Di Francesco: “Soddisfatto di Florenzi. Schick deve lavorare per mettersi in pari”

Le parole dell’allenatore giallorosso al termine del match tra Roma e Chapecoense

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match vinto dalla Roma sulla Chapecoense per 4 a 1, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti l’allenatore giallorosso Eusebio Di Francesco. Queste le sue parole:

DI FRANCESCO A SKY

Una serata speciale e nobile.
Emozionante e unico il pensiero di vedere ragazzi sopravvissuti in campo. Ci si aspettava un po’ di pubblico in più ma è stata comunque una bella serata.

Florenzi come lo ha visto?
Si sta allenando bene con intensità e voglia. I primi allenamenti sono stati complicati per lui, sta raggiungendo una buona condizione ma non si può dire sia al top. Per quello che ho visto oggi sono soddisfatto.

Terzino per esigenza o è il suo ruolo?
Si esprime bene sull’esterno, oggi l’ho alzato molto ed era più propenso ad attaccare. Ha questa qualità e deve migliorare la fase difensiva, può essere una soluzione sicuramente.

Schick?
E’ arrivato con pochissimi allenamenti sulle spalle, nonostante abbia dichiarato di essere pronto. Ha grandi qualità, ma deve lavorare per mettersi al pari con gli altri. Ha una qualità impressionante che si può sviluppare, non per tanti minuti ora ma per quanto ne avremo bisogno.

Un voto al mercato?
Non do voti, sono state fatte determinate cose legate anche al budget finanziario. Sono contento della rosa. Abbiamo fatto delle scelte, volevamo prendere uno importante come Schick e ci siamo riusciti. Ora sta a me schierarlo.

L’Italia?
Ho la fortuna di vederla da tifoso. Affrontiamo una delle squadre più forti al mondo, spero nel colpaccio.

Giocherà De Rossi.
Sì, speriamo torni con una vittoria più carico per vincere con noi.

DI FRANCESCO IN ZONA MISTA

Cosa le ha lasciato questa serata?
Emozionante vedere gente che è sopravvissuta ad una tragedia. La porterò con me.

Florenzi recuperato?
Sta crescendo, oggi ha dimostrato di essere importante per noi. Sono contento di come si allena e oggi l’ha dimostrato in campo.

E’ questo il suo ruolo?
Lui è un jolly e se ce l’ho lo sfrutto. Può giocare alto o basso, ora abbiamo diversi giocatori infortunati, lui potrà servire in diversi ruoli.

Schick?
Deve lavorare tanto. Non è ancora pronto, ha fatto pochi allenamenti. Deve mettere benzina nelle gambe.

Lista Uefa. Avete già deciso su Emerson e Gerson?
Su Emerson vediamo, sappiamo che rientrerà a novembre e giustamente ci saranno poche partite alle porte. Potrebbe essere lui il sacrificato, dobbiamo mettere dentro gente che sta bene.

Castan?
Voleva restare a tutti i costi e abbiamo scelto insieme alla società di tenerlo. Siamo contentissimi di averlo anche per la sua disponibilità, come oggi, a fare il terzino.

Defrel esterno è una conferma?
Si lega alla condizione di Schick, ora Defrel serve più come esterno che come prima punta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy