Dzeko: “L’Europeo sarebbe la ciliegina sulla carriera in Nazionale. Abituato alla pressione”

Dzeko: “L’Europeo sarebbe la ciliegina sulla carriera in Nazionale. Abituato alla pressione”

Poi aggiunge: “Tutti si aspettano che gli attaccanti risolvano le partite. Spero di far bene e aiutare i miei compagni”

di Redazione, @forzaroma

Edin Dzeko non sta attraversando il suo momento migliore con la Roma. I gol arrivano, ma i risultati meno. La speranza del bosniaco è di invertire questo trend negativo già in coppa giovedì contro il Gent per arrivare con fiducia anche a marzo quando sarà impegnato con la Bosnia nei play off per partecipare a Euro 2020. Tutto passerà dalla prima partita contro l’Irlanda del Nord e poi dall’eventuale e successiva finale contro la vincente tra Slovacchia e Irlanda. Intanto il nove giallorosso si racconta proprio al canale Uefa, parlando di quanto sarebbe importante raggiungere l’Europeo che comincerà il 12 giugno all’Olimpico.

MOTIVAZIONI – Un primo argomento di dibattito nasce dal nuovo ct della Nazionale, Duran Bajevic: “Certamente abbiamo un allenatore che ha molta esperienza alle spalle. Ci può dare molto e noi giocatori sappiamo cosa ci aspetterà nelle partite di marzo. Non penso ci sarà bisogno di avere altre motivazioni”. Poi continua: “Il mister sta già preparando tutto il necessario per queste sfide. Speriamo di poter giocare due partite visto che prima ci sarà la semifinale. Dovremo essere pronti, questo sarà il nostro obiettivo”.

SOGNO – Non solo impegno, però, per Dzeko e compagni che sperano anche in un pizzico di fortuna: “Mi auguro sia dalla nostra parte. In altre occasioni non siamo stati fortunati con il sorteggio, vedi il Portogallo che per noi rappresenta una super potenza. Ora abbiamo l’occasione di giocare davanti ai nostri tifosi e dobbiamo fare del nostro meglio. Io ci credo nel campionato Europeo”. Dovesse arrivare la qualificazione alla fase finale del torneo, sarebbe la prima volta per il nove giallorosso che spiega con queste parole l’importanza di raggiungere un obiettivo che sarebbe storico. “Non sarebbe una cosa da poco e significherebbe molto per me come giocatore. Tutti sogniamo di giocare in grandi competizioni con la nostra squadra nazionale. Dopo la Coppa del Mondo in Brasile, questa sarebbe in qualche modo la ciliegina sulla torta della mia carriera in Nazionale.”, ha detto Dzeko. Un’ultima battuta sull’Irlanda del Nord che affronterà il 26 marzo e sulle aspettative che i tifosi hanno nei suoi confronti: “Non ci sono gare facili. Tutti si aspettano che gli attaccanti risolvano le partite. Ci sono abituato a questa pressione. Spero di giocare al meglio nelle prossime partite e aiutare i miei compagni di squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy