Florenzi: “Contava qualificarsi agli ottavi. I tifosi hanno il diritto di fischiare”

Ecco le parole del centrocampista giallorosso al termine di Roma-BATE Borisov

di Redazione, @forzaroma

Alessandro Florenzi, al termine del match fra la Roma e il Bate Borisov, si è intrattenuto con i giornalisti presenti. Ecco le sue dichiarazioni:

FLORENZI A PREMIUM

Che effetto fa qualificarsi con uno stadio che ti fischia e ti contesta?
Intanto pensiamo positivo e pensiamo che abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. I tifosi hanno il diritto di esprimere il loro malcontento, visto che pagano il biglietto. Preferivo che ci fossero stati 70 mila a fischiarmi.

Cosa è successo alla Roma in questo mese?
Se penso a questa partita abbiamo fatto 24 tiri e con un po’ di cinismo potevamo fare gol ed evitare le grandi parate di Szczesny. Anche io potevo essere più preciso. Ultimamente abbiamo poca fortuna, ma non giochiamo bene.

Cosa ha detto il mister prima della gara?
Abbiamo preparato la gara facendo tanto pressing in allenamento: questo si è visto soprattutto nei primi venti minuti della ripresa dove abbiamo avuto tante occasioni ma non le abbiamo sfruttate. Dobbiamo continuare a seguire il mister perché se ognuno va per la sua strada tutti andiamo fuori strada.

Pressing singolo e non organizzato…
Rivedrò il match e può darsi tu abbia ragione. Non siamo felicissimi del risultato, ma siamo qualificati e contava questo. Speriamo di giocare meglio già dalle prossime partite.

In quale stadio vorresti andare negli ottavi?
La faccio scegliere a voi che io non so quale scegliere (scherza ndr).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy