Fiorentina: “Non presenteremo alcun ricorso per il rigore della Roma. Possibilità di successo nulle”

Nella nota si legge anche: “Le regole attuali, incluse quelle del protocollo VAR, e la loro applicazione hanno ancora una forte preponderanza per l’assoluta discrezionalità dell’arbitro di gara su determinate situazioni”

di Redazione, @forzaroma

Non si placano le polemiche per il secondo rigore concesso alla Roma ieri nella gara con la Fiorentina. A essere incriminato è il tocco di Chiffi che involontariamente ha deviato il passaggio di Spinazzola per Perez portando lo stesso spagnolo al tiro e poi a proseguire l’azione in area con lo scontro tra Terracciano e Dzeko, valutato irregolare dall’arbitro. La società di Commisso, però, come scritto in un comunicato non presenterà ricorso in merito. Di seguito la nota ufficiale:

La Fiorentina informa di non aver presentato ricorso in merito a quanto accaduto ieri sera in occasione del secondo rigore concesso alla Roma, in quanto – dopo un’analisi approfondita – ritiene preventivamente nulla la possibilità di ottenere qualsiasi tipo di successo. Questo in quanto le regole attuali, incluse quelle del protocollo VAR, e la loro applicazione hanno ancora una forte preponderanza per l’assoluta discrezionalità dell’arbitro di gara su determinate situazioni. Nel caso di Roma-Fiorentina ciò si è anche tradotto nella scelta dell’arbitro di non ricorrere alla tecnologia, il che avrebbe potuto consentire di correggere quello che si ritiene e che tutti gli addetti ai lavori hanno analogamente condiviso un errore di valutazione sulla dinamica dell’azione di gioco. La società continua a farsi promotrice affinché il dialogo istituzionale tra i vari soggetti del mondo del calcio porti presto a regole più chiare e uniformi, così da ridurre il più possibile i margini di errore“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy