Gervinho: “Ho successo grazie soprattutto a Garcia. Sarà difficile ma vogliamo lo scudetto”

di finconsadmin

Sono sempre stato vivo (ride). Stiamo facendo una buona stagione. Sono arrivato in Italia con il mio allenatore, Rudi Garcia, questa è una cosa positiva. Abbiamo fatto un buon inizio di campionato e stiamo continuando. Siamo soddisfatti”  dice Gervinho in una intervista rilasciata al portale africano lavoixdelamerique.com

Cosa le piace dell’Italia rispetto al calcio inglese e francese?

Ci sono molte partite in Italia, un po’ come Inghilterra. Quanto a me, il mio successo deriva dal mio allenatore. Lo conoscevo già ed ha mantenuto lo stesso sistema di gioco.

Sarà possibile raggiungere la Juventus?

Tutto è possibile secondo me. La stagione è ancora lunga. Mancano ancora due mesi, sarà difficile ma vogliamo mettere pressione sulla Juventus. L’importante è mantenere il secondo posto e qualificarsi per la Champions League.

Lei parteciperà alla prossima Coppa del Mondo in Brasile. Sarà la sua seconda volta?

Sono molto contento di poter partecipare, sarà il mio secondo mondiale, è un sogno per qualsiasi giocatore. L’obiettivo  della Costa d’Avorio è superare la fase a gironi. Possiamo farcela, abbiamo giocatori di qualità che giocano in grandi club e che sono in forma. Il nostro girone non è facile, ma più favorevole rispetto gli ultimi mondiali.

Cosa ne pensa delle polemiche intorno a Sabri Lamouchi sulla guida della nazionale?

Non è un problema, sono i giornalisti che parlano. Sabri ha fatto un buon lavoro da quando è arrivato. Ha formato un gruppo solido, nessuno ha problemi con lui. Il suo contratto termina dopo i mondiali, ma noi stiamo bene con lui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy