Dzeko-Chelsea, domani ultimo atto. DiFra: “Non me lo aspettavo”. In entrata c’è Vidal. Recuperati tre big

Il tecnico giallorosso: “La società è stata chiara, ma resto anche nelle difficoltà”. Lo spagnolo del Barça si avvicina. Contro la Samp convocati El Shaarawy, De Rossi e Perotti

di Francesco Iucca, @francescoiucca

Quattro giorni dopo è di nuovo vigilia di Roma-Samp, ma non si tratta di un déjà vu. A 24 ore dalla sfida dell’Olimpico, replica del match pareggiato a Marassi mercoledì, il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco ha preso la parola in conferenza stampa parlando in particolar modo di un argomento molto delicato e spigoloso come il mercato: “Non conosco le casse della società, sono venuto a conoscenza in questo periodo del fatto che si potessero prospettare delle cessioni importanti. Se parte qualcuno vuol dire o che vanno portati a casa i soldi o che si investono. E io sono contento di Dzeko, quindi il discorso è legato al Fair Play Finanziario. Sono andato incontro a qualcosa che non mi sarei aspettato in questo momento, ma le risposte adeguate non devo darle io. Mi sono state dette delle cose molto chiare, o le accetto o me ne torno a casa. Io però ho scelto di allenare la Roma, anche nelle difficoltà e questo è un momento di difficoltà”. Discorso chiaro quello di Di Francesco, che inquadra molto precisamente la realtà. Un po’ come avevano già fatto prima di lui altri allenatori giallorossi, come Zeman, Spalletti e Garcia.

MERCATO – Intanto dovrebbe essere domani la giornata decisiva per la conclusione dell’estenuante trattativa con il Chelsea per Emerson Palmieri e Edin Dzeko (sponsorizzato caldamente da Frank Lampard). La stampa bosniaca infatti sottolinea come si stia ancora cercando un accordo tra le parti, ma i Blues non sono più disposti ad aspettare. In entrata i giallorossi continuano a trattare Aleix Vidal del Barcellona: secondo la stampa spagnola le parti sono vicine, inoltre il jolly esterno è stanco di aspettare il Siviglia ed è pronto quindi a considerare altre opzioni. Più fredda invece la pista che porta a Deulofeu, pronta a riaccendersi in caso di cessione di Dzeko. Non arriverà sicuramente Carrasco, fuori dalla portata economica della Roma con la Juve che ha invece allacciato i primi contatti. Lavora in prospettiva anche Monchi, che ha iniziato a sondare il terreno con il Bologna e l’entourage di Simone Verdi: pronti 25 milioni per giugno. Niente paura per Nainggolan invece. Il general manager del Beijing Guoan Li Ming ha smentito il possibile arrivo del belga: “Non abbiamo mai contattato la Roma e il calciatore non è nella nostra lista”. Infine ufficiale il prestito di Umar Sadiq al Nac Breda.

DAL CAMPO – Intanto qualche buona notizia per Di Francesco arriva dalla rifinitura di oggi: El Shaarawy, De Rossi e Perotti si sono infatti allenati in gruppo e sono tornati a disposizione, anche se non è scontato il loro impiego domani sera. La lista dei convocati torna quindi a contare sui tre acciaccati giallorossi, mentre Gonalons rimane out. In casa Samp sono stati giorni concentrati totalmente sul recupero fisico: “Abbiamo dedicato due giorni a questo tipo di lavoro, la Roma è una squadra che ti fa correre – ha sottolineato Marco Giampaolo -. In trasferta abbiamo perso qualche punto, domani scioglierò i miei dubbi di formazione”. Il tecnico blucerchiato ritrova in extremis Fabio Quagliarella tra i convocati, di cui fa parte anche Strinic. Out invece Praet.

PRIMAVERA – Match al cardiopalma per i ragazzi di Alberto De Rossi, che impattano 3-3 in casa del Sassuolo. I giallorossi salgono sul 2-0 grazie alla doppietta di Meadows, poi la rimonta neroverde e il nuovo vantaggio romanista con Celar, pareggiato pochi minuti dopo dai padroni di casa. “Abbiamo fatto un’ottima partita contro una squadra che ha alcuni giocatori fuori categoria – il commento del tecnico capitolino -. Siamo stati bravi a tenere il campo con personalità e idee chiare, nonostante tanti cambi. Peccato per il risultato, ci facciamo poco. Ora puntiamo alla finale di Coppa Italia”. A fine partita anche le parole di uno dei protagonisti principali, Dario Meadows: “Non segnavo da tanto, ma c’è rammarico per il pareggio, è mancato un ultimo sforzo”.

LE ALTRE NEWS – Non si ferma intanto il botta e risposta tra James Pallotta e i tifosi giallorossi. Quest’oggi davanti al centro sportivo di Trigoria sono comparsi nuovi striscioni di protesta nei confronti della società: “La Roma non è un gioco. Basta illusioni, compra i campioni”. I tifosi intanto hanno potuto sognare per un momento vedendo in azione su un campo da calcetto Francesco Totti, assolutao mattatore al Circolo Canottieri Aniene. Infine, la Roma ha reso noto che da lunedì mattina saranno in vendita i tagliandi per il lunch match in casa del Verona in programma il 4 febbraio.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 3 anni fa

    Bravo Eusebio: parole genuine: ora tocca a noi cedere Pallotta! 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy