Garcia: “I ragazzi hanno mostrato di essere uniti. Tutti insieme vinceremo”

L’allenatore giallorosso nel post partita: “Un bel segno che abbia segnato De Rossi, il nostro capitano questa sera. Anche Doumbia ha fatto una buona gara. Salih Ucan è un talento”

di Redazione, @forzaroma

Nel post partita di Cesena-Roma, terminata 1 a 0 in favore dei giallorossi, Rudi Garcia è stato intervistato dai microfoni di Sky Sport, Mediaset, Rai Sport, Roma TV e della sala stampa del Manuzzi. Ecco di seguito le sue dichiarazioni:

 

GARCIA A ROMA TV

 

Prestazione convincente.
Mi è piaciuto vedere una Roma con i giocatori uniti. E anche che sia stato De Rossi a segnare è importante, i festeggiamenti sono stati una cosa importante. Con questo campo si doveva lottare. Oggi siamo stati solidi in difesa e la palla è entrata in porta almeno una volta.

Ora la pausa: vi libererete la mente?
Sì è interessante vincere prima di una sosta così lavoriamo più serenamente. Auguro il meglio a chi parte con la nazionale, ma mi auguro che tornino sani. La partita contro il Napoli la prepareremo in questi 15 giorni, questa settimana, ma anche la prossima, quando ci saranno tutti.

Vittoria delle sue scelte. Una sua definizione per Ucan?
Un grande talento. E’ stato fermato da troppi infortuni, ha bisogno di adattarsi con la lingua, parla un italiano precario ma il talento ce l’ha. Da un mese/un mese e mezzo, gli ho detto di prepararsi perché vedevo che in allenamento mostrava belle cose. Sono contento della sua partita, come sono contento di Lorenzo Pellegrini. E’ stato il migliore in campo contro il City con la Primavera e in allenamento. Questo campo di erba lo conosce alla perfezione. Ci ha aiutato con la sua tecnica ed il suo fisico.

 

RUDI GARCIA A SKY SPORT

 

Non una partita in dimenticabile ma buone risposte dalla squadra. E’ così?
I ragazzi hanno mostrato di essere tutti uniti. Non è un campo facile, dove alcune squadre hanno anche perso. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, solida. Dopo ha provato in tutti i modi sa segnare e mi piace che a farlo sia stato il nostro capitano De Rossi.

L’abbraccio collettivo?
I ragazzi sono sempre rimasti uniti. Questa gioia era collettiva. Daniele ha voluto condividere la gioia con la panchina e sono usciti tutti. Un bel segno.

Doumbia è in ritardo?
Sono contento della sua partita. E’ la prima vera, visto che all’inizio non era pronto. Questa sera è stato molto utile alla squadra, ha fatto una buona gara pensando alla squadra.

Ucan?
Il calcio è così. Abbiamo giocato meglio le ultime partite ma le abbiamo perse. Questa sera con il gioco del Cesena c’è da lottare tanto, su un terreno dove i rimbalzi non sono normali. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra. Abbiamo provato a mettere il pallone a terra e su questo Salih Ucan è un talento. La tecnica individuale è tutto il lavoro che ha speso in quest’ultimo mese e mezzo da quando è tornato dall’infortunio.

La piazza di Roma e la sua privata l’ha condizionata in questo periodo?
Mi piace parlare di calcio. Mi sento a mio agio parlando di calcio. Sono al centro dei miei giocatori e con loro. Tutti insieme faremo in modo di vincere le partite. Per il momento non c’è nulla di fatto, oggi abbiamo vinto ed era il nostro obiettivo. Non serve a niente guardare avanti, dire che ci sono dieci partita. Bisogna solo concentrarsi sulla prossima partita, contro il Napoli. Vediamo queste due settimane dove i giocatori vanno in nazionale, magari è anche il momento per veder i giovani della primavera come faccio in questi casi. Sono fiero dell’esordio di Pellegrini, è bravo e potrebbe diventare un buon centrocampista della Roma.

 

RUDI GARCIA A RAI SPORT

 

Roma che torna a vincere dopo un mese. Lo fa in forza alle sue scelte o solo per la reazione alla contestazione?
La squadra è unita e stasera ne abbiamo avuta la dimostrazione, anche nel festeggiamento del gol di Daniele. Questi ragazzi lottano insieme. Non è stata la miglior nostra partita ma dovevamo adattarci a questo campo dove per me non si può giocare a calcio, la palla rimbalza troppo. Abbiamo giocato con orgoglio peccato che non abbiamo inquadrato troppo la porta. Ma alla fine sono arrivati i tre punti quelli che volevamo.

Abbiamo letto delle cose anche ridicole, soprattutto oggi, come cause di questo momento critico della Roma. Quali sono i due motivi principali al di là degli infortuni?
Quest’anno non è la stessa rosa dell’anno scorso e non si può paragonare le due stagioni. Evitiamo di parlare delle assenze ma questo è un parametro che racconta la nostra stagione. Il campionato non è finito, noi ci siamo, ci crediamo avevo detto ai ragazzi di concentrarsi sulla partita e loro lo hanno fatto. Faremo così partita dopo partita perché non abbiamo altra scelta.

Il gioco ancora latita però…
Questa sera la differenza è che almeno la palla è entrata. Abbiamo giocato meglio il primo tempo contro la Sampdoria e contro la Fiorentina in Coppa Italia. Oggi sono contento che la ruota sia girata dalla parte nostra e felce perché i ragazzi hanno dato tutto per l’intera partita.

 

GARCIA A MEDIASET PREMIUM

 

Che partita è stata?
Mi è piaciuto atteggiamento della squadra, i giocatori hanno mostrato carattere sono stati uniti. Lo si è visto anche nell’esultanza del gol. Il risultato viene sempre dal campo. Non è stata la miglior Roma della stagione, ma abbiamo lottato come una squadra unita. Cioè quello che siamo.

Ucan e Doumbia?
Salih sta facendo bene in allenamento da un po’ di tempo, da quando è tornato dal suo ultimo infortunio. Ed è un po’ che gli dico di prepararsi. Peraltro è un giocatore tecnico e su questo campo, viste le assenze, poteva fare bene. L’ho tolto perché era ammonito e non volevo finire in 10. Doumbia ha giocato per gli altri, ha fatto una gara collettiva, ha aiutato i compagni e ha lottato. Sta meglio, tutto ciò è interessante per noi.

Ora arriva la sosta.
Abbiamo giocatori stanchi, abbiamo giocato molto ultimamente. Speriamo che tornino tutti sani dalle nazionali.

Tifosi riconquistati?
Le cose sono semplici. Se vinciamo, loro sono contenti. Ma noi siamo i primi ad esserlo se arrivano i 3 punti. Prima di questa gara ci siamo concentrati solo sul Cesena, senza fare conti. La prossima gara sarà sempre la più importante fino alla fine della stagione. Andremo avanti così.

C’è stato un problema di voglia da parte dei calciatori? E De Rossi?
Non è un problema di voglia dei giocatori. Abbiamo giocato molto meno bene oggi che le ultime due partite. Ma oggi abbiamo segnato, le altre volte no. Il calcio è un po’ bizzarro. Lavoriamo sugli inserimenti dei centrocampisti, come nell’azione del gol di Daniele. Bisogna avere equilibrio. Comunque, bel segno che abbia segnato Daniele questo gol.

Un problema il sintetico? Ora torneranno molti dai rispettivi problemi fisici?
Quando abbiamo una rosa intera è più semplice avere concorrenza, quando abbuiamo una rosa stretta come è stato durante tutta la stagione è più complicato. Sono contento di Pellegrini, ieri è stato il migliore in campo con la Primavera, conosce bene il sintetico. A Roma ci si allenano i ragazzi. Potrebbe esser un centrocampista importante per la Roma del futuro.

 

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

 

I ragazzi hanno fatto tanti sforzi. Difendere contro il gioco del Cesena dove giocano lungo, non si fa senza sforzi. Poi abbiamo provato a mettere palla a terra anche se su un campo così non è mai calcio. Troppi rimbalzi, questi campi in Francia ora li riportano di nuovo in erba. I ragazzi sono stati bravi ad adattarsi al campo e al gioco del Cesena. Non abbiamo inquadrato abbastanza, ma la palla è entrata una volta e questo gol è bastato per vincere. Non abbiamo sofferto quasi nulla.

Una considerazione su Ucan. E poi, pensa di poter recuperare Maicon per il Napoli?
Salih è tecnico, su questo campo era interessante vederlo. Ma anche perché l’ha meritato, è da un mese e mezzo che lavora bene. Sapeva che il suo momento stava per arrivare. L’ho tolto per il giallo e per non rimanere in 10 e mettere in pericolo il risultato. Sono contento anche per Pellegrini; è stato il migliore con la Primavera a Latina e il migliore nell’ultimo allenamento. Lui conosce bene questa erba. Potrebbe diventare un centrocampista importante per il futuro della Roma. Maicon? Sta meglio, ora avremo 15 giorni per lavorare. Più avrò giocatori più lavoreremo meglio.

Cosa sarebbe successo se la Roma avesse perso oggi? E poi, come mai la sostituzione di Ljajic?
Non pensiamo mai a questo. Giochiamo le partite e non facciamo previsioni sul dopo partita, pensiamo solo a vincere. Su Adem, sta bene, ha giocato bene. Volevo mettere altezza nella squadra con Mapou. Florenzi è un equilibratore, ma avevo previsto di far entrare un giocatore veloce come Iturbe o Ibarbo al posto di Gervinho, ma Victor poteva aiutare anche in difesa.

Sferzata di adrenalina positiva il fatto che la Lazio era là dietro?
Non ci pensiamo, pensiamo solo a noi. Quando vinciamo guardiamo gli altri, oggi qualcuno dietro di noi ha vinto, altri hanno pareggiato. Ma conta solo il nostro percorso, contano solo ne nostre partite, non le altre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy