Friedkin al comando dell’aereo per Berna: Dan fa da co-pilota all’amico storico Ed Shipley – FOTO

Insieme ai nuovi proprietari del club e a Guido Fienga, stamattina era presente anche un collega di Friedkin che condivide con lui la passione per l’aviazione acrobatica. E che indossava la mascherina della Roma

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Non c’erano solo Dan e Ryan Friedkin con Guido Fienga stamattina sull’aereo privato partito da Ciampino per Berna. Sullo stesso volo anche Ed Shipley, grande amico di Dan e arrivato all’aeroporto nella stessa auto (e con addosso la mascherina della Roma). È stato lui a guidare il business jet con il quale hanno raggiunto la Svizzera, con Friedkin a fare da co-pilota. Non c’era infatti nessun equipaggio ad attenderli allo scalo dei voli privati: un segno inconfutabile del fatto che avrebbero gestito in autonomia tutta la tratta, dal decollo all’atterraggio a Berna, dove sono arrivati alle 10.30. Oltre alla solita Mercedes nera dai vetri oscurati che li accompagna ovunque, anche un van che ha trasportato l’attrezzatura necessaria per il volo. E non è la prima volta nelle ultime settimane che il presidente della Roma si mette alla guida di uno dei suoi aerei per raggiungere Zurigo o Montecarlo, le sue mete preferite in Europa.

Ed Shipley: chi è l’amico di Friedkin che ha pilotato l’aereo

 

Ed Shipley è un amico di vecchia data di Dan Friedkin con cui condivide soprattutto la passione per l’aviazione: come lui ha pilotato uno Spitfire nel film “Dunkirk” di Christopher Nolan ed è uno dei fondatori del “The Horseman Flight Team”, una squadra acrobatica di velivoli storici. Nello stemma, presente anche sulla giacca con cui stamattina è arrivato a Ciampino, è raffigurato il Tristo Mietitore (o morte personificata). Sta a rappresentare i Quattro Cavalieri dell’Apocalisse, anche se lo stesso Shipley ha confessato come in realtà sia ispirato a una canzone dei Metallica (“The Four Horseman”).

Dan Friedkin Ed Shipley

Sono quattro infatti i membri del gruppo: neanche a dirlo, ne fa parte Dan Friedkin insieme anche a Steve Hinton e Jim Beasly. Insieme partecipano a eventi negli Stati Uniti, in Canada e in Europa, con circa dieci spettacoli ogni anno. Con Dan è tra i fondatori dell’Air Force Heritage Flight Foundation e fa parte del CdA dell’International Council of Air Shows.

Ora ha seguito i nuovi proprietari nella prima trasferta europea della Roma. E chissà che da oggi i due non abbiano una passione in comune in più.

Ha collaborato Valerio Salviani

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy