Emerson: “Abbiamo preparato bene la partita. La mia crescita grazie a Spalletti”

Il terzino brasiliano, tra i migliori in campo, al termine del match con i viola

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match con la Fiorentina, vinto dalla Roma sonoramente per 4-0, ha parlato Emerson, uno dei migliori in campo. Ecco le sue parole:

EMERSON A PREMIUM

Prova molto importante la tua stasera
Grazie per i complimenti.

Ancora una vittoria all’Olimpico…
Questa è casa nostra, dobbiamo giocare sempre così e vincere. Non possiamo subire, stiamo andando bene, continuiamo così.

Il merito è di Spalletti?
Il mister lavora ogni giorno per questo, tutti i giorni lavoriamo forte per segnare e per fare possesso e non prendere gol. Questo è importante.

Una Roma che è sembrata molto più forte dei viola: perché?
L’abbiamo preparata bene, sia fisicamente che psicologicamente, contro una grande squadra come la Fiorentina abbiamo fatto benissimo.

Strana la vita, qualche mese fa dovevi andar via fra le critiche…
Vero, devo ringraziare il mister e la squadra che mi aiuta ogni giorno. Sono molto contento, come ho detto sempre, devo lavorare così con umiltà per crescere.

Ti saluta Balzaretti (da studio, ndg)
Nella mia ultima gara a Palermo, lui giocava la sua ultima qua…

Dove puoi migliorare?
Posso migliorare nel puntare più l’avversario. Tatticamente e in fase difensiva sono cresciuto. Vorrei essere ancora più protagonista, nei gol e negli assist.

Chiesa?
Lui ha velocità, è giovane, l’ho studiato tutta la settimana anche perchè è velocissimo. Ma penso di aver fatto bene in marcatura, lui se lo lasci da solo che ti punta poi è difficile da riprendere.

Scudetto?
Ci dobbiamo credere, quando scendiamo in campo vogliamo vincere. Vogliamo stare attaccati alla Juventus. Dobbiamo continuare così se vogliamo vincere il titolo.

EMERSON A ROMA TV

Grande Roma, secondo tempo incredibile.
Abbiamo fatto un secondo tempo come sappiamo fare. Dobbiamo giocare sempre così. La Fiorentina è una grande squadra, siamo stati bravi.

Grande prestazione in fase di spinta e di copertura. Sei andato vicino al gol.
Si è vero, sono andato vicino al gol. Sono contento di aiutare la squadra e devo continuare a crescere.

Quanto può ancora crescere la squadra?
Tanto, dobbiamo continuare così e pensare subito al Crotone. La nostra qualità è questa non possiamo fare meno di quello che abbiamo fatto oggi.

Quando ci regalerai il primo gol?
Vero, speriamo arrivi subito. ogni partita sono più vicino, speriamo arrivi la prossima domenica.

L’avete preparata bene.
E’ vero, fisicamente e tatticamente l’abbiamo preparata bene e abbiamo avuto il giusto premio.

EMERSON IN ZONA MISTA

Credevi di essere così forte?
Sì certo, so del mio potenziale e, come ho sempre detto, posso sempre migliorare e fare di più. Sono contento per la partita di oggi.

Una bella risposta al Napoli, forse oggi una delle migliori prestazioni della Roma?
Sì è vero, contro una grande squadra come la Fiorentina. Abbiamo fatto benissimo, giocando da squadra. Questo è importante e adesso ci siamo ripresi il secondo posto.

Dzeko sta facendo bene, potrebbe vincere la scarpa d’oro, però ha detto: “Non c’è Dzeko senza la squadra”. Cosa ne pensi?
Siamo una squadra, siamo in 11 più quelli che entrano dopo. Tutti noi siamo importanti, ma lui è l’attaccante. È quello che sta vicino alla porta e sta facendo benissimo. Lui per me è uno dei migliori in Europa.

Ci credete ancora nella rincorsa alla Juve?
Sì certo, quando giochi nella Roma devi farlo per vincere i campionati. Abbiamo la speranza di arrivare primi migliorando sempre.

Partita che vi riporta a -4 dalla Juve, è la tua migliore partita?
Sono contento della mia prestazione oggi e  di aver aiutato la squadra così, ma posso fare ancora di più. La squadra ha fatto bene e anzi penso che sia stata una delle migliori partite.

Cosa è cambiato rispetto a Genova?
Ma per me non è cambiato nulla. Quello di Genova è un episodio. Eravamo avanti 2-1 e abbiamo presodue gol che non dovevamo concedere. Oggi, però, abbiamo dimostrato sul campo quello che è la Roma.

Quanto è stato importante Spalletti nella tua crescita? Dove ha lavorato di più?
Lui lavora con me come lavora con tutti ogni giorno. Vuole sempre farti esprimere tutte le tue potenzialità. Lui è stato importante a livello psicologico in momenti difficili e la miglior cosa che posso fare è ringraziarlo sul campo e non a parole.

EMERSON ALLA RAI

Abbiamo fatto benissimo e preparato bene la gara, era importante vincere bene

Il suo idolo è suo fratello…
Sì, lui è 5 anni più grande di me, gioca in Brasile e mi ha trasmesso la voglia di giocare

Lo scudetto?
Ci puntiamo, dobbiamo continuare così e continuare a crederci

Migliorare in trasferta?
Dobbiamo continuare a giocare così, imporre il nostro gioco. Fuori casa abbassiamo spesso il livello, ma stiamo lavorando per migliorare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy