Garcia: “Gervinho ci regala più opzioni offensive. Rugby due giorni prima di noi è una programmazione strana. Destro convocabile ma non è ancora al 100%”

di finconsadmin

Ecco le parole del tecnico giallorosso Rudi Garcia rilasciate  in conferenza stampa in vista del Monday night match dell’Olimpico contro il Cagliari.

Cosa si aspetta dalla sfida contro il Cagliari? C’è pressione sulla Roma che domenica per la prima volta potrebbe perdere il primato?
“E’ una squadra che gioca a calcio con giocatori forti. Giochiamo in casa e abbiamo voglia di vincere. Siamo primi e dipende solo da noi”.

 

Cosa ne pensa dell’ingresso dei Cinesi?
“Sono cose che riguardano la società. Io parlo di calcio”.

 

Ritorna Gervinho, quanto è importante? Sente la pressione di venir considerato insieme a  Totti come il salvatore della patria?
“Dopo le partite delle nazionali, a parte Torosidis tutti posso giocare. Abbiamo bisogno di tutti per vincere. Gervinho è molto importante per me. Ha un profilo unico che mi garantisce profondità e, grazie ai suoi dribbling, superiorità numerica. Anche lui ha però bisogno del gioco della squadra”.

 

Nelle ultime due partite De Rossi ha giocato più schiacciato verso la difesa. Ha sentito il bisogno di difendersi di più vista l’assenza della coppia di centrali titolare?
“La posizione di Daniele cambia in base al numero di attaccanti che schiera la squadra avversaria”.

 

E’ preoccupato dalle condizioni del campo?
“Vedere una partita di rugby due giorni prima di una di calcio mi sembra una programmazione strana. Il rugby non ha bisogno che la palla rotoli, noi si”.

 

Viste le condizioni del campo farà accorgimenti tattici.
“Il campo Lunedì non sarà perfetto. Una squadra forte deve essere brava e sempre pronta ad adattarsi”.

 

Come sta Mattia Destro? E’ convocabile?
“Sul piano medico è guarito. Sul piano fisico bisogna lavorare molto. E’ convocabile ma non sarà al 100% e non potrà aiutare la squadra per tanti minuti. Ha bisogno di giocare per trovare la forma migliore. Il ginocchio risponde in maniera perfetta”.

 

Cosa pensa delle caratteristiche di Destro?
“Siccome era infortunato ho visto le sue vecchie partite. E’ un attaccante completo che sta al posto giusto nel momento giusto. E’ un ragazzo che ha il goal nel sangue. Sta migliorando anche dal punto di vista psicologico. E’ contento di andare sul campo”.

 

C’è un problema terzini?
“Vedremo domani per Balzaretti. Spero si possa allenare ed essere convocato. In caso non ce la facesse ho pensato ad altre opzioni. Anche Maicon ha giocato due volte novanta minuti in tue giorni. Questo è un fatto. Penso però che non ci saranno problemi per Maicon, Dodò e Balzaretti”.

 

Borriello come sta?
“Marco sta bene. Domani torna in gruppo e sarà dei nostri”.

 

Se non dovesse giocare quanto cambia la Roma?
“E’ sempre meglio avere la scelta. Lui è un attaccante d’aria, ha bisogno di cross dalle corsie laterali. Se non c’è è ovvio che il gioco cambia”.

 

Totti e Gervinho connubio vincente. Senza il capitano chiederà a Pjanic di servirlo di più in profondità?
“Senza Totti e Gervinho abbiamo vinto tre partite e pareggiate due per episodi. Sono contento del ritorno di Gervinho ma tutti sono fondamentali e ci possono far vincere”

 

Ha paura di avere una pressione psicologica?
“Il nostro percorso dall’inizio della stagione non può che non dare fiducia a tutti. Vogliamo continuare per il meglio. Nonostante questo percorso incredibile abbiamo solo un punto di vantaggio sulla Juventus”.

 

Lunedi probabilmente schiererà Ljajic-Florenzi-Gervinho. Tridente inedito, cosa si aspetta da loro?
“E’ una vostra scelta, vedremo se sarà la mia lunedì. Ho diverse possibilità, chiunque giocherà farà bene. Tutti possono essere decisivi, questa è la cosa più importante. nella nostra Roma il pericolo può arrivare da tutte le parti e questo mi piace, significa che la squadra ha un gioco che può portare tutti i giocatori a essere decisivi”.

 

Freme all’idea di incontrare la Juventus al ritorno dalla pausa natalizia?
“Non penso a quella partita. Ci sono cinque partite prima di Juventus Roma”.

 

“Voglio finire con un pensiero alla tutta la popolazione della Sardegna. Lunedì sarà solo una partita di calcio ma il nostro pensiero va a chi sta soffrendo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy