Fonseca: “Non è giusto parlare di scudetto. Mayoral importante per noi, Dzeko può giocare col Braga”

Le parole del tecnico della Roma: “Dobbiamo lavorare per migliorare contro le grandi, ma la cosa più importante è fare tre punti, oggi li abbiamo fatti. Se sono duro o gentile? Io sono questo, non ho maschere”

di Redazione, @forzaroma

La Roma vince con un netto 3-0 contro l’Udinese e si riporta al terzo posto. Ecco il commento di Paulo Fonseca nel post-partita.

FONSECA A DAZN

E’ soddisfatto di quello che hanno fatto i suoi giocatori?
Sono soddisfatto, siamo entrati molto forte in partita, abbiamo fatto tre gol, anche se uno non è stato convalidato. Abbiamo creato altre occasioni e gestito bene la partita nella ripresa. E’ importante non prendere gol, ma in generale abbiamo fatto una bellissima partita.

Oggi Villar si è fatto notare in entrambe le fasi. Oggi non ha fatto vedere il pallone a de Paul?
Era importante fare una pressione forte su di lui, Villar ha fatto molto bene, anche in fase offensiva. Era importante che de Paul non avesse spazio.

Mayoral sembra funzionare meglio nel vostro gioco rispetto a Dzeko, soprattutto nell’attacco alla profondità.
Sono due giocatori diversi, dipende da come si difendono gli avversari. E’ importante la profondità di Mayoral, oggi ha fatto tanto anche se non ha segnato. Nella ripresa era importante far entrare Dzeko, in una situazione in cui eravamo sotto pressione e avevamo bisogno del suo appoggio. Anche Dzeko ha cercato la profondità, entrambi hanno giocato bene.

Perché questa differenza di rendimento nelle gare con le medio-piccole? Cosa deve fare la Roma nella grandi partite?
Dobbiamo migliorare specialmente nel risultato, perché se vediamo la prestazione con la Juve abbiamo fatto una buona partita, sbagliando nell’ultimo momento. Ovviamente dobbiamo lavorare per migliorare contro le grandi, ma la cosa più importante è fare tre punti, oggi li abbiamo fatti.

A cosa è dovuta la scelta di mettere Cristante in difesa? Può avere un futuro nella sua carriera in quella posizione?
E’ un giocatore molto intelligente, abbiamo avuto un problema con Kumbulla e lì Bryan ha giocato sempre molto bene. Ha fatto una buona gara, controllando sempre la profondità e aiutato la squadra. E’ un giocatore che può fare molto bene questa posizione.

Con Cristante dietro Veretout ha potuto nuovamente sganciarsi in attacco. Cosa ha detto al francese al momento della sostituzione?
Abbiamo parlato dei gol, perché ho una sfida con lui riguardo al numero delle reti che deve fare. Gli ho detto che ne deve fare più di dieci e gli ho chiesto quante ne mancavano. Era importante far arrivare Jordan più avanti oggi, è importante che faccia questo tipo di movimento.

Cosa avete scommesso?
Niente (ride, ndc).

FONSECA A SKY

Prestazione totale, anche inserimenti dei difensori, i centrocampisti che accompagnavano. Cosa le è piaciuto di più?
Quasi tutto, siamo entrati molto forti. È stato decisiva l’azione di Jordan a cercare la profondità, ma in generale abbiamo fatto una bellissima partita, siamo entrati forte.

Veretout ha dato l’impressione di essere quel giocatore che per ambizione e intensità sia il simbolo del calcio che vorrebbe.
Oggi abbiamo fatto giocare Jordan più avanti, era importante andare in spazio per cercare gli spazi. Con Bryan e Villar in campo possiamo farlo giocare più avanti. Ha fatto due gol, tanti movimenti in profondità. Contro queste squadre che si chiedono bene possiamo farlo.

Contro le grandi si può togliere Villar e far giocare Cristante con Veretout?
Possiamo vedere la partita con la Juve: non è stato un problema difensivo, la Juve ha tirato tre volte in porta. Il problema è stato negli ultimi metri, dove non siamo sfruttato le situazioni che abbiamo creato. Non è stato lì un problema difensivo.

Se la Roma migliora in quel tipo di partite, può competere per lo scudetto?
La Roma deve pensare solo alla prossima partita, non è giusto pensare così. Dobbiamo sempre pensare alla partita, la prossima è col Braga e poi col Benevento.

Dzeko tornerò titolare? Avrà la fascia di capitano?
Se giocherà lo vedremo, è una possibilità. Sull’altra questione sapete che non ne parlo più.

Sembravi solo gentile e invece sei essere amabilmente duro. Chi è Fonseca?
Fonseca è questo che sta qui. Non ha una maschera.

FONSECA A ROMA TV

Parliamo di questa importante vittoria che riporta la Roma al primo posto, che gioca un primo tempo esemplare concedendo un solo tiro al 47′. Nella ripresa perde un po’ di intensità ma gestisce bene il risultato…
Penso che abbiamo fatto una bellissima partita, siamo entrati forti e abbiamo fatto tre gol. Abbiamo creato altre occasioni e siamo entrati con aggressività offensiva e poi il secondo tempo abbiamo gestito bene la partita, importante non prendere gol. Tutti i giocatori sono stati molto bravi.

La Roma non otteneva 43 punti dopo 22 giornate in Serie A dalla stagione 2016/17 quando con Spalletti arrivò seconda facendo il record di punti. Sono dati importanti e significativi.
Sì, più per voi. Per me la cosa più importante è che vinciamo. Sono tre punti, partita per partita. Adesso dobbiamo pensare al Braga. Adesso abbiamo una partita importante ed è a questo che dobbiamo pensare.

In questo momento particolare della stagione conta molto l’efficienza fisica dei giocatori. Ho visto una squadra reattiva e dinamica, sotto l’aspetto fisico è tranquillo?
Sì, la squadra ha dimostrato di stare bene fisicamente, una partita di grande intensità sia offensivamente che difensivamente.

Ricordiamo che siamo terzi, primo tempo perfetto. La Roma ha voluto quasi chiudere la partita, il secondo si sono abbassati i ritmi. E’ volto da lei per rifiatare in vista del Braga o una casualità?
E’ una casualità, è normale che l’Udinese ha avuto una reazione più forte ma penso che anche in questo momento siamo stati bene in difesa. Possiamo migliorare l’uscita per attaccare e possiamo fare meglio nel secondo tempo ma abbiamo gestito molto bene la partita. Era importante non prendere gol. Questo Udinese nelle ultime 4 partite ha fatto grandi risultati e che è la quinta difesa del campionato, una squadra che si chiude bene e si abbassa molto per chiudere gli spazi. Offensivamente abbiamo fatto una grande partita.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

La Roma ha fatto il suo dovere, facendo la partita e creando mentre nel secondo ha amministrato: soddisfatto per le due versioni della squadra?
L’identità è la stessa, i momenti della partita sono diversi. Siamo entrati molto forti in entrambe le fasi, non è facile contro l’Udinese che veniva da grandi risultati anche con le grandi. Cercare spazio contro l’Udinese è difficile, abbiamo avuto momenti quasi perfetti e abbiamo gestito bene il risultato nel secondo tempo.

Importante non aver subito gol
Molto. La Roma non concede molte opportunità agli avversari, spesso abbiamo preso gol senza concedere niente. Oggi molto bene anche a livello difensivo.

I tifosi le rimproverano che non vince con le grandi: cosa manca magari per lottare anche per lo scudetto?
Deve cambiare il risultato. Abbiamo fatto contro alcune squadre importanti buone partite, come con la Juve. Siamo mancati negli ultimi metri, ma abbiamo fatto una partita positiva, dobbiamo essere più forti in queste partite. La cosa più importante sono sempre i tre punti, contro qualsiasi squadra.

Dzeko dall’inizio a Braga?
Vediamo, è una possibilità.

Soddisfatto?
Sono sempre soddisfatto quando vinco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy