Fazio: “Da ora giochiamo tutte le gare come fossero finali. Obiettivo quarto posto”

Fazio: “Da ora giochiamo tutte le gare come fossero finali. Obiettivo quarto posto”

Parla il difensore argentino: “Col Milan grande prestazione, dobbiamo giocare sempre così per andare in Champions anche il prossimo anno. Zaniolo ha una grande carriera davanti”

di Redazione, @forzaroma

Federico Fazio torna a parlare. A due giorni dal match di campionato contro il Chievo Verona, il difensore argentino ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni.

Secondo te la prestazione col Milan può essere l’inizio di una svolta?
Sì, col Milan tutta la squadra ha fatto una grande prestazione. Peccato per il pareggio nello scontro con un nostro rivale. Adesso mancano 16 giornate di campionato, dobbiamo giocare come abbiamo fatto contro il Milan. Sono tutte finali. Col Chievo sarà difficile.

Avete preso più gol quest’anno pur essendo gli stessi interpreti in difesa. Perché secondo te?
Nonostante siamo sempre gli stessi interpreti, anche in difesa cambia il modo di giocare. Dobbiamo guardare avanti, ripartendo dalla grande prestazione contro il Milan. Dobbiamo guardare avanti giocando tutte la partite come se fossero finali, in campionato e in Champions. Adesso in campionato dobbiamo giocare questa partita a Verona che sarà difficile.

Tu, Manolas e Kolarov avete segnato molto. Queste reti nascono da schemi ben precisi provati in allenamento?
Sì siamo forti. Non solo noi in difesa, ma anche Dzeko, Schick, De Rossi, Cristante, Nzonzi… Siamo ben strutturati, alti. Ben per noi che stiamo segnando, queste cose le proviamo in allenamento e poi le portiamo in partita. Speriamo di continuare così e segnare di più.

Siete stati rimontati dal Chievo nella partita di andata. Cosa vi ha insegnato il 2-2 dell’andata?
Sì, il Chievo che è venuto a giocare all’Olimpico è una squadra un po’ diversa da quella degli ultimi anni. Bisogna giocare la palla rimanendo compatti in difesa. Sarà una gara difficile, come tutte quelle che mancano. Soprattutto queste partite con squadre come il Chievo che si giocano la salvezza per non andare in Serie B. Il girone di ritorno è sempre più difficile e sicuramente anche questa partita lo sarà.

La sfida di Champions col Porto. In caso di qualificazione ai quarti può cambiare l’intera stagione della Roma?
La Champions è molto importante per noi. Vogliamo andare avanti ai quarti, ma sappiamo che è anche bello poterla giocare il prossimo anno. Il nostro obiettivo è qualificarci ai quarti e arrivare tra le prime quattro in campionato per giocare la Champions anche il prossimo anno.

Su Zaniolo: ti senti di dargli un consiglio?
Zaniolo è fortissimo, è in condizione. Sta iniziando ora, è una persona concentrata. Si allena bene, forte, è un ragazzo tranquillo. Penso che avrà una grande carriera davanti perché si vede in ogni allenamento.

La Roma a fine stagione arriverà tra le prime quattro in campionato?
Questo è il nostro obiettivo principale dall’inizio della stagione. Dobbiamo arrivare nei primi quattro posti, sappiamo bene quanto sia bello giocare la Champions League, al di là di andare più lontano possibile lì. L’obiettivo principale è arrivare nei primi quattro posti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy