Garcia vuole la svolta: “Voglio una Roma ad alti ritmi”. Iturbe per ora resta, Vainqueur è giallorosso

Il tecnico giallorosso vuole una squadra subito arrembante. Iturbe convocato contro la Juventus, Sabatini tentenna sulla cessione

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Alla vigilia del big match tra Roma e Juventus, non tiene banco solo la conferenza stampa di Rudi Garcia, ma anche i movimenti di mercato, a due giorni dalla chiusura della sessione estiva.

ROMA AD ALTO RITMO – Il tecnico francese, questo pomeriggio nella sala stampa di Trigoria per rispondere alle domande dei giornalisti, vuole una Roma arrembante e veloce, capace di iniziare il match contro i bianconeri con lo stesso spirito visto dopo il gol subìto a Verona. “Voglio vedere un ritmo più alto – dichiara il tecnico -. Voglio vedere la Roma che gioca come ha giocato quando ha preso il gol a Verona. Domani dobbiamo iniziare come se siamo sotto sul tabellone, così giochiamo subito per vincere”. Per quanto riguarda la formazione, Garcia si è sbilanciato solo sulla questione Digne. Il terzino francese, a detta dell’allenatore, non partirà titolare, favorendo dal primo minuto Torosidis. “Al 90% la squadra ce l’ho, sto aspettando di capire se Torosidis torna al 100% domani, quando faremo un risveglio muscolare domani. L’abbiamo tenuto fuori per precauzione per un affaticamento muscolare, ma sta comunque recuperando benissimo. Se, come penso torna al 100%, giocherà lui a sinistra, così lasciamo a Digne del tempo per adattarsi a questa squadra. Inizieremo con una strategia, ma ne avremo almeno un’altra o altre due”. Viste le condizioni del terzino greco, ritornato ad allenarsi oggi dopo tre giorni di stop, che sia una strategia comunicativa quella di non inserire oggi Digne tra i primi undici?

SCAMBI DI COMPLIMENTI – “Sono arrivati Mandzukic, Zaza, Dybala, Khedira, Sandro e forse me ne dimentico altri ancora. La squadra che ha vinto gli ultimi 4 campionati è una squadra di alto livello. Quasi nessuna squadra è pronta in questo momento della stagione. […] La Juventus rimane una squadra di alto livello, e domani sarà una grande partita. Dovremo essere al nostro massimo del momento per vincere”. Scambi di complimenti e mani avanti per i due tecnici. Lo stesso Allegri in sala stampa ha dichiarato: “Credo che la Roma abbia fatto un ottimo mercato, si sia rinforzata e soprattutto abbia il dente avvelenato, perchè l’anno scorso, negli ultimi due anni, è arrivata seconda, quindi quest’anno credo abbia tutte le carte in regola e la voglia di poter cercare di vincere il campionato”.

CASO ITURBE – Le due squadre questo pomeriggio hanno diramato le liste dei convocati. Sorpresa in casa Roma, con l’inserimento nei 24 di Manuel Iturbe. La domanda di tutti i tifosi è “Parte o non parte?”. Tutto sta nel tentennamento del direttore sportivo giallorosso, Walter Sabatini, non convinto di lasciarlo andare al Genoa in una stagione piena di impegni tra campionato, Champions e Coppa Italia. Il giocatore sicuramente per Roma-Juve ci sarà, contro il Frosinone chissà.

VAINQUEUR & CO – Chi sicuramente prenderà parte alla trasferta ‘ciociara’ è il nuovo centrocampista giallorosso, William Vainqueur. Il francese, proveniente dalla Dinamo Mosca, è sbarcato oggi nella capitale ed ha effettuato le visite mediche di rito. Stando a quanto riportato dai quotidiani transalpini, il giocatore costerà alla Roma circa tre milioni di euro. Poche ore dopo è arrivato a Roma anche il giovane difensore argentino Tiago Casasola, passaporto italiano, che verrà girato al Como.

Domani atterrerà a Fiumicino anche Ezequiel Ponce, attaccante già di fatto da sette mesi della Roma, lasciato al Newell’s in attesa del passaporto italiano. Al giocatore lo attende un inserimento graduale in prima squadra, probabilmente passando anche per la Primavera di Alberto De Rossi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy