Garcia verso il Livorno, ma è sfida alla Juve

di finconsadmin

(Ansa) «Ci sarà tempo per pensare al quarto di finale contro la Juventus». E quel tempo in casa Roma è arrivato. A 48 ore dall’impegno casalingo in campionato col Livorno, le parole pronunciate da Rudi Garcia subito dopo il passaggio del turno in Coppa Italia ai danni della Sampdoria tornano d’attualità. Il tecnico francese, infatti, nel decidere chi mandare in campo sabato all’Olimpico non potrà non tenere conto della successiva sfida coi bianconeri, in programma martedì sera sempre nella Capitale.

 

Il ricorso al turnover è più che probabile, con cambi i tutti i reparti. In difesa, ad esempio, proprio Burdisso – che ha annunciato l’intenzione di voler lasciare Trigoria (Sabatini è sulle tracce di Heitinga e Paletta come sostituti, e dall’Ajaccio è di ritorno il giovane terzino Crescenzi) – potrebbe trovare spazio, mentre sulla fascia destra Torosidis è pronto a far rifiatare Maicon. In mezzo al campo, poi, assieme all’intoccabile Strootman tornerà De Rossi (inserito tra i candidati alla vittoria del Golden Foot 2014) con l’esclusione di uno tra Pjanic e Nainggolan, entrambi diffidati. Imbarazzo della scelta, infine, per decidere a chi affidare il compito di scardinare la retroguardia del Livorno. Garcia può infatti pescare a piene mani in un reparto offensivo che comprende Totti, Destro, Gervinho, Florenzi, Ljajic e Borriello (quest’ultimo dopo aver rifiutato il West Ham aspetta una chiamata dall’Inter nonostante l’interessamento in Spagna da parte di Elche e Malaga).

 

Insomma, il francese volendo potrebbe optare per un tridente in campionato e uno differente in Coppa Italia. In prima fila per una maglia da titolare col Livorno c’è Ljajic, convinto di poter crescere ancora per aiutare la causa giallorossa. «Finora non ho dato il massimo, sono ancora al 60%, ma sono contento delle mie prestazioni anche se non ho avuto tanta fortuna per le occasioni sbagliate sotto porta. Il gol mi manca e spero arrivi presto – le parole dell’attaccante serbo a Roma Channel – Dal punto di vista collettivo abbiamo fatto bene, stiamo facendo un gran campionato e speriamo di continuare così. Poi vedremo dove arriveremo a fine stagione». «Lo scudetto? La Juve è avanti a tutti ma noi non molleremo fino alla fine, e comunque anche il secondo posto è un ottimo risultato – ricorda Ljajic, prima di soffermarsi sulla gara di sabato – Le partite come quella col Livorno sono le più pericolose. Sarà difficile, loro sono in difficoltà e verranno per difendersi, ma noi vogliamo vincere e scenderemo in campo con la rabbia e l’atteggiamento giusto».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy