Galliani: “Ibra gol d'autore”. Thiago Silva esce dallo stadio con le stampelle

di Redazione, @forzaroma

«Questa partita era come i film di Rambo, un momento decisivo in cui chi ci insegue pensava ‘adesso cadonò e invece ci siamo rialzati».

È raggiante l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani dopo la vittoria in rimonta sulla Roma, in cui, nonostante la doppietta, Ibrahimovic non è stato l’unico protagonista. «Quelli di Ibra sono tutti gol d’autore, siamo arrivati a una trentina di gol, ed è mancato in diverse partite. Ma parlare di lui è troppo semplice, parliamo degli altri che danno tutti l’anima. C’è grande spirito di squadra, tutti quelli che entrano giocano bene – ha sottolineato Galliani a Milan Channel – Bonera sta giocando il suo più bel campionato da quando è al Milan, non fa rimpiangere nè Mexes nè Thiago, non fa un errore. È consolante che aumenta il numero degli infortunati ma i tre punti arrivano sempre».

Galliani evita pronostici sulla sfida di domani fra Juventus e Inter, ma si lascia scappare che «un no contest con entrambi i pugili sconfitti non sarebbe male». L’ad rossonero si è invece augurato che Antonio Cassano possa tornare a disposizione per la partita contro la Fiorentina nel fine settimana di Pasqua: «Spes ultima dea», ossia la speranza è l’ultima dea a cui rivolgersi. Infine un accenno al mercato, che a gennaio ha portato al Milan quattro giocatori i cui nomi iniziano com la lettera ‘m’, Maxi Lopez, Merkel, Mesbah e Muntari. «Ora speriamo in un ‘MTevez’ per l’estate – ha detto sorridendo Galliani -, chiediamo il cambio della carta d’identità…».

Il difensore del Milan Thiago Silva ha lasciato lo stadio Meazza aiutandosi con le stampelle a causa dell’infortunio al flessore della coscia destra rimediato all’inizio della partita contro la Roma. «Ho voluto correre il rischio perchè era una partita fondamentale: il campionato è importantissimo come la Champions», ha spiegato in conferenza stampa Massimiliano Allegri, ribadendo che sarà molto difficile recuperare il brasiliano in tempo per la sfida di mercoledì contro il Barcellona. «Stamattina dopo le ultime cure Thiago Silva non dava segno di problemi, ma sapevamo che i rischi c’erano. Ho deciso di mandarlo dentro anche perchè non avendo tanti terzini volevo far recuperare Zambrotta per mercoledì», ha affermato l’allenatore rossonero, che in compenso contro il Barcellona potrà contare su Nesta, seppur non in perfette condizioni: «È tanto che non gioca ma sta decisamente meglio», spiega. «È meglio non parlare degli infortunati. Maxi Lopez potrà essere a disposizione per il Barcellona, Robinho lo spero ma gli altri alle prese con problemi fisici no», conclude Allegri. (ANSA)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy