Gervinho, é lesione: out tre settimane. Roma-Napoli, chance dall’inizio per Ibarbo

Per l’ivoriano stop di tre settimane, dunque salterà le sfide contro Napoli, Torino e Atalanta. Ibarbo è pronto per una maglia da titolare. Domani, con i rientri di Florenzi, Pjanic e Nainggolan, si chiude il capitolo nazionali

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

Gervinho si aggiunge all’elenco degli infortunati. L’esterno giallorosso questa mattina è sbarcato a Roma e si è subito sottoposto a controlli medici per stabilire l’entità dell’infortunio alla coscia che lo ha colpito durante l’amichevole Costa D’Avorio-Guinea. L’esito degli esami ha reso noto che per l’ivoriano si tratta di una lesione di primo grado del bicipite femorale destro. Il che significa che sarà indisponibile per tre settimane (domani inizierà la riabilitazione) e che salterà le prossime tre gare di campionato: Napoli, Torino ed Atalanta, che saranno fondamentali per tenere lontana la Lazio dalla seconda posizione della classifica. “Recuperare il primo posto? Sarà difficile. C’è molta differenza tra la Juventus e noi, ma ci batteremo per giocare il prossimo anno la Champions League”, ha dichiarato Gervinho, prima di fare rientro in Italia, alla stampa africana. Inevitabile poi un commento sul connazionale che insieme a lui milita nella Roma: “Doumbia viene da un altro campionato – ha dichiarato Gervinho – ha bisogno di tempo per adattarsi. Non è così facile… Ma conosco le sue qualità, e so di cosa è capace. Non sono preoccupato, quando si adatta, sarà più facile per lui”.

In una fase delicata del campionato come questa, l’infortunio di Gervinho cade come una tegola sull’attacco di Rudi Garcia, ma meno pesante del previsto. Il tecnico francese infatti può contare oltre che su Ljajic, Iturbe, Verde, Florenzi che con cuore e polmoni si posiziona in ogni reparto, anche su Victor Ibarbo che ha recuperato completamente dal suo infortunio. Il colombiano ha dichiarato che si metterà a completa disposizione di Garcia e che a fine stagione vorrà essere riscattato dalla Roma (è in prestito dal Cagliari) e per far sì che il club giallorosso punti ancora su di lui per le prossime stagioni dovrà dimostrare tutto il suo valore nelle restanti dieci gare di questo campionato. In questo contesto, l’infortunio di Gervinho potrebbe essere per il colombiano proprio l’occasione giusta per mettersi in mostra. E’ tutt’altro che improbabile infatti che Garcia sabato gli consegni una maglia da titolare. Sarebbe per Ibarbo l’esordio dal primo minuto in campionato con la Roma, dopo i tre minuti più recupero giocati nel corso della vittoria di Cesena, ormai distante nove giorni. Ibarbo, qualora venga chiamato in causa nella veste di titolare in una gara decisiva come quella di sabato prossimo contro il Napoli, si farà trovare pronto dal tecnico che lo vede allenarsi con continuità ormai da oltre una settimana: nella seduta odierna il colombiano ha segnato un gol, al quale è seguita l’esultanza per la realizzazione anche se avvenuta in famiglia. Il prossimo step sarà gonfiare la rete di qualche avversario.

 

PAUSA FINITA – Domani, con il rientro nella Capitale di Florenzi, Pjanic e Nainggolan, si chiuderà il capitolo nazionali e tutti gli effettivi a disposizione di Garcia saranno a lavoro per il prossimo appuntamento di campionato. Anche oggi i giallorossi presenti si sono ritrovati a Trigoria per l’allenamento, il secondo di questa settimana. Iniziato con un consueto lavoro atletico, è proseguito con un’esercitazione sul possesso palla, poi una partitella ed infine le finalizzazioni. De Rossi e Doumbia regolarmente in gruppo, al quale si è aggregato anche Federico Balzaretti. Totti ha svolto un lavoro differenziato, come Sanabria, mentre Keita ed Ucan si sono dedicati ad una seduta fisioterapica e per Strootman, Maicon e Castan un lavoro differenziato. La voglia di consolidare il secondo posto è tanta e con la squadra la condivide certamente anche la tifoseria, che vuole sabato una vittoria interna che manca da quattro mesi, e che si dimostra ancora una volta vicina al tecnico e a Daniele De Rossi. All’esterno del centro tecnico Fulvio Bernardini si legge: “Garcia tutta la vita! DDR come ideale!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy