Florenzi: “Non tutto è da buttare. Schick deve cercare di fare qualcosa in più, abbiamo fiducia in lui”

Le parole del terzino romanista al termine del match pareggiato col Bologna

di Redazione, @forzaroma

La Roma si ferma al Dall’Ara: nell’anticipo del sabato di Pasqua, i giallorossi pareggiano 1 a 1 contro il Bologna. Al termine del match, il terzino romanista Alessandro Florenzi ha rilasciato alcune dichiarazioni.

FLORENZI A SKY SPORT

Che giudizio c’è di questa partita?
Prestazione da 6-. Abbiamo ripreso una partita dove abbiamo costruito tanto ma non abbiamo sfruttato le occasioni e il calcio te lo fa pagare. Loro hanno fatto un tiro e un gol. Non è tutto da buttare, ci sono tante cose da portare mercoledì in Champions.

Possesso palla sterile. Dove può esserci il salto di qualità? Più giocate rischiose?
Dobbiamo girare palla più velocemente da dietro per cercare l’uno contro uno sugli esterni, dobbiamo fargli arrivare palla e permettergli di saltare l’uomo. Il Bologna ha giocato a 6 dietro, Verdi e Di Francesco giocavano a uomo su me e Kolarov e non era facile. Ci voleva tanto movimento e a volte c’è stato a volte no.

Ti aspettavi una corsa Champions così difficile?
Mi aspetto una corsa fino all’ultimo, tra noi Inter e Lazio. Le prossime giornate saranno non dico determinanti, ma potranno mettere un bel timbro sul terzo posto.

Come va aiutato Schick? Quanto potete aspettarlo?
Un club può aspettare un giocatore quanto decide lui. Patrik alle volte si è fatto trovare pronto e altre meno. E’ molto giovane e molto bravo, come noi abbiamo aspettato Under che poi ci ha sorpreso… Voi fate il vostro lavoro e noi il nostro, ovvero essere gruppo qualsiasi cosa accada. Sia quando sei un fenomeno che quando non giochi bene, questo vale per Schick ma per tutti gli altri. Deve cercare di allenarsi bene e fare qualcosa in più, facendo tanti gol per la Roma.

Testa al Barcellona. Proverai un altro gol dei tuoi?
Cercheremo un altro modo, quello non so se è fattibile. Se capita ci proveremo, pensiamo a giocare la partita.

Ha inciso la partita di Barcellona oggi?
Non credo, altrimenti non avremmo fatto tutte quelle occasioni.

Com’è Florenzi a tennis?
Volandri: “Vuole giocare in coppia con Fognini”.
Florenzi: “Io sono quello calmo…”.

FLORENZI A ROMA TV

Cosa non è andato?
Non siamo riusciti ad avere una vittoria che volevamo. Abbiamo creato tante occasioni, loro hanno giocato una partita difensiva. Loro un tiro un gol, noi molte occasioni e un gol.

Vuoi dire qualcosa su Schick?
Le prestazioni non le giudico come non giudico la mia. Patrik deve stare tranquillo e lavorare. L’unica cosa che posso dire a tutta la Roma è che tutti dovremo dare qualcosa in più, perché siamo quelli che quando si sbaglia un passaggio bisogna pensare all’altro. Abbiamo fiducia in Patrik e in tutti i componenti della Roma.

Giriamo subito pagina, oggi sono due punti buttati. Da oggi c’è da divertirsi.
L’augurio è di ripetere il risultato, non quanto avevo fatto io (il riferimento è al gol da centrocampo, ndr). Loro hanno fatto una partita difensiva, non siamo riusciti a fare gol.

Non c’è stata una reazione fino all’ingresso di Dzeko… 
In qualsiasi momento bisogna dare qualcosa in più, quando è entrato Edin c’è stato semplicemente un giocatore in più in avanti per creare delle occasioni in più in avanti.

FLORENZI IN ZONA MISTA

La Roma crea tanto ma raccoglie solo 1 punto. Sfortuna o c’è qualcosa da rivedere?
Dobbiamo essere tutti più concreti, oggi potevamo fare più di un gol. Ci si è messa un po’ la sfortuna, anche se ci credo poco a questo. Non è tutto da buttare.

Dopo l’uscita di Nainggolan c’è stato un calo…
Non l’ho visto questo calo. Abbiamo subito un tiro ed un gol, abbiamo creato tanto anche nel primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo macinato gioco costruendo tanto. Siamo riusciti però solo a pareggiare, ci è mancata solo la vittoria anche se è la cosa più importante.

Come hai visto Nainggolan dopo l’infortunio?
Lui ha giocato tante volte stirato, vediamo come si sente e poi deciderà cosa fare.

Come arrivate al Barcellona?
Carichi, servirà molto della Roma migliore, ma non sarà una partita da preparare mentalmente. sono partite che si preparano da sole.

Che ricordo hai del gol segnato a Ter Stegen in quel Roma-Barcellona?
Oltre al ricordo mi tengo stretto il pareggio. Non dobbiamo pensare al singolo ma al gruppo, dobbiamo affrontare la partita al meglio e cercare di fare un buon risultato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy