Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Felix Afena-Gyan, la rinuncia al Ghana e Mourinho: alla Roma è nata una stella

Getty Images

L'esterno cambia la partita contro il Genoa: merito anche del "no" alla Nazionale

Redazione

La rinuncia alla Nazionale, l'ingresso in campo (preferito a Zaniolo), i due gol incredibili, il bacio allo stemma e l'abbraccio con Mourinho dopo il primo e con tutta la squadra dopo il secondo. La serata di Felix Afena Gyan è tutta qui, concentrata in una settimana e in una manciata di minuti che gli possono cambiare la carriera. Il Ghana lo aveva chiamato, lui ha preferito rinunciare (per ora) ed è rimasto a Trigoria dove ha continuato a crescere sotto l'ala dello Special One. Che infatti stasera contro il Genoa lo ha preferito a Zaniolo per sbloccare lo 0-0. E lui lo ha ringraziato con tre punti che però pesano il doppio.

Si è innamorato della Roma nella magica notte contro il Barcellona, ma la serata più bella della sua vita è decisamente questa. Il primo pensiero? "Per mia mamma, è lontana e le dico che le voglio bene", ha detto a fine partita. "Mourinho è un grande allenatore, ora devo pensare solo a crescere ancora".

La storia di Felix Afena-Gyan

All'anagrafe è Felix Ohene Afena-Gyan, per tutti è solo Felix. Il 27 ottobre ha fatto l'esordio in Serie A, a sorpresa, contro il Cagliari e anche lì cambiò l'inerzia della partita, pur senza segnare. Stasera invece a essere decisivo è stato lui grazie a una doppietta che lo proietta nel calcio dei grandi dopo un passaggio brevissimo in Primavera. È stato il primo 2003 a giocare con la Roma, ovviamente è il primo ad andare in gol. Stasera ha fatto vedere tutte le sue qualità: la corsa, la precisione sotto porta (infatti aveva iniziato la stagione con Alberto De Rossi con 5 gol in 6 partite) ma anche il coraggio con quel tiro da oltre 30 metri che si è spento all'incrocio dei pali. Lui invece si è acceso eccome. E così anche la sua carriera.