Dopo la sconfitta di Torino la Roma si consola con il mercato: preso Paredes, ora Nainggolan

di finconsadmin

(di Marco Cruciani) Maledetta befana. La sfida che apre il nuovo anno tra Juventus e Roma vede i bianconeri vincere nettamente per 3-0 lo scontro diretto tra le due squadre migliori del campionato. Primo tempo bello ed equilibrato dove si vede fin dalle prime battute che Garcia la gara l’ha preparata bene.

 

I giallorossi tengono il campo con grande personalità schiacciando la Juve nella sua metà campo, considerando anche che i bianconeri avevano impostato la partita in modo tale da non concedere profondità a Gervinho e compagni. La Juve, però, quando riparte è travolgente e già al 17esimo minuto punisce la Roma alla sua prima disattenzione, con Vidal.

 

 

Se poi dopo pochi dall’inizio della ripresa prendi gol da Bonucci, capisci che non è serata. Allora la Roma crolla soprattutto dal punto di vista dei nervi. Espulso De Rossi, per un’entrata fuori tempo su Chiellini, poco dopo è la volta di Castan che per un fallo di mano sulla linea di porta va fuori anche lui, rigore e 3-0 siglato dal “leone montenegrino” Mirko Vucinic. E la partita è finita. A dir la verità era finita già da prima, perché la superiorità della Juventus è evidente, ma la squadra di Rudi Garcia la perde non tanto dal punto di vista fisico, o tecnico-tattico, ma dal punto di vista mentale. Appena vede scivolare via il sogno di riavvicinarsi al primo posto, che per tanto tempo era stato di sua proprietà, si squaglia. Ma il campionato è lungo e di certo non finisce qui. Una squadra fantastica come la Roma di quest’anno può avere un incidente di percorso come questo, che fa male, ma ci può stare, la cosa fondamentale è non arrestare il processo di crescita partito quest’estate. E allora sotto con la Sampdoria in Coppa Italia e con il Genoa, prossima avversaria in campionato.

 

 

PJANIC – Buone notizie infine dall’infermeria per Miralem Pjanic che ha effettuato in mattinata degli accertamenti che hanno escluso lesioni capsulo-legamentose al ginocchio destro, infortunato ieri sera contro la Juventus. Sicuro il forfait del bosniaco per l’impegno in Coppa Italia di giovedì all’Olimpico contro la Sampdoria, mentre Garcia spera di riavere il giocatore a disposizione col Genoa in campionato visto che già dovrà fare a meno dello squalificato De Rossi.

 

“Pjanic ha effettuato in mattinata degli accertamenti che hanno escluso lesioni capsulo-legamentose al ginocchio destro: indagini strumentali saranno poi svolte nelle prossime 24/48 ore.”. Questa la nota ufficiale della società.

 

 

 

MERCATO – Il primo colpo annunciato della Roma è Paredes . L’argentino domani arriverà nella capitale in compagnia dell’agente per firmare il contratto con la sua nuova squadra ed iniziare a trovare il club che lo accoglierà per i suoi primi sei mesi in Italia. Sabatini ha raggiunto l’accordo con il Boca sulla base di un prestito oneroso (250mila euro) con diritto di riscatto fissato a 4,5 milioni. La Roma, però, non può acquistarlo ufficialmente in quanto extracomunitario e quindi verrà tesserato da un altro club (Verona o Sassuolo) fino a giugno.

 

«Spero che serva per la mia carriera. Burdisso mi darà una mano. Non me ne vado contento perchè il Boca mi ha dato tutto e io avrei voluto ricambiare. Però ho avuto sfortuna, mi sono fatto male tre volte in un anno e poi davanti a me avevo il migliore (Riquelme, ndr). Non sarei voluto andare via, ma cambiare aria mi può far bene e mi aiuterà a ritrovare il ritmo. Il mio infortunio? In 10-15 giorni sarò in grado di giocare», questo le prime parole di Paredes da giocatore della Roma.

 

 

Svolta per Nainggolan. Dopo la sconfitta di ieri, la Roma sembra decisa a sbloccare la trattativa per il centrocampista del Cagliari. Sul giocatore c’è una vera e propria asta, alla quale nelle ultime ore si è aggiunto pure il Napoli (“Potrebbe avere le caratteristiche giuste per noi – ha detto il Ds del Napoli, Bigon), ma stando a quanto emerso nelle ultime ore la Roma è forte sul giocatore e avrebbe trovato un accordo con Cellino sulla base 3,5 milioni di euro per il prestito e 6,5 per il riscatto della metà del cartellino. Ha confermare le indiscrezioni quest’oggi sono arrivate anche le dichiarazioni di Adriano Galliani, diretto interessato alla vicenda che sembrava vicinissimo a portare a Milano il giocatore.

 

Il Milan non parteciperà a nessuna asta per Nainggolan. Credo che l’asta sia finita Dove va? Io da dirigente non posso scommettere, ma credo che vada alla Roma” .

 

La svolta è arrivata in serata, in cui c’è stato un incontro decisivo tra i direttori sportivi di Roma e Cagliari al Visconti di Milano: esito positivo, molto positivo. La Roma sta per raccogliere i frutti di una trattativa iniziata sottotraccia già da settimane. Inoltre l’accordo tra la società giallorossa ed il giocatore è ad un passo dopo il summit di oggi tra il calciatore, l’agente e la società, si aspettano le firme già in serata. Definito anche nei dettagli il contratto  fino al 2018: intesa di 4 anni e mezzo a 1,6 milioni di euro più bonus.  manca soltanto l’ok di Cellino. Appena arriverà, domani Nainggolan dovrebbe già svolgere le visite mediche. Sensazioni positive, le impressioni di questi minuti vanno sempre più verso una chiusura della trattativa. Aspettando l’ultima parola di Cellino. Nainggolan prepara la valigia, per un futuro all’ombra del Colosseo. Il Napoli ci ha provato fino all’ultimo, ma Nainngolan sembra promesso sposo giallorosso. Il primo tormentone invernale si sta per concludere, la Roma sorride.

 

 

 

 

CALENDARIO SETTIMANALE DEGLI ALLENAMENTI – Lo staff tecnico dell’AS Roma ha reso noto il programma degli allenamenti che la Prima Squadra sosterrà presso il Centro Sportivo “Fulvio Bernardini”:

7 gennaio: allenamento ore 15:00
8 gennaio: allenamento ore 11:00
9 gennaio: Coppa Italia, ROMA-Sampdoria ore 18:00
10 gennaio: allenamento ore 15:00
11 gennaio: allenamento ore 11:00
12 gennaio: Serie A, ROMA-Genoa ore 15:00

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy