Garcia: “Abbiamo dimostrato che siamo un gruppo unito. Ad Udine squadra differente ma forte. Non ci sarà Totti, ma la natura odia il vuoto”(VIDEO)

di Redazione, @forzaroma

Ecco le parole di Rudi Garcia nella conferenza stampa in vista di Udinese-Roma.

 

Che Roma sarà senza Totti? Gervinho nemmeno ci sarà…
Per la formazione aspetteremo un po’…abbiamo perso il Capitano, quando la squadra perde il suo migliore giocatore non è una buona notizia ma abbiamo dimostrato di essere un gruppo forte e unito. Saremo diversi ma saremo forti.

 

 

In riferimento al gioco? Sfrutterete Borriello e Ljajic?
Non dimenticate che può giocare anche Marquinho…le soluzione per me sono Borriello, Ljajic, Marquinho, si potrebbe mettere alto anche Pjanic, la Roma sa fare diverse cose, l’abbiamo dimostrato. Giocare a Udine è difficile per tutti, non perdono in casa da 22 gare, ho soluzioni differenti e ottime. Una squadra che andrà a Udine per vincere.

 

Vuole superare il record di Capello?
Siamo concentrati su questa partita, non pensiamo a record…non è importante, sarà fondamentale vincere ed essere concentrati sul nostro gioco e sulla forza dell’Udinese. Speriamo di fare la migliore gara possibile. Torniamo con punti a Roma.

 

Senza Totti e Gervinho si può rompere l’incantesimo? Sarà un problema?
No, spero di no…La squadra giocherà per il Capitano, saremo più uniti, per dare il meglio sul campo.

 

Si aspetta un’Udinese diversa?
Meglio chiedere a Guidolin, io non lo so, hanno giocatori con molto talento, sono forti sulle ripartenze e sul gioco in profondità per Di Natale, staremo attenti ma dovremo giocare il nostro gioco.

 

Diverse soluzione, discorso a parte per Gervinho, è flessibile, teme l’assenza dell’africano?
Questo si, sicuramente. Come Francesco non è al 100%…senza Gervinho la panchina sarà più giovane, sia Ricci che Caprari sono bravi e potrebbero essere decisivi, a volte queste cose aiutano i giovani, mi fido di loro.

 

Ljajic ha giocato poco, c’è il timore di perderlo per tutta la stagione?
Non penso, io penso solo alla partita che arriva o che stiamo vivendo, ci sono differenti cose che possono far fare una scelta diversa, Adem ha avuto problemi fisici dall’inizio della stagione, per questo non abbiamo preso rischi con lui, ma Ljajic ha tanto talento, può fare la differenza, abbiamo bisogno di lui, perché lui è decisivo, ora Adem sa che deve lavorare su diversi piani, lui può far male.
Pjanic in avanti si rischia di toccare il trio perfetto di centrocampo?
Non possiamo giocare 38 partite con la stessa squadra, abbiamo giocatori forti come Marquinho, Bradley e Taddei…si può mettere anche un centrocampista in avanti, può essere una chanche.

 

Quattro rigori su quattro rigori? Chi tirerà?
C’è una lista di tre giocatori, però può succedere che chi deve calciare lascia il rigore ad un altro. Io preferisco fare una lista, abbiamo tanti forti a tirare i rigori, anche Borriello può farlo. Sanno tutto i giocatori. Vedremo se ci daranno un rigore…

 

Meglio Pjanic di Lamela..visto come stanno andando?
Tutti i giocatori della mia Roma sono importanti, Miralem è uno di loro, vedremo se la rosa è ampia, per fare la migliore stagione avremo bisogno di fortuna e di pochi infortuni, aspettiamo il ritorno del Capitano e di Gervinho. Ognuno è forte e affamato, non è cambiato nulla.

 

C’è un vice-Totti anche se è unico?
Come ha detto nessuno può fare il vice totti, è unico. Però Borriello è un giocatore d’area, così che se facciamo un cross in area come contro il Napoli abbiamo una possibilità di gioco in più. Con Pjanic o Ljajic potremo avere più profondità

 

 

Il Napoli ha tirato poco, non crede che sarebbe stato peggio perdere qualcuno dietro piuttosto che Totti o Gervinho?
Preferisco non perdere nessuno, anche dietro abbiamo molte soluzioni, dietro c’è uno fortissimo come Nicolas Burdisso, l’importante che chi entra sia pronto fisicamente.

 

 

Premi per il titolo? Anche lei prendere un premio?
È una cosa economica, ogni anno è uguale. Ci sono sempre i premi, per tutte le squadre italiane, francesi…ci sono i bonus ormai, sono variabili.

 

 

Consideriamo le prossime quattro…
Non è possibile…

 

 

Può essere questo il momento decisivo per la Roma?
Io cerco di non fare una scheda sul calendario, una tabella, una previsione…non faccio tabelle perché possiamo vincere in trasferta e perdere punti contro una piccola, è sempre difficile vincere qui in Italia ma anche in Francia…il Monaco vincere 0-2 e poi ha pareggiato 2-2 a Sochaux.

 

 

Ci saranno 3 gare in 7 giorni. Turnover?
Buona domanda, la miglior maniera di sbagliare è pensare alle partite dopo. Penso solo all’Udinese. Poi penseremo agli altri.

 

http://youtu.be/MUDwWVIHNjU

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy