Festa a Trigoria per Totti dopo il gol numero 224 in Serie A. Il capitano: “Non finisce qui”

di finconsadmin

(di Marco Cruciani)?Giorni di calma apparente, in attesa del duro esame di Bergamo. La Roma si gode un piccolo periodo di serenit? dopo il rinfrancante successo con la Juventus e prepara la complicatissima trasferta di domenica all’Atleti Azzurri d’Italia.

Ora il morale ? alto in casa giallorossa, e non spaventano le defezioni di formazione a cui Andreazzoli dovr? far fronte. Non ci saranno gli squalificati De Rossi e Totti.?Per il capitano ? stata una settimana particolare. Dopo aver deciso la gara contro la Juventus, il suo gol ha fatto rapidamente il giro del mondo, tanto che sul sito della Fifa il suo violentissimo tiro ? stato ribattezzato ‘thunderbolt’, fulmine. A distanza di giorni il numero dieci ? stato festeggiato a Trigoria da tutto il personale che lavora nel centro sportivo giallorosso.

?E’ stata una delle pi? belle giornate che ho mai vissuto in vent?anni a Trigoria. Sono ancora molto emozionato per quello che ? successo oggi, per l’accoglienza che ho ricevuto e la festa che hanno organizzato per me tutte le splendide persone che lavorano al nostro centro tecnico – ha confessato Totti – Mi ha fatto capire una volta di pi? quanto sono stati contenti tutti coloro che amano la Roma per il gol che ho segnato contro la Juventus. E non finisce qui! Se fate cos? mi toccher? segnarne un altro come quello?.

Tornando al campo, sono previste, dunque, alcune modifiche nell’undici titolare. La difesa non dovrebbe subire ritocchi, con Burdisso perno centrale affiancato da Piris e Marquinhos. Tutti e tre a protezione del confermato Stekelenburg. Dubbi sulle corsie esterne. A destra Torosidis partir? titolare, mentre a sinistra ? sfida a due tra Marquinho e Balzaretti.

A centrocampo sicuro del posto Pjanic. Se, per?, il bosniaco dovesse essere impiegato in posizione per sostituire Totti, a supporto di Lamela ed Osvaldo, in mezzo si creerebbe un ballottaggio a tre per due maglie tra Bradley, Florenzi e Tachtsidis. Nell’allenamento odierno, per?, Andreazzoli ha provato a mischiare le carte, schierando Nico Lopez nel tridente con gli altri due attaccanti disponibili.

 

Di fronte l?avversario si chiama Atalanta. I bergamaschi nelle ultime settimane non stanno vivendo un periodo esaltante: una sola vittoria, a Palermo, nelle ultime nove partite di campionato, con l?ultimo successo in casa che risale all’8 dicembre contro il Parma.

Questo rendimento nelle ultime giornate ha ridotto il vantaggio degli orobici sul terz?ultimo posto, a soli sei punti. Il presidente Antonio Percassi non ha affatto gradito il ko di Torino, e ai microfoni dell’Eco di Bergamo ha strigliato duramente il gruppo.

Mai pi? una partita cos?, una sconfitta come quella contro i granata. Spero non ci siano pi? scivoloni da qui fino alla fine della stagione. Nessuno si deve sentire salvo perch? il campionato di quest?anno ? difficilissimo. Le prossime gare sono di assoluta importanza e saranno determinanti per il raggiungimento del nostro obiettivo: io firmerei volentieri per avere 5 punti nelle prossime tre partite”.

Questa mattina gli uomini agli ordini di Stefano Colantuono sono tornati ad allenarsi per l?ultima seduta settimanale a porte aperte. Capitan Bellini ha lavorato a parte e non dovrebbe recuperare per la sfida con la Roma. Al suo posto probabile impiego dell’ex laziale Scaloni. In difesa, a sinistra, Brivio sostituir? lo squalificato Del Grosso. In vista di domenica, non ? ancora tramontato il rischio neve.

 

 

TOTTI A CACCIA DI RECORD -?Dopo il gol contro la Juventus, Francesco Totti ha toccato quota 224 reti in Serie A, riducendo a una sola lunghezza la distanza che lo separa dal secondo posto di sempre di questa speciale classifica. Il capitano della Roma grazie a un?altra marcatura raggiungerebbe l?ennesimo record della sua carriera, prendendosi il secondo gradino del podio al pari dell?ex milanista nella classifica dei marcatori tutti i tempi della Serie A. Questo obbiettivo sarebbe particolarmente significativo per uno come lui che in carriera ha cambiato diversi ruoli in fase offensiva, giocando da prima punta solo dal 2006 con l?arrivo a Roma di Luciano Spalletti.

Il mirino poi si sposterebbe dritto su Silvio Piola, al momento, molto distante con i suoi 271 gol. Ma il numero dieci non ? uno che si arrende e guarda sempre avanti.?In ogni caso per il gol numero 225 dovr? aspettare la gara all’Olimpico con il Genoa in programma tra due settimane. Domenica a Bergamo in casa dell’Atalanta, infatti, non ci sar? a causa del turno di squalifica inflittogli dal giudice sportivo. L’appuntamento con il destino?? soltanto rimandato.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy