Garcia: “Abbiamo grinta e sappiamo difendere. Gol annullato? Non sono sicuro…”

Le parole del tecnico giallorosso al termine del match tra Napoli e Roma

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match tra Napoli e Roma è intervenuto ai microfoni dei giornalisti il tecnico giallorosso, Rudi Garcia.

GARCIA A PREMIUM

Risultato importante, ma la Roma non ha mai tirato in porta?
Abbiamo tirato in porta almeno una volta nel secondo tempo, di testa. Nel primo tempo non mi ricordo neanche una situazione pericolosa per l’avversario. Qua Inter, Juve e Fiorentina hanno perso perché è una gara complicata. Nel primo tempo abbiamo avuto le occasioni con Salah e Manolas, mentre nella ripresa abbiamo fatto abbastanza per fare un gol che sembra non valido.

La Roma ha rischiato a destra con Florenzi e Gyomber?
Non era facile entrare in corsa. Sappiamo che il loro lato sinistro è il loro lato forte. Sono contento perché ho visto una Roma con molto solidarietà che non ha lasciato neanche e un centimetro all’avversario.

Può essere la svolta un pareggio qui?
L’autostima c’è, sappiamo già di avere qualità. L’obiettivo ora è quello di qualificarci mercoledì, al prossimo turno di Coppa Italia, e poi pensare alla partita di domenica. Questa squadra ha dimostrato oggi di avere grinta e di saper difendere. Il portiere e i difensori sono stati spesso criticati, ma stasera abbiamo visto una Roma ben organizzata e molto difficile da affrontare.

Sul gol?
Quando fa il cross la palla è sicuramente dentro, mentre dopo il cross sembra che è uscita, ma non è sicuro. Voi vi state pensate sempre a difendervi, si può dire che non si sa se è uscita o no? Anche io ho visto le immagini e non sono d’accordo, come facciamo? Rispetto la decisione del guardalinee, ma non si può dire che è uscita al 100%, l’ha vista solo lui.

Come giudica la partita di Dzeko?
Ha dato tanto e ha avuto pochi palloni per fare gol. Ha fatto una partita di sacrificio, sapevamo che avrebbe avuto pochi colpi da sparare con una gara organizzata per non soffrire gli attacchi del Napoli. Ci bastava una palla per vincere e ci siamo andati veramente vicini.

Florenzi in difficoltà con Insigne?
No, finché ha avuto benzina ha retto contro un grande giocatore. Ricordiamoci che in Europa League il Napoli giustamente ha schierato la squadra B perché erano già qualificati mentre noi abbiamo giocato una gara importante in Champions dove abbiamo lasciato molte energie sul campo contro il BATE.

Perché questi alti e bassi?
Giochiamo ogni tre giorni e sappiamo bene che la fiducia è una cosa importante. La squadra non deve temere nulla. Abbiamo anche giocatori che non sono abituati a giocare ogni tre giorni come Digne, Iago Falque o Rüdiger, sta tornado Gervinho e Salah ha appena recuperato dall’infortunio. A volte un po’ di fortuna può aiutare. Stasera c’è stato un gol non convalidato e non si sapeva con certezza se fosse giusto annullarlo, mentre a Torino c’è stato dato contro un rigore inesistente.

GARCIA A SKY

Una partita con due aspetti dominanti: 1) la ritrovata fase difensiva, soprattutto con la coppia centrale in grande crescita, 2) la scarsa qualità del possesso palla, qualche volta vi è mancata la lucidità e la tecnica per ripartire.
Penso che pareggiare al San Paolo è sempre un buon risultato, soprattutto in questo momento. Non dico solo il nostro, ma anche in cui il Napoli fa tanti gol, soprattutto in casa. Siamo riusciti dove la Juventus, la Fiorentina e l’Inter non sono riusciti. Questo è un ottimo risultato ottenuto con organizzazione difensiva di grande qualità. Era possibile fare meglio sull’utilizzo della palla, ma abbiamo fatto anche abbastanza per poter vincere questa partita. Il pareggio mi sembra più normale. Visto l’episodio nel secondo tempo era possibile anche per noi vincere questa partita.

Arrivare ad una verità definitiva sul gol annullato a De Rossi è impossibile. Che idea si è fatto?
Spero che la nostra sfortuna questa sera non sia l’infortunio al guardalinee (ride, ndR). Non si può dire se è uscita o meno, possiamo solo dire al 100% che quando Ruediger calcia la palla è dentro al campo. Poi ha deciso così il sostituto del guardalinee, dobbiamo rispettare la decisione. Peccato perché i ragazzi sono stati bravi a sfruttare le poche occasioni avute. Non so se la palla è completamente uscita, perché deve essere così nel regolamento. Non possiamo dire niente su questa cosa.

La prossima volta mettiamo una telecamera sul tetto, così abbiamo anche l’immagine dall’alto.
Ma quante camere ci sono in una partita di calcio?

Stasera 16 telecamere.
Su 16 non ce n’è nemmeno una sulla linea? (ride, ndR)

Abbiamo visto in troppe situazioni lanci lunghi invece del fraseggio di qualità. Fretta? Paura? Squadra che non sta benissimo di testa? Quasi tutti i suoi giocatori hanno capacità di giocare palla a terra.
Potevamo fare meglio sull’utilizzo della palla, ma il Napoli pressa bene, che pressa subito quando perde la palla, che gioca molto alto con i 4 difensori molto stretti. Provare un po’ in profondità era una buona idea, ma con un Salah non al 100% ancora era più complicato trovare questa soluzione. Per Edin, anche se l’ha fatto, meglio trovare il pallone nei piedi o sul petto. Siamo ripartiti un po’ troppo bassi, ma questo era previsto. Serve a saltare il primo pressing, dopo, appena saltato, era possibile giocare meglio con attacchi rapidi e anche con queste giocate in profondità.

La preoccupa la solitudine di Dzeko in certi momenti delle partite?
No no, è casuale. Ho anche messo Pjanic alle sue spalle così non si sentiva troppo solo, ma le due linee a 4 che abbiamo messo sul campo oggi hanno veramente lavorato con grande lucidità ed intelligenza, questa è una buona cosa. Adesso serve solo qualificarsi mercoledì e vincere domenica. Poi ci sarà da riposare un po’, ci manca un po’ di benzina. Quando lottavamo e lasciavamo tanta energia fisica e mentale mercoledì, giovedì la squadra titolare del Napoli stava in panchina o a casa. È normale che questa sera si sia vista un po’ di stanchezza, ma veramente poca perché i ragazzi sono stati bravi a mostrare solidarietà, grinta e a non lasciare nulla alla sorte, o quasi.

Florenzi? Il passaggio da esterno d’attacco a quello di difesa è difficile. Lui si sta applicando, ma ancora una volta gli allenatori avversari preparano la partita per andare ad offendere soprattutto da quella parte. Non è d’accordo, lo vedo.
Non posso essere d’accordo perché il lato forte del Napoli è a sinistra, con la partecipazione di Ghoulam, con Insigne che entra sempre all’interno e gli inserimenti di Hamsik che il giocatore più offensivo del centracampo. Questo lo sapevamo, Iago Falque ha fatto veramente un lavoro importante, come De Rossi. Florenzi sta bene, è calato un po’ fisicamente negli ultimi 10’, per questo prima l’ho alzato e dopo l’ho fatto uscire, ma ha difeso benissimo. Insigne gioca quasi sempre all’interno, era previsto così, di andare con lui e lasciare Ghoulam a Iago Falque. L’hanno fatto benissimo, oggi giocavano contro giocatori di grande qualità, Insigne è un ottimo giocatore, Mertens è allo stesso livello. Sono contento di loro e di Florenzi.

Deluso e preoccupato di questo -7 dall’Inter? Se lo aspettava?
Ho detto che ci mancano 4 punti: 2 di Bologna, quella partita di waterpolo la potevamo vincere e non l’abbiamo vinta per colpa nostra, e i 2 di Torino. Nessuno ce li riderà. Ridarà più che riderà, perché non fa ridere (ride, ndR). Questo non è colpa nostra. La classifica dobbiamo guardarla con tranquillità. Siamo alla 16esima giornata, ce ne sono tante per tornare ancora più in alto in classifica.

GARCIA A ROMA TV

Ottimo lavoro difensivo.
Siamo stati ben organizzati per non prendere gol, lo fai solo se sei ben chiuso e organizzato. Sarri deve ringraziare il guardalinee, abbiamo segnato un gol che per sfortuna non hanno validato. Spero solo sia uscita tutta la palla. Non prendere gol è positivo per noi.

Sono due partite che gli episodi sono decisivi per i punti, tra Torino e Napoli.
Sono d’accordo, speriamo che questa sfortuna si fermi. Quando la squadra dà tutto dev’essere ricompensata, se il cross non è valido ok ma col dubbio per noi è complicato comprendere.

La Roma si è comportata bene di squadra. Forse oggi con un Salah o un Gervinho in più si faceva più male.
Mohamed non è al 100% ma queste gare gli servono. Gervinho non andava rischiato. Salah e Iago lavoro difensivo importante, avevo deciso di mettere Pjanic dietro Dzeko, purtroppo non abbiamo sfruttato la velocità di Salah perché non sta ancora benissimo.

Avere un portiere che para tutto è decisivo, vedi Handanovic. La Roma ha ritrovato il miglior Szczesny?
Si giusto è molto importante, settimana ottima per lui. A volte ha poco da fare ma se deve fare una parata importante la fa, mercoledi era molto concentrato. Stasera secondo tempo complicato e ha fatto le parate necessarie.

Non un pareggio ma una vittoria, si riparte da qui?
Si possiamo ripartire da questo pareggio. Quando mercoledi lottavamo e lasciavamo tante energie, giovedì i titolari del Napoli si riposavano. Oggi non abbiamo sofferto fisicamente. Ora qualifichiamoci in Coppa Italia e vinciamo col Genoa all’Olimpico. Ci impegneremo.

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

Sarri dice 7 palle gol a 0.
Io non le ho viste, soprattutto nel primo tempo, ho visto il tiro di Salah all’inizio e delle parate del nostro portiere. Loro possono fare tanti gol, ma abbiamo visto anche un buon portiere. Non avremmo meritato la vittoria, ma un gol l’abbiamo segnato.

Il pareggio era l’unico risultato ottenibile stasera?
Se lei ha visto la stessa partita mia diciamo che un gol l’abbiamo fatto, ma accetto la decisione.

Gervinho in tribuna e l’inserimento di Gyomber?
Gyomber conosce il ruolo, ci gioca in nazionale e Florenzi era stanco e mancava Torosidis. Il lato sinistro del Napoli poi è quello forte con Insigne, Hamsik e Ghoulam e dovevamo chiudere quella fascia. Gervinho non l’abbiamo rischiato, oggi aveva ancora il muscolo pesante.

Ci aspettavamo una Roma più propositiva. Come sfrutta il materiale offensivo?
Lei è un giornalista del Napoli? Vede solo il Napoli? Dovrebbe sapere che ha Higuain davanti con 14 gol su 15 gare ed usciamo dal San Paolo senza prendere gol, quindi abbiamo fatto bene. I ragazzi hanno dimostrato che potevano pareggiare dove Juve e Fiorentina non sono riusciti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy