Faty su Veretout: “È meglio di Nzonzi e Tolisso, arriverà in nazionale”

L’ex giallorosso, ora in forza alla Reggina, perplesso delle mancate convocazioni in Nazionale del centrocampista giallorosso: “Riuscire alla Roma non è facile perché hai molta pressione”

di Redazione, @forzaroma

Jordan Veretout ha da tempo ormai conquistato i cuori dei tifosi giallorossi a suon di prestazioni e di gol (già quattro in stagione e undici complessivi con la Roma). Il centrocampista francese è uno dei pilastri dello scacchiere tattico di Fonseca e se ne stanno accorgendo finalmente anche in Francia, dove sta montando la polemica per le sue mancate convocazioni in Nazionale. A tendere una mano a Jordan è un vecchia conoscenza romanista, il centrocampista Ricardo Faty, che ha vestito la maglia giallorossa dal 2006 al 2010 ed è oggi in forza alla Reggina. Il francese, come riportato dal portale 20minutes.fr, ha manifestato perplessità sulla gestione delle chiamate Blues da parte del tecnico Deschamps, criticandolo proprio per non aver preso in considerazione Veretout in occasione delle ultime apparizioni dei suoi.

Queste le sue parole: “Sappiamo che Didier Deschamps ha un lato conservatore. Ha i suoi giocatori, il suo gruppo francese. Tuttavia, sinceramente, Tolisso, Nzonzi o Sissoko non mi sembrano più efficienti di Veretout. È solo questione di tempo, è un ragazzo umile. Ha tutto per andare in Nazionale e prima o poi lo farà. Ha assunto una dimensione incredibile. Riuscire alla Roma non è facile perché hai molta pressione, ma lui è riuscito a gestire tutto. La prova è che lui tira anche i rigori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy