Fiocchetti(RaiSport): “Borriello non è adatto per il gioco di Luis Enrique”

di Redazione, @forzaroma

Marco Fiocchetti, giornalista di RaiSport, ha espresso il suo pensiero sulla compatibilità di Marco Borriello con i nuovi schemi di Luis Enrique:

Borriello è stato acquistato a titolo definitivo dalla Roma, ma rimarrà in giallorosso?

“E’ difficile fare un previsione perché tutto dipenderà dal fatto se Luis Enrique vorrà far giocare la Roma come il Barcellona oppure no. Se la squadra giallorossa giocherà appunto come quella blaugrana allora Borriello avrà, a mio parere, ben poco spazio, se invece giocherà diversamente potrebbe averne di più, ma pensare che Luis Enrique farà giocare la Roma diversamente dal Barcellona francamente non sembra molto probabile”.

Nella concezione di gioco di Luis Enrique come si inserisce Borriello?

“Nel modello di gioco del Barcellona un centravanti non serve a nulla e lo abbiamo visto con Ibrahimovic perché il centravanti davanti alla difesa avversaria occupa gli spazi e non permette gli inserimenti degli attaccanti, che hanno anche una stazza non proprio da corazzieri. Quindi, secondo me, se Luis Enrique vuole giocare con il modello Barcellona più che Borriello serve uno come Bojan. Borriello è stato preso lo scorso campionato come ultimo colpo di mercato per una tifoseria che era un po’ scontenta e come abbiamo visto per questo movimento, anche se non lo hanno detto, la Roma ha sacrificato Mexes, che è andato al Milan a titolo gratuito”.

Il prossimo anno ci sono gli Europei uno stimolo per tutti i calciatori a fare bene e tanta voglia di giocare con continuità per farsi scegliere da Prandelli. Se Borriello non trovasse sufficiente spazio nella Roma potrebbe chiedere di essere mandato a giocare altrove?

“Se Borriello vuole giocare gli Europei dovrà giocare con continuità e se, come dicevo prima, la Roma giocherà stile Barcellona, che poi è il medesimo modo di giocare che anche adotta la squadra B catalana, quella che era allenata proprio da Luis Enrique, secondo me, Borriello non troverà molto posto nella Roma. Visto che per la Nazionale di Prandelli con Gilardino e Pazzini, che sono gli attaccanti più forti in Italia, la concorrenza sarà dura, forse Marco potrebbe valutare se non gli convenga trovare maggiore continuità di gioco altrove”.

 

FONTE: Tuttomercatoweb

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy