Florenzi: “Non vogliamo più fermarci. Contro l’Inter non è un match point Champions”

Il jolly giallorosso parla della super sfida di campionato contro l’Inter in programma sabato prossimo all’Olimpico

di Redazione, @forzaroma

A pochi giorni dalla super sfida contro l’Inter, Alessandro Florenzi ha parlato oggi ai microfoni di Sky Sport.  Ecco le sue parole

Arrivate a questa partita nel miglior momento di convinzione tecnica dei vostri mezzi?
Dopo otto vittorie consecutive noi riusciamo ad essere più fiduciosi e a provare qualche giocata in più, in questo momento stiamo bene

Cosa è mancato all’andata?

All’andata ci è mancato il risultato non siamo riusciti a prendere i tre punti ed è quello che la Roma deve fare sempre.

Che idea ti sei fatto dell’Inter?

L’Inter è una buonissima squadra ha un ottimo allenatore e dobbiamo sfruttare le loro lacune

Partita che è una sorta di match point tennistico in vista della Champions?

Ci sono ancora nove partite se vinci questa e perdi le due prossime è tutto inutile. Le otto vittorie possono essere spiegate con il lavoro, ci siamo guardati in un momento difficile e abbiamo detto che dovevamo ripartire. Non abbiamo pensato alle altre gare o a una serie di partite. Abbiamo pensato: “Adesso c’è questa, pensiamo a vincerla”. Quella che mi fa più piacere ricordare è quella contro la Fiorentina: abbiamo dimostrato di essere un’ottima squadra, abbiamo surclassato gli avversari, e non era un avversario semplice. Vogliamo vincere più partite possibili, ne parliamo fra di noi perché siamo un gruppo che ha avuto delle difficoltà e ne è sempre uscito bene. Dobbiamo continuare su questa strada e non dobbiamo mai lasciarla per nessun motivo al mondo.

Cosa ha portato in più Spalletti?
Spalletti ha portato il suo metodo di lavoro e tante cose alla Roma che stanno facendo bene. Stiamo rispondendo bene ai suoi indizi e al suo carattere. Ha dato un’impronta importante di gioco a questa squadra, ha portato esperienza sia dentro che fuori dal campo.

Nel tuo ruolo cosa ti sta dando?
Assieme a lui e ai suoi secondi lavoriamo sia in fase offensiva che difensiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy