Europa League, l’avversario: il Lione che Spalletti ha già battuto

L’urna di Nyon non ha sorriso alla squadra giallorossa che se vuole arrivare fino in fondo deve battere i rossoblù francesi

di Niccolò Mastrapasqua

Sorteggio poco fortunato per la Roma che nell’urna di Nyon pesca il Lione come avversario per gli ottavi di finale di Europa League, squadra  tra le favorite per la vittoria finale con il Manchester United e la Roma stessa. La squadra francese ha vissuto il suo periodo d’oro ad inizio 2000, quando dalla stagione 2001/02 a quella 2007/08 ha vinto sette titoli consecutivi – peraltro gli unici della sua storia -, guidata in campo dal maestro dei calci piazzati Juninho Pernambucano. In Europa i rossoblù hanno vinto un Intertoto nel 1997 e partecipato a ben 12 edizioni consecutiva della Champions League dal 1999/00 al 2011/2012. In questa stagione la quadra di Bruno Génésio ha partecipato alla fase a gironi della Champions, sorteggiata nel girone della Juventus. Negli scontri con i bianconeri i transalpini hanno ottenuto un pareggio a Torino e rimediato una sconfitta di misura in casa, facendo soffrire non poco la squadra di Allegri. Con la retrocessione in Europa League il Lione ha pescato ai sedicesimi di finale l’AZ Alkmaar, asfaltando gli olandesi con un 4-1 esterno e un 7-1 casalingo che non hanno lasciato spazio a repliche. Lo stadio dove disputa le partite casalinghe è il Parc Olympique Lyonnais, costruito per gli Europei e inaugurato il 9 gennaio 2016 con un secco 4-1 sul Troyes.

PRECEDENTI – La Roma ha già affrontato e battuto il Lione, in un memorabile ottavo di finale dell’edizione 2006/07 della Champions League. La squadra di Spalletti, al secondo anno sulla panchina giallorossa, partiva sfavorita al momento del sorteggio e dopo uno 0-0 all’Olimpico con poche emozioni si presentava a Lione con molte speranze e poche certezze. Il ritorno in Francia, però, è un trionfo della Roma spallettiana che domina la partita e vince 0-2 con gol di Totti di testa e una prodezza di Mancini che ubriaca un difensore francese con un doppio passo infinito prima di scagliare la palla alle spalle del portiere Coupet. La Roma si qualifica per i quarti di finale e inizia a farsi conoscere in tutto il continente.

LIONE OGGI – Il Lione sta disputando una stagione di buon livello. Al momento è quarto in Ligue 1, staccato dal terzetto di testa, e si è giocato la qualificazione agli ottavi di Champions contro il Siviglia fino ai minuti finali dell’ultima partita del girone. Il giocatore più forte della rosa è senza dubbio Lacazette, in passato più volte accostato alla Roma, mentre altri calciatori di buon livello sono Tolisso, Valbuena e Fekir. La filosofia del tecnico Génésio è offensiva e raramente la squadra riesce a mantenere la porta inviolata. Al centro della difesa dei francesi c’è Mapou Yanga Mbiwa, idolo indiscusso dei tifosi giallorossi per il gol segnato alla Lazio nel derby che consegnava alla Roma di Garcia la qualificazione diretta alla Champions League. Clement Grenier, unico acquisto della Roma nel mercato di gennaio, è stato prelevato proprio dal club lionese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy