Garcia testimonial di FIFA ’15: ecco le sue formazioni ideali – VIDEO

Il tecnico francese si cimenta nel creare la formazione più forte di tutti i tempi, le “leggende” e poi quella che vede in campo le future stelle della nazionale francese

di Marco Cantagalli, @CantagalliMarco

Rudi Garcia sta attraversando un momento difficile. La Roma che divertiva e si divertiva sembra non ritrovarsi più da almeno tre mesi. E nella Capitale ci si interroga sulle cause di questi mali. L’ultimo pareggio contro la Juventus, ha fatto crollare anche quelle residue speranze di una rimonta per lo scudetto. Le ripartenze non sono più l’arma letale a cui la squadra giallorossa aveva abituato tifosi e appassionati del bel calcio. La Roma non corre più come una volta, sembra disordinata e poco lucida durante i match, a tratti non sembra nemmeno una squadra. 

Nel frattempo che la Roma si risollevi dal torpore, il tecnico francese è stato selezionato dalla EA Sport come testimonial per FIFA 2015. Rudi Garcia ha quindi svelato i nomi dei giocatori che compongono il suo undici ideale composto da leggende della storia del calcio. Il modulo scelto dall’allenatore giallorosso non è il solito 4-3-3, ma un super offensivo 3-4-1-2. Ma andiamo a vedere la formazione: partendo da Peter Schmeichel, portiere storico del Manchester United che ha conquistato tutti i possibili trofei a livello di club. La linea a 3 in difesa è composta da ben due italiani: Fabio Cannavaro e Paolo Maldini. A completare il reparto arretrato spunta Franz Beckenbauer, libero del Bayern Monaco e della Germania. 

La linea mediana, invece, è formata da due vecchie conoscenze del campionato italiano come Patrick Viera e Ruud Gullit. L’esterno di sinistra dei sogni di Rudi Garcia è Roberto Carlos, mentre quello di destra è Luis Figo, tecnica e cervello a servizio della squadra.

A sorpresa, forse, nel ruolo di trequartista dietro le due punte ecco Robert Pirès. L’ex Arsenal abbinava qualità e rapidità, caratteristiche che gli hanno permesso di vincere da titolare e da protagonista anche il Mondiale del ’98 e l’Europeo del 2000 proprio contro l’Italia dell’astro nascente Francesco Totti.

Per completare la formazione leggendaria, l’allenatore francese ha scelto Marco van Basten in coppia con Pelè. Roba da far impazzire le difese di tutto il mondo. L’eleganza raffinata del cigno di Utrecht che duetta con Edson Arantes do Nascimento, detto appunto Pelè, considerato da molti esperti e appassionati il miglior calciatore di tutti i tempi, per via della sua completezza. Intelligenza tattica, dribbling, colpo di testa, abilità fisiche, tecnica pura, istinto del gol. 

Eppure, il tecnico della squadra capitolina non si ferma qui. E così si cimenta anche in una formazione che vede in campo le future stelle della nazionale francese. Chissà che non possa nascondere anche qualche indicazione per la prossima campagna acquisti giallorossa?

Ma intanto procediamo con ordine. Tra i pali Alphonse Areola, estremo difensore classe ’93 del Bastia e della nazionale francese Under 21, di proprietà del Paris Saint Germain. La difesa a tre è composta da Kurt Zouma, difensore centrale del Chelsea dal fisico imponente, schierato spesso da titolare da Jose Mourinho nonostante abbia appena compiuto 20 anni, Aymeric Laporte, centrale dell’Athletic Bilbao su cui hanno messo gli occhi tutte le big d’Europa. Anche lui ventenne. Infine, Samuel Umtiti, difensore classe ’93 del Lione, accostato nella scorsa finestra di mercato alla Roma. Il centrocampo è formato da un altro giocatore del Lione, Jordan Ferri, passaggi filtranti e tiri forti e precisi sono il suo marchio di fabbrica. Accanto a lui Jordan Veretout, regista basso del Nantes classe ’93 con capacità di inserimento e prezioso in zona gol. Sugli esterni Georges-Kévin N’KoudouPaul-Georges Ntep. Il primo è un ala veloce e tecnica, dotato di un buon tiro dalla distanza che è esploso in questa stagione con la maglia del Nantes, nonostante i suoi diciannove anni. Il secondo, invece, è già il giocatore più importante del Rennes. Su di lui, oltre alla Roma, si sono interessate le big di Francia, oltre al Tottenham. Dietro le due punte ecco Nabil Fekir, di proprietà del Lione. Baricentro basso e tanta rapidità, mancino puro da buoni intenditori. La coppia di attaccanti è formata da Kingsley Coman, ora della Juventus ma ex-Psg. Talento e classe cristallina con ampi margini di miglioramento. L’età è tutta dalla sua parte essendo un classe ’96. Per ultimo, un po’ a sorpresa, spunta Claudio Beauvue, centravanti prolifico del Guingamp.

 

 

di Marco Cantagalli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy