dei capelli. Su Twitter è scattata subito l’ironia, tanto che i capelli di Gervinho sono ancora un trend. I tweet pubblicati sul social sono di vario genere e, se mentre alcuni hanno considerato quella dell’ivoriano una delle peggiori calvizie del calcio degli ultimi vent’anni, altri hanno lanciato un appello per spingerlo a tagliarli. Ecco alcuni commenti:

“Altro che Conte. E’ la sindrome di Agassi!”

“Pare che la nonna di Florenzi abbia pianto allo stadio perchè ha visto i capelli di Gervinho”

“La fascia di Gervinho è stato uno strip tease”

Lui intanto non ci pensa, almeno pubblicamente, e si concentra solo sugli obbiettivi di questa stagione: “Primo, vincere la Coppa d’Africa. Secondo, conquistare lo scudetto. Ma sono in ordine cronologico– dichiara– non di preferenza personale. Ora c’è concorrenza in tutta la rosa ed è una buona notizia visto che siamo impegnati su vari fronti. La mancanza di alternative ci è costata il titolo la scorsa stagione, ora tutto è possibile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy