Falcao: “Sul volo della Chapecoense dovevo starci anche io. Totti è un mito”

Il Divino ha rilasciato una lunga intervista dove parla di calcio e non solo

di Redazione, @forzaroma

Uno dei simboli della Roma del secondo scudetto, Paulo Roberto Falcao, è intervenuto ai microfoni di San Marino Rtv per una lunga intervista a cura di Giancarlo Dotto, che andrà in onda stasera alle 20.“Sul volo della Chapecoense dovevo esserci anche io come commentatore della Fox” ha dichiarato l’ex numero 10 giallorosso. “Non mi assilla il pensiero della morte ma cosa c’è dopo. Devo sempre controllare tutto, per questo sono andato in terapia da un analista freudiano”.

Poi una battuta sulla sua formazione ideale: “Liedholm allenatore, Zoff o Buffon in porta, Baresi Cannavaro, Vierchowod in difesa, Cabrini superiore a Maldini, poi Tardelli, Antognoni, Causio, Bruno Conti, Totti e Bettega. Paolo Rossi? No, meglio Totti“. Per il capitano della Roma il brasiliano riserva parole al miele: “Totti è un mito e il mito deve essere prima di tutto felice. Totti è un leader tecnico”.

Nell’intervista Falcao ha fatto emergere anche un aspetto personale come gelosia per la figlia dodicenne: “Bisogna adattarsi al tempo che passa e alle cose che succedono. Non ho ancora conosciuto il declino sessuale“, e parlato del celebre rigore non tirato contro il Liverpool, gesto mai perdonato da alcuni tifosi giallorossi: “Una cosa che non ho mai detto. Ero il quinto rigorista secondo Liedholm e dunque quel rigore non l’avrei mai tirato comunque, per via degli errori di Conti e Graziani“. Infine una battuta sulla sfida infinita tra Pelè e Maradona: “Risponderò con la frase di Pelé: prima di dimostrare d’essere il più forte al mondo, Maradona deve dimostrare d’essere il più forte argentino, più di Di Stefano e Messi”, cimentandosi in un paragone che supera il calcio: ha detto rilanciando con un paragone che supera il calcio: “Roger Federer è come Pelè. Quando sono in pace con me stesso? Quando vinco a tennis. Sono sempre stato competitivo. Mi diverto solo quando vinco”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy