Garcia: “Gioco collettivo e tante occasioni. Sono contento, tranne che per il gol preso”

di finconsadmin

Ecco le parole di Rudi Garcia ai microfoni di Sky, Mediaset, in sala stampa e a Roma Channel al termine di Roma-Atalanta 3-1.

 

GARCIA A  SKY
Roma bella e vincente. Si può fare di più?
Sì, si può non prendere quel gol e meglio sulla continuità della gara. Ma ho visto una Roma alla grande e un gioco di squadra. Bellissimi gol, mi è piaciuto tanto il secondo ma anche il terzo. Sono occasioni collettive e per un allenatore è una soddisfazione.Ljajic e Dodò, dopo molto tempo in panchina oggi in campo. Gli ha fatto bene la panchina?
No non c’entra. Quando la squadra funziona ci sono delle scelte da fare ma li devo tenere attenti e pronti. Stasera ero sicuro che in campo c’era la migliore Roma. Ero sicuro della qualità del gioco di stasera e dell’atteggiamento ositivo. Ottimo aver allungato sul terzo e non essere solo un giorno a meno 5.Taddei ha una bellissima storia alla Roma. Dirà qualcosa su di lui in scadenza di contratto?
Lo dirò quando sarà il momento. Lavoriamo così con Sabatini da inizio stagione ma non è solo il caso di Rodrigo. Ora poensiamo a finire la stagione con più vittorie possibili perchè il primo posto è ancora raggiungibile.Anche Toloi sta dimostrando di valere, è molto affidabile.
Sono molto d’accordo. Già contro il Torino aveva fatto una grande gara. Sono Immobile aveva fatto un gol mondiale.. Stasera abbiamo visto un Toloi con personalià in grado di leggere l’azone, forte sul piano tecnico e fisico. Ha fatto un intervento di grande classe.Avete un’ottima difesa, un contropiede tra i migliori d’Europa.. Cosa potrebbe mancarvi per far bene anche in Champions?
La domanda è fatta bene ma andiamo avanti. Il sogno di un allenatore è di tenere la rosa intera e migliorarla con acquisti. Ma vedremo, non è il tempo di rispondere a questo. Ne parlaremo con Sabatini e col presidente perchè lui sà la potenza economica della squadra. Solo voglio giocarla per vincerla, spero di avere la possibilità di avere una squadra per andare avanti.

Lei è un mago della concretezza e riporta in auge il contropiede. Con questa strategia si può vincere in Europa?
Non lo so perchè per il momento ci sono tante grandi squadre. La strada sarà lunga per essere tra le più grandi che è un obiettivo del presidente. Questo non si fa in un giorno come Roma non è stata fatta in un giorno. Lo sapremo l’anno prossimo. La squadra di quest’anno sa fare tutto con alti livelli, pressando alto in modo da vietare all’Atalanta di uscire con facilità. L’atteggiamento con e senza palla della squadra mi è piaciuto e così dobbiamo rimanere.

 

 

GARCIA A MEDIASET

Sul gioco, bella vittoria
Mi è piciuto tanto il gioco della squadra. Il secondo e il terzo gol sono frutto di azioni collettive da grande squadra

Tante assenze, eppure oggi avete giocato come poche altre volte
E’ la qualità deklla squadra, della rosa. Tutti sanno che il momento può arrivare per tutti. Mi fa piacere vedere i miei giocatori felici dopo aver segnato. Siamo tra i migliori nel repèarto offensivo

Lunedì sera davanti al televisore…
Abbiamo allungato sulla terza e accorciato sulla prima: ora la pressione ce l’avranno loro. E avremo un giorno di più per lavorare

Un sogno chiamato scudetto?
FIno alla fine, se facciamop il nostro, ci possiamo credere. Mettiamo pressione agli altri: mostriamo la nostra personalità, abbiamo vinto 24 partite

E’ la squadra che gioca meglio in Italia?
No, questo non posso dirlo. Io voglio che la squadra giochi così con continuità: è difficile fare questa cosa, giochiamo per vincere e per divertire i tifosi

Ognuno ha un ruolo, ma ognuno si mette a disposizione. Come fa a ottenere un consenso così largo?
La risposta è una: il piacere. Quello che hanno loro quando sanno che devono giocare: hanno giocato benissimo, una delle migliori partite finora. Sono soddisfatto: possiamo fare meglio ma sono davvero soddisfatto. Il gol non ba preso

Sui gol
Mi sono piaciuti tutti i gol. De Rossi: era facile rimanere in difesa sul gol di Adem, ma se stava lì vuol dire che ci sono inserimenti e che dietro c’è equilibrio. Ognuno gioca per l’altro, è una delle nostre forze

Cosa si aspetta dal ricorso per Destro?
Niente, mi dicono che devo andare… (ride, ndr). A me piacciono logica e buonsenso, sono sicuro ci saranno

Quel segno “cinque” con la mano
Non dobbiamo mollare: quando c’è un gol in 5 minuti può succedere di tutto, quindi voglio tenere alta la concentrazione

 

 

GARCIA SALA STAMPA

 

Si può dire che questa sera è stata una Roma perfetta? C’è più soddisfazione visto che c’erano tante assenze?
Non avevo dubbio su questa cosa, la migliore Roma è uscita sul campo. Ognuno è importante, lo abbiamo visto stasera con Toloi, Dodò, Ljajic, Taddei. Questo atteggiamento collettivo è una soddisfazione, vedere anche questi tre gol belli che abbiamo fatto.

 

Ha chiesto la conferma di Taddei?
Ho detto che un allenatore quando ha una rosa cosi e fa una stagione straordinaria, la sua voglia è di tenere la rosa intera e migliorarla con altri acquisti. Ma di questo ci sarà tempo.

 

Abbiamo subito cinque gol nei primi tempi e quattordici nella ripresa. Da cosa dipende?
In casa prendiamo troppi gol in queste settimane, abbiamo anche una squadra che segna tanti gol, penso siamo il secondo attacco. Fino a che vinciamo non fa niente, ma dobbiamo vincere. Dobbiamo lavorare e essere più concentrati, più cattivi. Sul piano difensivo è più facile risolvere le partite.

 

Quale è il segreto di Garcia in alcuni giocatori?
Nessun segreto, il merito è dei giocatori che giocano un po’ meno. Loro sanno che ognuno può avere il suo momento e che i titolari di domani saranno i sostituti di oggi. Quando entrano in campo sanno precisamente il loro ruolo e quello che mi aspetto da loro. Avevo  chiesto di giocare con entusiasmo stasera.

 

L’uomo simbolo di questa stagione, da un sondaggio sono stati indicati undici giocatori diversi
Mi piace questa risposta dei tifosi, vuol dire che ognuno ha fatto bene e può dare il suo. Abbiamo anche dei singoli forti ma l’espressione individuale è più facile con questo gioco di squadra.

 

Non avete sofferto l’assenza di Destro, il gioco d’attacco è sembrato lo stesso
Con Destro giochiamo in maniera diversa rispetto a quando c’è il Capitano, la squadra sa bene come usare un giocatore come Mattia o un altro giocatore come Francesco. Quello che conta è avere attaccanti complementari, oggi ho visto un centrocampo con geometria variabile. Nel secondo gol De Rossi è quello che termina l’azione. Uno deve andare avanti senza avere il dubbio che ci sia uno dietro.

 

Ha un riscontro di stima e rispetto dei giocatori?
Sono stato anche giocatore, con l’allenatore c’è sempre una barriera. Sono quello che fa le scelte e non posso avere un rapporto di amicizia, è più facile per i vice allenatori che possono avere un rapporto più vicino ai giocatori. Ci sono alcune cose che sono uscite e mi fanno pensare che stiamo bene tutti insieme, come le parole di De Rossi al mio compleanno.

 

Un Toloi molto determinato. Quanto punta su di lui?
Ha fatto benissimo, ha capito subito quello che mi aspettavo da lui. Ha fatto degli interventi di grande classe. Sono contento ma ero sicuro, anche con il Torino aveva fatto una gran partita, sul gol di Immobile il merito era solo della giocata del Torino. Stasera abbiamo avuto una difesa brasiliana, sul piano difensivo a parte il gol abbiamo difeso bene.

 

La sua sul caso Destro?
Già ho risposto, sono uno a cui piace la logica e il buon senso. Mi aspetto giovedi che sia una decisione normale, di buon senso e logica.

 

Quanti giocatori dovrebbe acquistare di livello la Roma per competere in Champions?
Dobbiamo lavorare con Walter e parlare con il Presidente. Sappiamo tutti che il Presidente ha un progetto di alto livello ma sappiamo anche che Roma non è stata fatta in un giorno. La strada sarà lunga ma se possiamo e speriamo di poter farlo sarà importante non solo giocare in Champions ma andare avanti, almeno superare il girone. Ma è presto per parlare di questo.

 

 

GARCIA A ROMA CHANNEL

Partita molto bella e piacevole. Ha regalato il sorriso ai tifosi.
Mi è piaciuto il gioco e l’atteggiamento. Questo ritmo alto e questi tre gol sono veramente belli. Ognuno ha giocato per l’altro e per un allenatore questo è molto bello.

Una gran lavoro sul collettivo.
C’è sempre un lavoro da fare. Ma quello i giocatori che fanno gli viene ripagato sul campo. E stasera si è visto.

Il possesso non deve essere fine a se stesso, lo disse lei. E ora sta dimostrando che può renderlo incisivo.
Dobbiamo prendere palla per recuperare energie e poi ripartite. E’ questa l’intelligenza della squadra. I tre centrocampisti devono sentire quando abbiamo bisogno di lavorare sull’atteggiamento dell’avversario. Dopo intervengono o gli attaccanti o i terzini che devono essere messi in condizione di spingere.

Più sorridente del solito stasera Ljajic. Anche molto bello l’abbraccio tra lei e l’attaccante.
Non solo il gol, ma anche l’assist per Gervinho. Ho parlato con Adem prima della gara. Doevava fare le scelte giuste in campo e mostrare il suo valore ma sopratuttto prendere piacere a giocare. E’ importante per noi e così la squadra andava avanti. C’è sempre un momento per tutti, anche Toloi, e vabè Rodrigo ma di lui non ne parliamo più.. (ride)

Daniele ha una lettura tattica incredibile.
Ci avviciniamo ai Mondiali, no? E’ stata davvero una prestazione mondiale.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy