Fienga in tribunale per il caso Napoli-Roma: il club ha chiesto di fornire altre prove – VIDEO

Nelle prossime ore è atteso il responso, con il CEO giallorosso che potrebbe rilasciare alcune dichiarazioni ufficiali

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Guido Fienga e Massimo Manara sono arrivati in Procura per l’udienza legata al caso “distanziamento sociale” emerso dopo le accuse del Napoli. L’amministratore delegato e il medico sociale della Roma, entrambi deferiti, si sono presentati, accompagnati dall’avvocato Conte, davanti al Tribunale Federale Nazionale di via Po in tarda mattinata (12.25 circa), abbandonando l’edificio insieme al legale giallorosso dopo circa mezz’ora di udienza senza rilasciare alcuna dichiarazione. Nelle prossime ore è atteso il responso, con il Tribunale che sarà chiamato a decidere se concedere alla Roma la possibilità di fornire ulteriori prove a sua discolpa o se chiudere immediatamente la pratica. Non è escluso inoltre che il Ceo romanista possa rilasciare alcune dichiarazioni ufficiali sulla vicenda.

IL FATTO – Fienga e Manara sono stati ascoltati riguardo alle accuse della società di De Laurentiis, che aveva imputato alla Roma – successivamente deferita per responsabilità oggettiva – di non aver rispettato i protocolli relativi al distanziamento sociale negli spazi appositi del San Paolo, in occasione della gara di campionato dello scorso 5 luglio. L’udienza era stata rimandata due volte a causa del periodo di quarantena osservato da Fienga, a rischio contagio dopo aver partecipato all’ormai famosa assemblea di Lega nella quale era presente De Laurentiis, positivo al coronavirus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy