Fonseca: “Siamo più forti di un anno fa, con Tiago Pinto capiremo cosa fare sul mercato”

Le parole del tecnico romanista: “E’ importante essere sicuri difensivamente. Oggi abbiamo difeso sempre bene”

di Redazione, @forzaroma

La Roma vince contro la Sampdoria grazie a una rete di Dzeko. Il tecnico romanista Fonseca ha parlato al fischio finale. Queste le sue parole:

FONSECA A DAZN

Un anno fa la sconfitta col Toro, oggi la vittoria con la Sampdoria. Quali sono le differenze?
L’importante è che abbiamo vinto. La squadra è più forte, c’è stato più tempo per lavorare. Oggi siamo stati in controllo e abbiamo meritato di vincere, anche se possiamo fare più gol. Abbiamo creato diverse situazioni. La squadra sta meglio, abbiamo passato più tempo insieme.

E’ stata una partita difficile. Qual è stata la differenza tra Roma e Sampdoria?
E’ difficile giocare con la Samp, è organizzata, si chiude bene. La squadra ci ha creduto sempre, abbiamo fatto una gara con sicurezza difensiva: quando abbiamo questa sicurezza creiamo sempre opportunità e andiamo vicino alla vittoria. C’era un campo difficile, hanno fatto un buon lavoro con il terreno. Penso che la squadra abbia meritato questo risultato.

Quattro clean sheet nelle ultime sei. Smalling sta recuperando la miglior condizione?
Sì, oggi ha giocato bene, come Mancini e Ibanez. E’ importante essere sicuri difensivamente. Oggi abbiamo difeso sempre bene.

Tanti infortuni sugli esterni, siamo sicuri che serva soprattutto un attaccante?
Tiago Pinto arriverà nei prossimi giorni, stiamo parlando delle necessità della squadra. Vedremo nei prossimi tempi.

Pellegrini è tornato sulla trequarti…
Ha fatto molto bene, una grandissima partita.

FONSECA A ROMA TV

Mister, ricomincia con una vittoria e una prestazione positiva
E’ stato molto importante vincere questa prima partita dell’anno. E’ stata una gara difficile ma l’abbiamo giocata molto bene, siamo stati sempre equilibrati e sicuri in difesa e abbiamo creato tante opportunità per fare risultato.

Si è visto sul campo il buono stato mentale della squadra
Per me quello che è importante è vedere la squadra motivata, che lavora insieme in tutti i momenti della partita. La squadra sta bene fisicamente e mentalmente, è importante sentire che tutti lavoriamo insieme per la Roma.

Partita entusiasmante e coinvolgente, oltre che interessante a livello tattico. Nel secondo tempo la differenza l’hanno fatto gli esterni
Avevamo parlato nell’intervallo e ci eravamo detti di essere più aggressivi nell’ultimo passaggio. Nel secondo tempo siamo migliorati, Bruno Peres e Karsdorp hanno rischiato di più. Anche la ricerca della profondità di Mkhitaryan e Pellegrini è stata importante. Penso che siamo migliorati nella seconda parte, nel primo tempo è mancata un po’ di aggressività.

Oggi niente da dire ai ragazzi, sono stati fantastici su un campo difficile e contro un avversario molto spigoloso. Con fame e voglia la squadra si è presa la vittoria: ha notato qualche aspetto negativo?
No, devo dire che sono soddisfatto. Non ho visto nulla di negativo nella squadra, i ragazzi hanno tutti lottato molto e avuto il coraggio di giocare e di far circolare il pallone per trovare gli spazi. Sono soddisfatto di tutti.

FONSECA A SKY

Un terzo posto consolidato in condizioni pesanti. E’ una ulteriore prova di solidità?
Abbiamo fatto una buonissima partita contro una squadra forte che si è chiusa bene. Dal primo minuto abbiamo dimostrato che volevamo vincere questa partita. Ha piovuto molto, è stato difficile, il campo però ha avuto un ottimo drenaggio. La squadra ha fatto una partita equilibrata e abbiamo creato opportunità per fare tanti gol.

Era difficile dare qualità, ma ci sono riusciti due calciatori: Villar in regia e Pellegrini sulla trequarti. E’ una soluzione che può funzionare?
L’ho sempre detto che Pellegrini può giocare in diverse posizioni, tutti hanno giocato bene, non solo Villar.

FONSECA IN CONFERENZA

Dopo la pausa la Roma ha sempre avuto difficoltà, stavolta siete venuti fuori nel secondo tempo facendo vostra una partita complicata
Sono soddisfatto, era importante vincere in questa prima partita dell’anno. E’ stato molto importante vincere, una sensazione che non si provava da tanto. Abbiamo giocato bene contro un avversario che si chiude bene e gioca in contropiede. Abbiamo giocato sempre con grande sicurezza difensiva e abbiamo creato più opportunità per fare gol.

Cosa le è piaciuto?
Della Roma mi è piaciuta la forma con cui abbiamo giocato in tutti i momenti, è stata la partita più equilibrata della mia squadra, non so se la migliore in quel senso.

Su Cristante: in che ruolo lo vede di più?
Lo vedo nelle due posizioni, è cresciuto molto come difensore centrale ma è un mediano. E’ il giocatore  che è sempre pronto per aiutare la squadra, ha spirito di squadra e può giocare nei due ruoli, non solo in caso di necessità perché ha giocato indifesa anche con i centrali a disposizione. E’ un giocatore importante.

Pellegrini meglio mediano o più avanti?
Ha fatto una grande partita, è un giocatore intelligente, può giocare in diverse posizioni e fa sempre bene. Mi sembra che abbia fatto una partita importante per la squadra anche oggi, ma può giocare anche dietro.

La Roma può tentare qualcosa in più del terzo posto?
Dobbiamo pensare solo alla partita di Crotone, che sarà sicuramente difficile. Pensiamo solo alla prossima partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy