Europa League, Fiorentina-Roma 1-1: Keita ci mette la testa. Un pareggio verso i quarti – FOTO

Per recuperare una partita ci vuole la testa, in tutti i sensi. Stasera ce l’ha messa Keita che, dopo il rigore fallito da Ljajic, regala alla Roma un pareggio esterno prezioso. Tra una settimana la gara di ritorno all’Olimpico

di Redazione, @forzaroma

Ogni pareggio ha una sua storia e un suo perché. Quello di questa sera lascia una forte amarezza per quello che poteva essere ma non è stato. Garcia non ha ritrovato la Roma di inizio stagione ma a tratti la squadra ha messo la velocità e la voglia che si era vista a Rotterdam. Senza quell‘errore di Adem Ljajic dagli undici metri staremmo già a pensare ai sorteggi per i quarti di finale. Ma la Roma vista oggi non è quella abulica di Verona e per la gara i giallorossi partiranno da favoriti.

 

GUARDA LE FOTO DELLA PARTITA

 

Un derby europeo per dimenticare il brutto periodo in campionato. Così la Roma affronta l’andata degli ottavi di Europa League contro la Fiorentina. Garcia se la gioca mettendo fuori Pjanic e Gervinho e con il tridente Florenzi-Ljajic-Iturbe davanti.

Le due squadre iniziano la gara ad un ritmo abbastanza alto e cercano di giocare a viso aperto attaccando gli spazi che entrambe le difese concedono. Al 5′ Salah riceve palla sul lato centro-destro dell’area di rigore, si accentra e tira in modo potente: respinge bene Manolas. Dopo due minuti potenziale occasione completamente sprecata da Iturbe. L’attaccante argentino si ritrova tre contro due nella metà campo dei viola, ma sbaglia tutto e anzichè servire i compagni tenta un dribbling ben gestito da Tomovic. Al quarto d’ora di gioco ci provano ancora i padroni di casa: Pizarro raccoglie palla dopo una respinta da calcio d’angolo e tira di prima intenzione non centrando di poco lo specchio.
Al 17′ passa la squadra di Montella. Gravissimo errore di De Rossi in fase d’impostazione che regala palla a Salah, il quale si invola verso la porta e serve Ilicic con l’attaccante viola che spara un gran destro sotto la traversa difesa da Neto. Al 22′ esce proprio il vice-capitano romanista che accusa un problema muscolare e viene sostituito da Pjanic. Roma in bambola dopo il gol preso. Ljajic perde palla e innesca il contropiede della Fiorentina. Ilicic serve così Salah, il quale vede Marcos Alonso che però da dentro l’area tira alto. Arriva il 25′ e si fa male anche Manolas. Il difensore greco si fa male alla schiena e non ce la fa a proseguire: al suo posto Rudi Garcia è costretto ad inserire Astori. Dopo i primi 25 minuti di grande intensità, le due squadre rallentano un po’. La formazione di Montella, infatti, seppur quasi sempre col pallino del gioco in mano, non riesce più ad incidere nei suoi attacchi alla retroguardia giallorossa. La Roma invece, dopo i due cambi forzati sembra far fatica trovare la quadratura giusta, facendo girare troppo lentamente il pallone. Al 42′ serpentina di Ljajic che salta tre avversari e serve centralmente per Nainggolan: il tiro potente del belga termina fuori, alla destra del palo difeso da Neto. Occasione clamorosa per l’1-1 romanista . Pjanic trova un bel filtrante per Florenzi, che forse leggermente in fuorigioco, stoppa bene e calcia forte sul primo palo trovando la respinta di Neto. Il portiere brasiliano, però, non allontana nel modo giusto e Ljajic da due passi tira incredibilmente alto. Al 45′ si fa male Pizarro in uno scatto ed al suo posto entra Mati Fernandez.

 

I secondi 45 minuti ricominciano con gli stessi 22 che hanno finito il primo tempo e la Roma che prova a cercare un gol che sarebbe importantissimo in ottica qualificazione. Giallorossi propositivi dopo cinque minuti con Pjanic che allarga verso Ljajic sulla destra, il quale punta Tomovic e mette una palla forte in mezzo ben controllata da Neto. Rispondono i viola con Marcos Alonso che crossa basso al centro ma Astori riesce ad anticipare Ilicic in scivolata. Rischia molto la squadra di Garcia al 54′: Borja Valero sfugge alle marcature della difesa, arriva sul fondo e la mette dietro per Ilicic che calcia a botta sicura. Yanga-Mbiwa si immola in scivolata salvando sul tentativo a botta sicura del calciatore sloveno. Al 58′ episodio incredibile sbagliato dalla Roma: Iturbe, in posizione regolare, parte velocissimo verso la porta difesa da Neto. Nell’uno contro uno il numero sette romanista viene atterrato in area dal portiere brasiliano che viene anche ammonito. Dagli undici metri va Ljajic che calcia ad incrociare ma non angola bene e si fa respingere il tiro dallo stesso Neto. Il rigore parato galvanizza la Fiorentina che ha due buone chance sempre con dei velenosi tiri da fuori prima di Ilicic e poi di Borja Valero. Al 66′ ancora grandissima occasione per la Roma: Nainggolan lanciato in campo aperto viene anticipato coi piedi in uscita da Neto ben fuori l’area di rigore. Al 71′ seconda sostituzione tra le fila della Fiorentina con Aquilani che subentra a Borja Valero. A 15 dalla fine Garcia si gioca la carta Gervinho che prende il posto di Ljajic. Dopo un minuto arriva il pareggio giallorosso. Calcio d’angolo dalla destra e stacco imperioso di Seydou Keita che mette la palla alle spalle di Neto. Cerca di reagire subito la squadra di Montella con Badelj, il quale dai 25 metri calcia in modo potente ma centrale: attento Skorupski. All’81 terzo e ultimo cambio dei viola che inseriscono Babacar per Ilicic. Passa un minuto e Iturbe spreca un’altra buona occasione in contropiede, calciando alto da buona posizione. Nel finale di gara si fa male anche Cholevas che fortunatamente riesce a rientrare in tempo per gli ultimi tre minuti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy