Dzeko: “Mi sento bene e segno, ma adesso devo diventare più cattivo”

Le parole del centravanti giallorosso al termine del match vinto dalla Roma sull’Inter per 2 a 1

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match vinto dalla Roma sull’Inter per 2 a 1, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti il centravanti giallorosso, Edin Dzeko.

DZEKO A PREMIUM

Un Dzeko diverso dallo scorso anno?
Mi sento bene e si vede sul campo.

Toni?
Luca era un grandissimo attaccante, stavo al Wolfsburg e lui al Bayern Monaco. Sicuramente si ricorderà di me.

Cosa pensi di poter migliorare?
Per forza devo segnare di più, anche oggi ho avuto altre occasioni specialmente nel primo tempo. Devo andarci più cattivo, alla fine abbiamo vinto e questo è importante.

Cosa ti ha detto De Rossi quando hai segnato?
Non ho sentito che mi avesse parlato Daniele. C’era troppo rumore per l’esultanza. Comunque era troppo importante per noi vincere stasera.

In che modulo di attacco ti vedi meglio?
Penso che nella mia carriera ho giocato sempre con un altro attaccante vicino. Al Wolfsburg abbiamo fatto bene, così come al City insieme ad Aguero. Qui ho Salah, El Sharaawy e Salah vicino a me.

E Totti?
Certo. Anche Totti.

Dove può arrivare la Roma?
Per noi era importante vincere oggi, è difficile dirlo. Abbiamo vinto contro una squadra forte con giocatori importanti. La strada giusta è questa, ora riposiamo. Poi c’è la sosta delle nazionali e ritorneremo qui pensando di nuovo a vincere.

DZEKO ALLA RAI

La più bella partita da quando sei a Roma?
Si, sicuro.

Hai aiutato molto i tuoi compagni anche in difesa…
Sì, il mio lavoro è che devo fare sempre gol ma pure aiutare la squadra ad uscire. L’Inter oggi ci ha messo in difficoltà ed io ho potuto fare il mio lavoro.

I tifosi sono stati felici per questa vittoria
Oggi era importante vincere, l’Inter è una grande squadra e oggi si è visto. Dopo due sconfitte con Fiorentina e Torino c’era bisogno di questa vittoria, anche perché poi c’è il Napoli e bisogna continuare così.

L’esultanza di De Rossi?
Sì, mi ha preso ma non ho sentito perché c’erano 11 giocatori a festeggiare e non ho sentito bene che ha detto lui.

Sembri un altro Dzeko, continuerai così?
Penso che dobbiamo lavorare molto di più perché abbiamo visto pure oggi che era una partita difficile, abbiamo avuto molte occasioni ma penso che questo non è il nostro massimo. Dobbiamo continuare a lavorare così.

DZEKO A SKY

I tifosi ti hanno fatto un lungo applauso: ora ti senti più amato?
Sì, i tifosi sono stati sempre dietro di me. A volte ho sbagliato dei gol ed è normale che ti fischiano o ti criticano. Questo è il nostro lavoro, ma oggi abbiamo fatto bene, abbiamo vinto e loro sono contenti.

DZEKO IN MIXED ZONE

Quando la curva ha cantato il tuo nome cosa hai provato?
E’ una bella cosa quando sai che i tifosi sono con te, ma loro lo sono sempre stati. Anche se ogni tanto hanno fischiato, ma è normale quando sbagli un gol che non devi sbagliare. Ora sono qui e faccio di tutto per aiutare la squadra a vincere le partite.

Ti aspettavi un’Inter così poco aggressiva?
Penso che l’Inter abbia giocato molto bene, hanno avuto molto possesso palla e molte occasioni. E’ stata una partita molto difficile, abbiamo corso molto senza palla e dopo eravamo un po’ stanchi.

Potrebbe essere la tua svolta definitiva?
Oggi ho giocato bene, ho fatto gol e abbiamo vinto la partita. E’ molto importante, devo continuare così.

Cinque gol per te: potevi fare di più?
Sì potevo, ma sono contento.

Ora meglio guardare alla Juve o pensare a cercare continuità?
Dobbiamo fare più punti fuori casa, perché ad ora abbiamo fatto solo un punto con due sconfitte. Ora abbiamo un’altra partita fuori casa molto importante a Napoli contro una grandissima squadra. Dobbiamo migliorare e speriamo di farlo già contro il Napoli.

DZEKO A ROMA TV

Un gol molto importante e vittoria importante.
Si vittoria importante, dopo 2 sconfitte bisognava vincere e ce l’abbiamo fatta. Era difficile oggi, l’Inter è una grande squadra ma ce l’abbiamo fatta.

Avete giocato molto di squadra a differenza della partita con il Torino
Abbiamo perso contro una squadra che non è meglio di noi ma loro hanno giocato meglio. Questo è il calcio bisogna sempre migliorare e la partita di oggi va nella strada giusta.

Oggi hai giocato da leader sia quando avevi la palla che quando dovevi dirigere la squadra. E’ un calcio che vi esalta o è troppo dispendioso?
La partita di oggi è stata molto faticosa anche perché loro hanno avuto molto la palla e noi abbiamo dovuto rincorrere. Possiamo giocare anche meglio di oggi.

Grandi cori dai tifosi per te.
I tifosi sono stati sempre con me, qualcuno ha anche fischiato perché ho sbagliato gol che non dovevo sbagliare ed è normale. Adesso sto meglio e posso dare di più.

Dopo la pausa c’è il Napoli.
Altra grande partita, giochiamo in trasferta dove finora abbiamo fatto male e vogliamo migliorare.

Finalmente è arrivato anche il gol attaccando il primo palo per la felicità di Spalletti.
Si sto migliorando e sono contento, 5 gol in 7 partite non sono male ma potevo fare anche meglio. Oggi ne ho fatto uno, abbiamo vinto e va bene così.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. stefanodacort_26 - 4 anni fa

    Devo ammettere che è dall’anno scorso che scrivo che Dzeko non è un centravanti per il gioco della Roma, perchè troppo lento,troppo macchinoso ,con pochi inserimenti negli spazi, però abile nel far salire la squadra e nel colpire il pallone di testa su rinvio del portiere per mettere in movimento Salah o El Sarawi , ma non basta , in una Roma veloce e tecnica per me servirebbe una punta veloce ,tecnica, dai piedi buoni che va negli spazi in velocità con scambi ad un tocco come fanno Salah, Nainggolan,El Sharawi o Totti ecc… una punta come Bacca, o Kalinic , ovvero , non uno statico o un pilone d’area. Oggi con l’Inter ha fatto un ottima partita, ma come al solito si mangia gol fatti che servirebbero per chiudere le partite. Tutto questo che ho scritto è comunque relativo , perchè quello che non capisco di un giocatore di quella stazza è la sua non grinta o cattiveria nei contrasti ( l’altro anno cadeva addirittura sui contrasti con Nagatomo….) e poi per concludere, la cosa che più gli manca da attaccante è il tiro di collo pieno, la botta secca ,la bomba, possibile che un centravanti così imponente tira sempre di piattone tirando quasi sempre addosso al portiere ? (io ho allenato nel settore giovanile, e specialmente le punte le allenavo nel tiro di collo pieno).
    Vedo gli allenamenti della Roma ma questo specifico esercizio Dzeko non lo fa, e si vede !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy