El Shaarawy: “Squadra concreta, stiamo crescendo. È cambiata la mentalità”

Le parole dell’attaccante giallorosso al termine della vittoria contro il Bologna per 1-0

di Redazione, @forzaroma

La Roma batte il Bologna per 1 a 0 e conquista la terza vittoria consecutiva in campionato grazie alla rete di Stephan El Shaarawy. Al termine del match dell’Olimpico, il Faraone giallorosso ha rilasciato alcune dichiarazioni.

EL SHAARAWY A PREMIUM SPORT

Gol e vittoria…
E’ il modo migliore per festeggiare il compleanno, con una bella vittoria, la terza per 1-0. Siamo stati molto concreti e molto bravi a non prendere gol. Stiamo crescendo, siamo contenti.

Qual è l’ambizione della Roma? Puntate allo scudetto?
Dobbiamo pensare a restare agganciati e non perdere punti con quelle davanti a noi. Noi dobbiamo stare al nostro posto e continuare a fare così e vincere queste partite.

Tu come stai?
Io penso di essere stato sempre ad un buon livello, tra una settimana ci sarà la Nazionale, ma prima il Chelsea e poi la Fiorentina. Sono molto contento di questo momento“.

EL SHAARAWY A SKY

Ti sei fatto un regalo.
Miglior modo per festeggiare il mio compleanno, con il gol ma con la vittoria fondamentale per noi. Abbiamo tenuto botta, siamo stati bravi a non prendere gol e gestire la palla. Momento positivo e di grande lucidità sul campo, siamo contenti.

Totti ha detto che anche lui faceva gol così.
E’ un grande complimento. Mi fa piacere aver fatto gol e regalato una vittoria alla Roma, è tutto positivo e bello.

Tanti cambi ma altro 1-0. Valore aggiunto il turnover?
Sì, siamo tutti sull’attenti, ci sentiamo tutti titolari e importanti. E’ una cosa importante per noi e siamo soddisfatti per questo.

Miglior difesa del campionato.
E’ cambiata la mentalità, lavoriamo tanto in settimana sull’attenzione, le chiusure e la fase difensiva. Stiamo crescendo tanto in entrambe le fasi, sviluppiamo meglio il gioco in avanti, magari possiamo concretizzare di più ma l’importante è non prendere gol. Ci stiamo riuscendo, quindi avanti così.

EL SHAARAWY A ROMA TV

Hanno inquadrato Francesco Totti dopo il gol, ti ha detto qualcosa negli spogliatoi?
Prima della partita sono andato al bar a salutarlo, mi ha detto ‘Ogni volta che ti sto vicino fai gol’. Lui così ci è nato, noi possiamo solamente provare a imitarlo.

Lo schema del gol è provato in allenamento?
Sì, anche se non è venuto benissimo. Lavoriamo molto sulle palle inattive.

Che partita è stata?
Simile alle precedenti, c’è stata tanta attenzione soprattutto in fase difensiva. Il terzo 1-0 è un segnale positivo, lavoriamo molto meglio nella fase di ripiego anche con gli attaccanti. Dobbiamo essere contenti di non aver preso gol.

Sul Chelsea.
Servirà più concretezza. Arriviamo bene nella trequarti avversaria, tutti i palloni che arriveranno martedì dovremo cercare di metterli dentro. Sarà una gara difficile.

Cosa è cambiato in più rispetto all’anno scorso, c’è stato un cambio di rotta in fase difensiva?
C’è una mentalità diversa dal punto di vista difensivo, lavoriamo molto in settimana su questo: sulle scappate e sulle rimesse laterali, quando la palla va al centrale difensivo dobbiamo subito salire e pressare. Li invitiamo a lanciare la palla e con Fazio e Jesus le prendiamo tutte.

Sei consapevole di quanto tu possa essere più forte?
Ci sto lavorando e mi sta aiutando il mister: devo credere di più in quello che faccio, sto avendo la giusta fiducia da lui e questo per me è fondamentale.

Sulla dedica per Karsdorp.
Il gol è suo, ha avuto tantissima sfortuna al rientro da titolare. Si è sempre allenato bene lavorando tantissimo per tornare disponibile, vederlo così fa male. Speriamo possa tornare presto, è un giocatore di qualità.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy