news as roma

Di Guglielmo e Ceasar ‘A Scuola di Tifo’: “Bisogna sensibilizzare i più giovani”

Getty Images

Le due calciatrici della Roma hanno incontrato alcuni ragazzi per parlare del tema del femminicidio

Redazione

Continua l'iniziativa di Roma Cares 'A Scuola di Tifo', dedicata a Willy Monteiro, che mira a sensibilizzare i ragazzi delle scuole sui temi socialmente rilevanti come razzismo, bullismo e non solo. Le protagonista stavolta sono state Camelia Ceasar e Lucia Di Guglielmo, che hanno incontrato una classe di 19 ragazzi di un quinto anno dell’Istituto Tecnico Industriale Statale Galileo Galilei. Come si legge sul sito ufficiale del club, in vista del 25 novembre, giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, i temi affrontati sono stati la discriminazione di genere e la lotta alla violenza contro le donne.

“Sono felice di rappresentare la Roma in eventi come questo. Prima di essere calciatrici siamo persone, quando abbiamo la possibilità di mandare messaggi positivi come quello di oggi sono la prima a voler partecipare. Il femminicidio probabilmente è qualcosa che ci sembra lontano dalla quotidianità di tutti noi, per questo credo che affrontare temi del genere nelle scuole aiuti a sensibilizzare anche i più giovani, le parole di Di Guglielmo. All’evento ha partecipato anche l’Assessora alle attività produttive e alle pari opportunità, Monica Lucarelli:“Dobbiamo partire dai più giovani per centrare risultati nel medio e lungo termine e quindi progetti come questo realizzato dalla Roma, e promossi attraverso testimonial come calciatrici e calciatori, sono fondamentali. Lo sport, e il calcio in particolare, grazie alla sua ampia platea ha il dovere di restituire alla società valori e rispetto, ringrazio quindi la Roma sperando che questa ispiri e faccia da traino anche per le altre società sportive”.

Infine le parole di Francesco Pastorella, direttore del Roma Department: “Lo scorso anno abbiamo deciso di promuovere una campagna contro la violenza sulle donne, quella di Amami e Basta, cercando di fare qualcosa di concreto. Insieme al nostro partner Manpower, abbiamo organizzato dei corsi di formazione rivolti a donne che avevano subito violenza; ne abbiamo aiutate molte, non dobbiamo fermarci ora”.