Dzeko e Veretout: “Bello finire l’anno così”. E Florenzi chiede aiuto ai tifosi – FOTO

Dzeko e Veretout: “Bello finire l’anno così”. E Florenzi chiede aiuto ai tifosi – FOTO

Mancini: “Un altro grande passo su un campo difficile, da grande squadra”. Perotti: “Perfetta maniera di chiudere il 2019!”

di Redazione, @forzaroma

La prestazione contro la Fiorentina ha portato la Roma a blindare il quarto posto e a chiudere la prima parte di stagione in positivo sotto la guida di Fonseca. Ad aprire le danze ieri sera ci ha pensato Edin Dzeko, arrivato a quota 97 gol con la maglia giallorossa. Il centravanti bosniaco su Instagram saluta l’anno appena concluso e dà appuntamento al 2020.

Stesso messaggio per Jordan Veretout, che ha festeggiato i tre punti di Firenze contro la sua ex squadra e regalando a sé e ai suoi tifosi un Natale col sorriso.

Se la Roma è riuscita ha subire solamente un gol, molto lo deve, oltre alla coppia ManciniSmalling, anche ai guantoni di Pau Lopez. Il portiere spagnolo si è sempre fatto trovare puntuale negli interventi e festeggia così il successo della sua squadra: “Grande vittoria per chiudere il 2019”.

Alessandro Florenzi, dopo il periodo di discussioni sulla sua titolarità, negli ultimi tre match (contro Wolfsberger, Spal e Fiorentina) ha potuto finalmente sorridere partendo dal primo minuto. Su Instagram il terzino giallorosso ha voluto ricordare la bella atmosfera del Franchi in cui decide di lasciare ai suoi fan la scelta del titolo:

Anche Gianluca Mancini chiude il suo 2019 calcistico con un post sui social in cui ribadisce come lo spirito di gruppo abbia aiutato la squadra a trionfare in un territorio ostico come quello di Firenze: “Un altro grande passo su un campo difficile, da grande squadra. Non ci fermiamo! Avanti Roma!”

C’è poi Diego Perotti, l’esterno ritrovato, che festeggia con una foto il bel momento della squadra: “Perfetta maniera di chiudere il 2019! Piccola vacanza e si ritorna! Daje!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy