Fonseca: “Roma da vertice? Ora pensiamo all’Atalanta. Oggi male nel finale”

Le parole del portoghese: “Sono contento di avere questi punti e questa posizione, ma manca molto alla fine del campionato. Positivo il sostegno dei Friedkin”

di Redazione, @forzaroma

La Roma vince il secondo match di fila e si proietta al terzo posto in classifica. Paulo Fonseca dopo la vittoria con il Torino ha raccontato le sue impressioni sul match. Le sue parole:

FONSECA A SKY

Cosa le è piaciuto di più?
I tre punti, l’obiettivo era vincere e sapevamo che non era facile. Abbiamo vinto e lo abbiamo fatto bene, una partita che poi abbiamo gestito. Mi è piaciuto aver fatto tre gol e vincere.

Quale individualità le è piaciuta di più?
Pellegrini ha fatto un bel gol e una bella partita, come le altre volte.

Le è piaciuta il terzetto difensivo? La parte finale doveva essere gestita meglio?
Sì nel finale dovevamo gestire meglio, con la palla. Loro hanno pressato e noi non abbiamo gestito la partita con il possesso, permettendo al Torino di avvicinarsi alla nostra area. Non mi è piaciuto questo e il fatto di aver preso gol contro una squadra in 10. Mancini e Smalling mi sono piaciuti, sono soddisfatto con entrambi.

Si possono far ruotare i tre trequartisti per esaltare Villar?
Possiamo far giocare Pellegrini in due posizioni. Villar ha fatto bene, meritava sei giocare anche questa partita. Ho deciso di non cambiare perché col Bologna avevamo fatto una bella partita, ma Pellegrini può giocare in due posizioni. Ha fatto bene, ha anche segnato in questa posizione.

Si sente da primi posti in classifica?
Sono contento di avere questi punti e questa posizione, ma manca molto alla fine del campionato. Ora dobbiamo pensare all’Atalanta, una partita difficile.

Sente la vicinanza della società?
Sì, è importantissimo per noi che Ryan e Dan Friedkin siano molto vicini alla squadra tutti i giorni. E’ importantissimo per la squadra sentire il loro sostegno, per me è positivo che possano essere sempre così vicini alla squadra.

Zaniolo sta tornando, una bella notizia
Dobbiamo aspettare il tempo giusto per farlo tornare. Sta recuperando bene, ma dobbiamo aspettare.

FONSECA A ROMA TV

Quant’è soddisfatto della prestazione?
Sono più soddisfatto del risultato. Era importante vincere e abbiamo meritato. Siamo stati in grado di gestire le situazioni, ma negli ultimi 15′ non abbiamo fatto bene. Il Torino arrivava più vicino alla nostra area, non mi è piaciuto il gol che abbiamo preso.

Merito del Torino o stanchezza da parte della Roma?
Non abbiamo gestito bene la palla, loro hanno iniziato a pressarci e la squadra è rimasta lontana. Dobbiamo gestire le partite, specie quando siamo con un uomo in più, e far circolare la palla più velocemente.

Come mai la Roma non riusciva a prendere le distanze sull’avversario nel primo tempo?
Non mi è piaciuta la nostra pressione, arrivavamo sempre in ritardo, dovevamo far meglio. Non abbiamo avuto l’aggressività che dovevamo avere con squadre come il Torino.

La squadra ha un po’ mollato nel finale. Ci può stare o non bisogna mai abbassare la guardia?
Non possiamo mai abbassare la guardia. Dopo il terzo gol la squadra non è stata aggressiva. In una partita con tre gol e un uomo di vantaggio dobbiamo avere la palla. il Torino ha pressato più alto e non siamo riuscire a gestire la partita.

“Un augurio speciale a tutti i bambini e i ragazzi di oncologia pediatrica del Gemelli”. (La Roma ha fatto una visita all’ospedale)

FONSECA IN CONFERENZA

Completamente soddisfatto della partita?
Non mi è piaciuta la parte finale della partita. Possiamo gestire un risultato, ma diversamente. E contro una squadra con un uomo in meno dobbiamo gestire bene la palla e non lo abbiamo fatto. E non mi è piaciuto aver preso gol.

Pellegrini più avanti è una soluzione solo per oggi?
Ha giocato lì a Bologna e oggi, poi si è abbassato. Può giocare in entrambe le posizioni.

La classifica dice terzo posto: vi fa bene guardarla o è meglio non guardarla?
E’ sempre importante guardare la classifica, ma non è la cosa più importante. La cosa importante è pensare che abbiamo una partita difficile con l’Atalanta, siamo soddisfatti della nostra posizione ma dobbiamo pensare solo a migliorare e recuperare per domenica.

Si aspettava di essere lì a pochi giorni da Natale?
E’ difficile dirlo, io mi aspetto sempre il meglio. Sono ambizioso, la squadra lo è e vogliamo fare meglio della scorsa stagione. Ovvero andare vicino al terzo posto, è importante sentire che la squadra è in quella posizione, ma anche che sta bene.

Ha fatto cambi mirati
E’ stato importante gestire alcuni giocatori, non abbiamo tempo di recuperare per l’Atalanta, sarà una partita intensa. Abbiamo gestito Mancini e Peres che erano ammoniti e poi nella ripresa altri giocatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy