Fonseca: “Con Smalling i clean sheet non sono un caso. Scudetto? Serve equilibrio”

Le parole del tecnico al termine del match: “Ho già detto che le favorite sono Juventus e Inter. Con la difesa a tre la squadra è più sicura. Dobbiamo capire che Dzeko, Pedro e Miki dovranno riposare”

di Redazione, @forzaroma

La Roma torna a vincere dopo due pareggi e anche il gioco convince. Paulo Fonseca al termine del match con la Fiorentina ha svelato le sue impressioni.

FONSECA A SKY

Una partita dominata, avete dato un’impressione di solidità. Vede una squadra in evoluzione?
Abbiamo fatto una grande partita contro una bellissima squadra, tutti hanno fatto bene. Abbiamo creato molto.

Volevo evidenziare la crescita di Veretout e Pellegrini. Soprattuttto quest’ultimo. Si aspettava questa crescita in un ruolo così diverso?
Come ho detto sempre, Pellegrini è molto intelligente e può fare bene in più ruoli. Oggi ha fatto una bellissima partita come tutti. Sono soddisfatto perché lui ha lavorato molto e sta capendo cosa fare in questa posizione.

E’ rientrato Smalling, due partite senza gol. E’ una coincidenza?
No, ho sempre detto che Smalling è molto importante per noi. Abbiamo difensori giovani, ma serve anche un giocatore come Smalling con una leadership e una serenità diversa.

Mkhitaryan è un giocatore pensante, che fa scelte giuste e sempre in verticale. Quale è la vostra ambizione in campionato? Non perdete da tanto tempo, visto che l’unica sconfitta è arrivata perché avete sbagliato a scrivere un foglio…
Vogliamo far meglio della scorsa stagione e fare meglio vuol dire entrare in Champions. Vogliamo essere più equilibrati e pensare alla prossima partita.

Sulla difesa a tre
Dalla scorsa stagione abbiamo iniziato a giocare a tre e la squadra ha risposto bene, ha fiducia ed è più sicura. Abbiamo anche la possiiblità di uscire più veloce per attaccare. Stiamo giocando bene, ma abbiamo anche altri sistemi di gioco.

la Roma può essere da scudetto?
Io devo essere sempre equilibrato, non è perché abbiamo fatto una buona partita allora possiamo pensare ad altro. Ho già detto chi è sono le favorite per lo scudetto, Juve e Inter. Sono le squadre che si sono preparate di più. Il Sassuolo è una squadra fortissima, vediamo cosa farà. Penso al Leicester, nessuno credeva che potesse diventare campione in premier. Ammiro molto De Zerbi e la squadra, non sono sorpreso del loro rendimento.

FONSECA A ROMA TV

Vittoria importante e grande prestazione
Importantissima. Abbiamo fatto una grande partita contro una squadra che ha molte qualità. Oggi partita quasi perfetta in tutti i momenti, La Fiorentina non ha mai avuto possibilità di fare gol, con grande sicurezza abbiamo pressato al momento giusto e creato tante occasioni. Sono molto soddisfatto con i ragazzi, abbiamo fatto una grandissima partita.

Si dovrebbe segnare di più…
Per quello che abbiamo fatto meritavamo di segnare più gol, ma la Fiorentina è forte. Non è facile batterli, ma oggi abbiamo fatto una grande partita.

Karsdorp ha giocato una partita molto intelligente. Non ha modificato l’assetto nonostante le 3 punte avversarie…
Ho sentito la squadra sempre molto sicura difensivamente, non abbiamo cambiato nulla perché la Fiorentina non ha creato occasioni da gol. Non avevamo bisogno di cambiare. Karsdorp ha fatto una grandissima partita, ha iniziato la stagione con problemi fisici, non gioca da tempo e ha bisogno di recuperare la forma migliore. Il campionato dove giocava era terminato molto presto, ha bisogno di giocare e di recuperare la condizione, ma oggi ha fatto una gara molto buona.

Secondo lei, quanto può migliorare la squadra e in quale reparto?
Penso che oggi non abbiamo sbagliato nulla, questa aggressività nel difendere è stata la cosa migliore. Possiamo migliorare nell’ultimo passaggio, nell’ultima decisione: dobbiamo capitalizzare le occasioni. Tutte le partite sono contro avversari diversi, dobbiamo sempre cercare la miglior strategia per ogni partita. Dobbiamo mantenere questo atteggiamento e migliorare, oggi abbiamo avuto un grande spirito di squadra.

FONSECA IN CONFERENZA 

La partita migliore della stagione?
Una delle migliori. Ci sono state partite in cui abbiamo giocato molto bene, ma anche oggi.

Oggi la Roma ha fatto vedere tanta qualità. Il lato dove lavorare è la cattiveria per chiuderla prima?
Sì, quello che posso dire di oggi è che potevamo fare più gol con le opportunità che abbiamo avuto. Dobbiamo lavorarci.

Tre punti pesanti, cosa pensa guardando la classifica?
Non ci penso, dobbiamo lavorare per migliorare.

La Roma può avere una chance in più in un campionato così?
Abbiamo due squadre più preparate per vincere il campionato. Poi ci sono altre buone squadre o buonissime come il Milan, il Sassuolo, il Napoli, l’Atalanta, la Lazio… Tutte squadre fortissime che possono arrivare ai primi posti.

Mkhitaryan ha 31 anni, Pedro 33 e Dzeko 34. Ha detto che conta più la qualità dell’età, ma c’è un pensiero rispetto alla tenuta e alla gestione di questi meravigliosi adulti che può schierare? A che punto è il processo di inclusione dei più giovani?
Stiamo facendo questo nelle ultime partite, in Europa abbiamo cambiato e dato l’opportunità ai più giovani di giocare. Dobbiamo capire che Dzeko, Miki e Pedro non sono giovani, hanno bisogno di riposare. In Europa League abbiamo cambiato tanto, è importante farlo adesso.

Questa squadra sembra aver trovato certezze coi tre difensori dietro. Insisterà così o è pronto a cambiare in base agli avversari?
Abbiamo due sistemi preparati, la squadra però si sente bene con questo sistema. Sta giocando bene così, possiamo cambiare nell’altro ma mi piace in questo momento come la squadra già giocando in questo sistema.

Il tecnico giallorosso ha poi scritto sul suo profilo Instagram: “Questa Roma così unita e determinata può ancora crescere. Continuiamo a lavorare così. Bravi ragazzi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy