Fonseca: “Sto provando ad adattarmi al calcio italiano. Poche le note negative da correggere”

Fonseca: “Sto provando ad adattarmi al calcio italiano. Poche le note negative da correggere”

Le parole del tecnico giallorosso al termine del match: “Aver vinto oggi non significa che non possiamo migliorare. Abbiamo fatto una bella partita”.

di Redazione, @forzaroma

La Roma vince ma dietro ancora non convince. Col Sassuolo finisce 4-2, con qualche brivido nel finale per la squadra di Fonseca. Il tecnico portoghese ha commentato la partita dopo il fischio finale:

FONSECA A SKY

Ha avuto un ruolo per far sentire importante Dzeko?
Ho parlato molto con Dzeko all’inizio della stagione, è un giocatore importante molto motivato. Un giocatore grandissimo.

Ha messo Pellegrini trequartista e ha fatto 3 assist.
Pellegrini ha fatto bene, tutti quanti hanno giocato una grande partita anche Veretout e Mkhitaryan.

Per difendere, lei dice alla squadra di venire tutti dietro la palla o fare pressing in avanti?
Chiedo pressing sulla palla, lo abbiamo fatto molto bene oggi con Dzeko e Mkhitaryan, è importante che la squadra abbia la capacità di pressare alto. Abbiamo fatto molto bene.

Tutto questo anche a rischio di prendere gol?
Sì, tutti i giocatori oggi hanno pensato bene il momento in cui pressare, in particolare con Florenzi e Kolarov sulle fasce.

E’ vero che sua moglie ha detto che a Kiev non l’avrebbe mai fatta allenare?
E’ vero, per me infatti non è possibile tornare a Kiev.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Cosa è successo dopo il 4-0?
“Prima di tutto credo che la squadra oggi abbia fatto una bellissima partita. Abbiamo avuto la capacità di rubare palla e ripartire veloce. Dopo il 4-0 abbiamo ceduto, ma è anche normale visti i tanti giocatori che arrivavano dalla Nazionale”.

Come valuta Veretout?
“E’ un giocatore che sa fare tutto. Sa aggredire e gestire i tempi di gioco e ha ottimi passaggi”.

La Roma del primo tempo è la Roma di Fonseca?
“Certamente abbiamo fatto un eccellente primo tempo e si avvicina a quello che chiedo alla squadra. Esistono margini di crescita importanti. Aver vinto oggi non significa che non possiamo migliorare. Dobbiamo correggere le note negative anche se oggi sono state poche”.

Su Mkhitaryan.
“Va riconosciuto che non è un’ala pura. Negli ultimi anni nasce da dieci anche se ha giocato sulla fascia. Sa smistare bene la palla e non la perde. La squadra ha beneficiato dei suoi movimenti e di quelli di Pellegrini”.

Sui terzini.
“Avevo detto che ero io a dovermi adattare al calcio italiano e sto provando a farlo. Ecco quindi che abbiamo apportato dei correttivi tattici con un terzino che spinge meno e uno di più. La Serie A ha mostrato in queste prime giornate di essere molto offensivo. Di questo passo il campionato italiano supererà anche quelli europei”.

Come sceglierà i trequartisti visti quanti ne ha a disposizione?
“Fortunatamente abbiamo tanti giocatori che possono ricoprire diversi ruoli. Oggi tutti sottolineano la prestazione di Pellegrini da trequartista anche se non ha giocato da dieci. Abbiamo poi Pastore, Zaniolo, Cristante e altri che possono giocare li. E’ importante avere giocatori duttili”.

FONSECA A ROMA TV

Prima vittoria all’olimpico, che sapore ha?
“Speriamo che sia la prima di molte vittorie. Abbiamo fatto una bellissima partita e un bellissimo primo tempo, specialmente grazie alla capacità di pressare altro. Abbiamo fatto 4 gol ma potevamo farne di più, 7 o 8 addirittura. Contro una squadra molto buona tra l’altro, a cui piace avere la pallare e a cui è difficile recuperare la sfera. Abbiamo fatto una bella partita”.

Ne abbiamo parlato anche con Dzeko, c’è stato un calo solo nella ripresa
“Anche in quel momento abbiamo giocato bene, il Sassuolo non ha avuto molte occasioni di fare gol anche se ne ha segnati 2. Difensivamente abbiamo giocato bene”.

Con il Genoa e Lazio abbiamo visto un atteggiamento tattico, oggi un altro. Cambierà ancora?
“Credo di sì, perché non mi piace difendere basso. Mi piace quando la squadra ha la capacità di pressare alto. Oggi lo abbiamo fatto bene e questo è quello che voglio. Anche se giochiamo con le squadre più forti, questo deve essere il registro della squadra difensivamente. Difendere basso non è un modo di interpretare la gara che mi piace”.

Per 70 minuti abbiamo visto una grandissima Roma. Cosa è cambiato dopo il gol di Berardi? Gestione della palla, calo fisico?
“Dobbiamo essere efficaci nella capacità di avere la palla e di gestirla meglio. Sul 4 a 0 eravamo vicini a segnarne altri e la squadra inconsciamente si è lasciata andare. Niente però è scontato qui in Italia e oggi lo abbiamo visto nelle altre partite. Tanti dei nostri poi hanno giocato in Nazionale, quindi ci può essere un po’ di stanchezza”.

Ha ricevuto oggi risposte importanti dai singoli
“Con Pellegrini, Veretout e Miki siamo molto tranquilli quando abbiamo il possesso di palla. Poi anche Dzeko ha fatto una grande partita”.

Attraverso un post su Instagram, l’allenatore giallorosso ha voluto lanciare un messaggio dopo la splendida vittoria contro il Sassuolo. Ecco le sue parole: “Sono molto felice per la nostra prima vittoria in campionato. Ringrazio il supporto di tutti i tifosi della Roma e adesso continueremmo a lavorare per migliorare ancora di più. Daje Roma”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy